Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Konto, il “rinoceronte” francese a Barcellona

Barcellona aggiunge una nuova sede internazionale per un’azienda tecnologica. La società francese Qonto, specializzata nella gestione finanziaria per le piccole e medie imprese, aprirà in città un centro di assistenza clienti internazionale.

L’azienda è un punto di riferimento nell’ecosistema digitale francese. Diventa solo più grande Rinoceronte Questo paese ottenendo una valutazione di 4.400 milioni di euro nell’ultimo round di investimento, operazione in cui ha raccolto 486 milioni di euro. Carles Marcos, direttore generale degli affari in Spagna, ha confermato che parte di queste risorse sarà utilizzata per aprire il centro nella capitale catalana. “Conto prevede di investire 100 milioni di euro nel mercato spagnolo nei prossimi due anni e la sede di Barcellona prenderà gran parte di questi soldi”. L’obiettivo dell’azienda è raggiungere i 100 dipendenti l’anno prossimo. L’azienda, fondata a Parigi nel 2017, è arrivata a Barcellona nel giugno 2021 e attualmente impiega una trentina di persone su un totale di 500. “Abbiamo deciso di raddoppiare il nostro impegno con la città perché rappresenta un polo internazionale per attrarre talenti e ha buone università”.

‘fintech’ in Spagna investirà 100 milioni dei 486 appena ottenuti nell’ultimo round

L’azienda vuole assumere dipendenti con esperienza e competenze linguistiche. Da Barcellona, ​​il servizio sarà offerto ai clienti in Spagna ma anche in Francia, Italia e Germania, i quattro paesi dove attualmente opera Qonto. Allo stesso modo, prevede la firma dei dipendenti del settore digitale con la modalità del lavoro a distanza.

L’azienda investirà anche una parte significativa delle risorse nel marketing e nello sviluppo di nuovi posti di lavoro. Attualmente conta 220.000 clienti, tra liberi professionisti e aziende con un massimo di 250 dipendenti. Sono presenti in settori di ogni genere: consulenza, industria, tecnologia…

READ  Escrivá: “Dobbiamo aumentare l'età pensionabile effettiva per neutralizzare l'aumento dell'aspettativa di vita” | Economia

Marcus non ha rivelato il fatturato annuo anche se ha confermato che negli ultimi due anni ha raddoppiato quel numero di quattro. Il manager è orgoglioso del potenziale della sua tecnologia perché consente alle aziende di semplificare le procedure bancarie, contabili e finanziarie. “Grandi fondi come Tiger, TCV, Insight, Exor o KKR hanno appena investito in Qonto, portandolo a una cifra stimata di 4,4 miliardi. Se confrontiamo questa cifra con la capitalizzazione di mercato delle banche spagnole, solo i tre giganti finanziari ci superano”.

Qonto basa la sua attività sull’addebito di un canone mensile e una piccola commissione per transazione. L’azienda non sta ancora realizzando – e prevede di raggiungerlo nel 2024 – perché investe tutte le risorse nella crescita. Sin dal suo inizio, ha raccolto 622 milioni, incluso questo ultimo round di investimenti.