Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Jornada – oggi la Russia interromperà le forniture di gas alla Finlandia; non pagato in rubli

Mosca. Il gruppo energetico statale finlandese Gazprom e il russo Gazprom hanno annunciato ieri che la Russia taglierà oggi le forniture di gas alla Finlandia perché il paese scandinavo si rifiuta di pagare in rubli. Helsinki, che questa settimana ha presentato domanda alla Svezia per aderire all’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) contraria a Mosca, ha annunciato che si sta preparando per una possibile “minaccia mista” al confine con la Russia.

Gazprom ha confermato che interromperà le consegne di gas a Helsinki per non aver ricevuto pagamenti per le spedizioni ad aprile, il mese in cui Mosca ha detto ai suoi clienti che li avrebbe addebitati nella loro valuta nazionale, non in euro, per evitare l’isolamento finanziario. È stato imposto dall’Occidente come parte delle sanzioni contro l’invasione dell’Ucraina, iniziata il 24 febbraio.

Finlandia e Svezia hanno chiesto di aderire alla NATO dopo anni di neutralità, ritenendola necessaria dopo la suddetta invasione, mentre la Russia si oppone all’espansione della NATO nell’Europa orientale.

Sebbene il gas rappresenti solo l’8% della matrice energetica della Finlandia, tutto ciò che viene utilizzato nel paese settentrionale proviene dalla Russia.

Le autorità finlandesi hanno annunciato che intendono affittare un’unità di rigassificazione da gas a gas galleggiante con il governo estone per un periodo di 10 anni. Gazprom ha già tagliato le forniture ad altri paesi, come Polonia e Bulgaria, che si sono anche rifiutati di pagare in rubli.

Sui preparativi al confine finlandese per la possibilità di una “minaccia mista”, il ministero dell’Interno di Helsinki ha dettagliato: “Il rapporto del governo sui cambiamenti nell’ambiente di sicurezza afferma che mentre l’ambiente di sicurezza cambia, la Finlandia si prepara a essere un bersaglio con un impatto ibrido eccezionale, sfaccettato e su larga scala a breve e lungo termine. “

READ  In piedi al 2,2% a luglio

L’agenzia propone di introdurre diversi emendamenti per preparare meglio le guardie di frontiera ad affrontare, ad esempio, “un massiccio afflusso di migranti che può essere sospettato di essere utilizzato come mezzo di pressione politica”.

Il ministro degli Esteri del Qatar e vice primo ministro Mohammed bin Abdulrahman Al Thani spera che la compagnia energetica del regno, Qatar Energy, sarà in grado di fornire alla Germania GNL dal suo terminale in Texas, negli Stati Uniti, nel 2024. Anche la Germania fa molto affidamento sul gas russo, ma Come altri paesi europei, si è impegnata a sostituire il fornitore ostile.

Il governo del Qatar ha indicato di essere aperto anche al sostegno dell’UE in materia energetica.

La compagnia ha annunciato che l’ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder, vicino al presidente russo Vladimir Putin e bersaglio dall’inizio dell’invasione, lascerà finalmente il consiglio di amministrazione del gruppo petrolifero russo Rosneft, sostenendo che i suoi doveri non possono essere prolungati su un gruppo dei direttori.

In questo contesto, l’Unione europea ha stanziato altri 600 milioni di euro di aiuti finanziari complessivi all’Ucraina, ha annunciato ieri la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, aggiungendo che il blocco sta valutando anche di concedere a Kiev “un prestito aggiuntivo di 9 miliardi di euro entro il 2022”.

I ministri delle finanze del G7 (Stati Uniti, Giappone, Canada, Regno Unito, Germania, Francia e Italia) hanno concordato 18,4 miliardi di dollari per sostenere l’Ucraina nel mantenere la sua liquidità e non indebitarsi nei prossimi mesi, secondo una bozza di dichiarazione finale di la riunione delle sette potenze a Königswinter, in Germania.

READ  Il Governatore della Banca Centrale riceve il nuovo ambasciatore italiano presso il Dott. Stefano Chirolo