Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La moderna azienda farmaceutica inizia la sperimentazione umana contro l’HIV

L’International AIDS Vaccine Initiative accompagna anche questa prima fase del processo, che sarà condotta su 56 adulti americani senza il virus.

La tecnologia mRNA fa sperare in questo studio, dato il successo che ha avuto nello sviluppo di vaccini contro il coronavirus. Foto: persiane.

L’inizio della sperimentazione umana contro un vaccino contro virus dell’immunodeficienza umanadi medicine moderneche ha la biotecnologia da RNA رسول messaggeroChe viene utilizzato nei suoi vaccini contro il Covid-19.

L’applicazione della tecnologia mRNA suscita speranza nel bel mezzo di questo esperimento, dato il successo che ha avuto nello sviluppo di vaccini per il virus Corona.

“Utilizzando l’mRNA per sviluppare farmaci, sfruttiamo i processi biologici naturali per creare l’effetto terapeutico desiderato. Questo ci dà la capacità di trattare un’ampia gamma di malattie, molte delle quali non possono essere trattate con i trattamenti attuali”, afferma il laboratorio su il tuo sito web.

Questo sarà il primo sistema immunitario di questo tipo utilizzato per combattere l’HIV dopo diversi decenni di ricerca, quindi ci si aspetta che i volontari abbiano una risposta positiva e sarà possibile iniziare a implementarlo in tutto il mondo per salvare vite umane. migliaia. delle persone.

L’obiettivo degli scienziati è stimolare il sistema immunitario in modo che i linfociti B del corpo producano anticorpi contro bnAb che possono agire contro diversi tipi di questo virus.

“L’induzione di bnAbs è ampiamente considerata un obiettivo per la vaccinazione contro virus dell’immunodeficienza umanaQuesto è il primo passo di questo processo”, ha affermato Moderna Lab in un comunicato stampa.

Se i volontari rispondono come previsto contro il virus causale losanghei ricercatori stanno valutando l’uso di un booster che consentirebbe di potenziare ulteriormente il vaccino.

READ  Spotify lancia il megafono in Spagna per monetizzare i podcast

Queste prime dosi sperimentali sono state applicate presso la George Washington University (GWU) School of Medicine and Health Sciences di Washington, DC, in collaborazione con IAVI, la Bill & Melinda Gates Foundation e l’organizzazione no profit per la ricerca scientifica.

“Siamo molto lieti di collaborare con IAVI e la Bill & Melinda Gates Foundation per applicare la nostra tecnologia mRNA in un ambiente ecologico. virus dell’immunodeficienza umana. “In Moderna, crediamo che l’mRNA offra un’opportunità unica per affrontare le esigenze di salute pubblica insoddisfatte in tutto il mondo”, ha affermato Stephen Hogg, presidente di Moderna.

Nel frattempo, si stanno valutando lo stato di salute delle persone che hanno ricevuto la terapia biologica e la risposta del sistema immunitario a questo importante progresso medico contro la malattia mortale.

Risorsa di consulenza quaggiù.