Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Kristalina Georgieva del Fmi ha sminuito le aspettative per un accordo veloce con l’Argentina: “C’è ancora molto da fare”

Kristalina Georgieva (Reuters/Mike Tiller), amministratore delegato del Fondo monetario internazionale

Direttore Generale del Fondo Monetario Internazionale, Kristalina GeorgievaOggi ha parlato delle trattative sul debito pari a 44.000 milioni di dollari che l’organizzazione multilaterale sta attuando con l’Argentina, e ha anche fatto riferimento all’impatto economico dell’emergere della variante omicron del virus Corona.

Per quanto riguarda l’Argentina, ha sottolineato, “c’è ancora molto da fare”. “L’importanza di lavorare per un programma che migliori significativamente i fondamentali macroeconomici dell’Argentina e metta l’Argentina su un solido percorso di ripresa da questa crisi (economica)”, ha affermato l’economista bulgaro.

“Finora abbiamo lavorato in modo costruttivo, ma c’è ancora molto da fare”, ha detto Georgieva durante la prossima conferenza Reuters.

“Finora abbiamo lavorato in modo costruttivo, ma c’è ancora molto da fare”

Va ricordato che la giornata è finita, come mostrato Infobae, che è Lo staff del FMI ha già scritto l’ultima bozza dell’analisi tecnica che è stata condotta sulle conseguenze economiche e finanziarie del prestito al governo di Mauricio Macri. Questa è una recensione riservata -Per adesso- messo in luce ieri sera da Alberto Fernandez a conclusione del convegno dell’Associazione Industriale Argentina (UIA) e la cui pubblicazione è un fattore chiave in Casa Rosada e nella sua strategia negoziale con il FMI.

Chiediamo al Fondo Monetario Internazionale, prima di chiudere un nuovo accordo, di valutare quello che è stato un programma di preparazione da 44 miliardi di dollari fallito che è stato utilizzato in modo improprio per ripagare il debito insostenibile e finanziare i deflussi di capitale. Questo ci aiuterà a capirci. È un passo necessario in questo percorso”. Lo ha detto ieri il presidente all’UIA.

READ  Covid-19: in allerta da parte di Micron in tutto il mondo, si moltiplicano le nuove restrizioni | Minuto per minuto, le reazioni alla nuova variante del Corona virus

Si segnala che per la concessione di un nuovo finanziamento – agevolazioni prorogate come previsto -, Che il consiglio di amministrazione del fondo riceva una valutazione tecnica di quanto accaduto al precedente prestito. Per questo è necessario sapere con certezza come sono stati utilizzati i 44 miliardi di dollari assegnati a Macri e alla sua amministrazione.

In questo senso, l’economista norvegese Mi piacerebbe Bear Brick, vice presidente della divisione Asia Pacific dell’organizzazione multilaterale ha già le ultime Progetto Dalla recensione richiesta da Alberto Fernandez: Sono quasi 100 le pagine che il consiglio analizzerà prima di Natale.

Una volta approvato, l’organismo multilaterale lo pubblicherà. Il rapporto finale è atteso dal governo e dall’opposizione.

Il Fondo ha già effettuato questo tipo di valutazione dei crediti verso l’Ucraina e la Grecia. Nel frattempo, da questo lavoro, il consiglio del Fmi ha affermato di sperare di trarre “lezioni” da futuri prestiti.

Il team tecnico argentino del ministero dell’Economia e della Banca centrale si recherà domani a Washington per incontrare nel fine settimana i tecnici del fondo., per portare avanti le trattative dell’accordo tecnico che l’Argentina spera di raggiungere nel mese in corso, secondo le recenti dichiarazioni del ministro Martin Guzman.

A questo proposito, Fernandez ha affermato ieri alla Conferenza industriale dell’Iraqi Investment Union che “la prossima settimana ci sarà una visita di squadre tecniche a Washington per continuare a promuovere questo progresso”, e ha anche sottolineato la necessità di “risolvere il problema del debito estero . . . “

Il precedente programma di accordi di standby prevede scadenze altamente mirate di circa 19 miliardi di dollari nel 2022 e altri 19 miliardi di dollari nel 2023. Dopo l’accordo tecnico, deve passare per il candidato al Congresso e poi essere votato dal consiglio del Fmi, e tutto accadrà prima del marzo 2022.

READ  Juan Guaido ha chiesto ad Alberto Fernandez e Lopez Obrador di stare dalla parte delle vittime e non dalla parte della dittatura chavista indagata dalla Corte penale internazionale.

Corona virus

Georgieva ha parlato anche dell’alternativa Omicron. “È probabile che le recenti previsioni di crescita economica globale del FMI vengano abbassate a causa dell’emergere della variante omicron del coronavirus”, ha affermato.

“Una nuova alternativa che potrebbe diffondersi troppo rapidamente potrebbe avere un impatto negativo sulla fiducia, e in questo senso è probabile che assisteremo ad alcuni cali nelle nostre previsioni di ottobre per la crescita globale”, ha affermato il capo del FMI.

Con informazioni da Reuters

Novità in sviluppo

Continuare a leggere: