Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Jorgelina Cardoso ha mostrato le conseguenze della brutale distorsione alla caviglia di Angel Di Maria nella finale contro il Brasile.

Quindi continua a giocare.. Bastano tre parole e una foto scioccante per spiegare l’orgoglio che prova Giorgina Cardoso quando si parla di Angelo Di Maria, autore del gol della nazionale argentina in finale in Coppa America contro Brasile, nel Maracana, che ha posto fine a 28 anni di siccità senza titoli.

Scarica Cardoso Story in Instagram Mostra le condizioni della caviglia sinistra di Di Maria, che si è storto l’articolazione dopo aver corso sulla destra ed è caduto solo quando sembrava che avrebbe messo nuovamente in difficoltà la difesa di Tite.

“Buongiorno campione”, la foto è accompagnata anche da una faccina emoji “a sorpresa” postata da Cardoso, che nelle ultime ore è stata molto attiva nel scagionare il marito, che ha potuto finalmente godere della grande gioia dell’identificazione dopo aver attraversato una serie enorme di frustrazioni. E non solo per i titoli che gli sono sfuggiti, ma anche per gli infortuni che gli hanno impedito di prendere parte a partite decisive, terminate in dolorose sconfitte.

Così è rimasta la caviglia di Angel Di Maria dopo la finale contro il Brasile.

La distorsione alla caviglia del Maracanà, infatti, ha fatto scattare l’allarme tra i tifosi argentini, che non potevano credere alla sfortuna di Di Maria, che sembrava da sostituire per i suoi gesti di dolore e il volto preoccupato dal corpo del corpo medico. Selezione. Hanno infatti segnalato a Lionel Scaloni di iniziare a trasferire alcuni dei giocatori che sono stati in panchina.

Tuttavia, Di Maria ha continuato a giocare in campo ed è uscito a giocare nella ripresa fino a quando non è stato sostituito da Nicholas Gonzalez al 33′ della ripresa quando era chiaramente senza gambe e dolorante.

READ  Bottas è in testa a qualche partita libera che lascia molti dubbi in Spagna

“Ancora non riesco a piangere, non ho ancora finito di cadere. Sogniamo tanto, abbiamo lottato duramente per realizzarlo e oggi la striscia positiva si è interrotta”, ha detto entusiasta Di Maria al Maracana, in un’intervista a TyC Sports. Dopo il match conclusosi con la maledizione dell’Albiceleste.

“Molte persone ci hanno detto di non tornare in nazionale, ma continuiamo a mettere la testa contro il muro”, ha aggiunto Video, che ha conquistato il trofeo come MVP nella finale per il suo gol pesante sul portiere Ederson a Los Angeles. 21 minuti nel primo tempo.

Il calciatore del Paris Saint-Germain, che domenica ha viaggiato sull’aereo privato di Lionel Messi, ha continuato ad arrivare a Rosario nel minor tempo possibile per la sua riunione di famiglia. C’è stato un meraviglioso barbecue e una grande festa a casa dei suoceri.

Fonte: agenzie