Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Jorge Barrasa: Italia, estasi di giocare bene | Autori | Gli sport

“Sei bello!” … “La notte ti fa bella” … “Meravigliosa, Italia!” … “Dimmi che è vero” … “Ole, Italia” … “Sogna l’Italia”. .. “Mancini, come Steve Jobs, è pazzo e innovativo” …

I piccanti gustosi “Journals” italiani si contendono sempre il titolo più originale e più venduto, ma su un punto sono tutti d’accordo: l’estasi nazionale per l’IA football Nazionale. Non per le prestazioni, ma per il gioco. “C’è una felicità sociale”, dicono. L’intera penisola si è arresa ai piedi di questi ragazzi, che ha spiegato al palazzo di coach Roberto Mancini. Due parole escono dal petto e dalla gola di ogni errore di battitura sotto forma di grido nazionale: “Giocano bene…!Giocano bene…! ”.

Sì, l’Italia potrebbe amare la palla ai suoi piedi. Basta il conservatorismo per far pensare allo zero come un traguardo fondamentale e sacro nella propria curva. Tutti possono muovere bene la palla, anche Bonucci e Sielini, ma bisogna credere a quella filosofia. Mancini è determinato e ha creato le teste dei suoi studenti e gli ha fatto il lavaggio del cervello fino a rimuovere l’ultima particella. catenaccio Adesso sono brasiliani. Li possiamo rinominare: Vertino, Parelinha, Joao Locatelle, Zay Bonucci, Dino Insine… Sono bellissimi.

Divo Hellenio Herrera, il miglior allenatore che ha costruito l’Inter supercampione degli anni ’60, ha dichiarato: “Il calcio italiano è il migliore al mondo… dal lunedì al venerdì”. Ma questa selezione di Mancinesca si rivela la migliore anche la domenica. Bisogna avere il coraggio di giocare così: con orgoglio, amando il pallone, dal basso, rispettando l’eredità del boss e, soprattutto, attaccando. Con i giochi succede proprio come le parole: a volte ne capisci il significato e non riesci a spiegarle come un dizionario. Ma il tifoso sa cosa significa giocare bene. E questo Fan L’italiano, che non l’aveva mai provato, ha gridato la sua eccitazione, per le strade, contagiosa o meno. Giocare bene crea orgoglio perché la vittoria porta felicità.

READ  Il lavoro della messicana italiana Tina Modotti

Questa è l’Italia Suona bene. Oltre a questo, segna una pietra miliare: cambiare lo stile storico Calcio, Rendilo più bello, aggiungi buon gusto alla sua saggezza difensiva, un’altra cosa in armonia con lo spirito artistico degli italiani. Ci siamo sempre chiesti: l’umanità ha un calcio così brutto che la sua musica, la sua pittura, la sua musica, la sua letteratura (El Gottobardo, quel capolavoro…!), la sua gastronomia, il cinema, l’architettura, il paese che ci ha regalato Venezia, quindi talento e generosità Assenti? Come possono goderselo, sono …? Bene, oggi sentono il senso estetico che avevano un tempo argentini, ungheresi, brasiliani, olandesi e, più recentemente, spagnoli. Altri ancora, come la Colombia di Madurana, anche se erano scuole importanti. Il Calcio È solo sesso per il resto della sua vita, questa ossessione italiana del sesso con Mancini. Doppio piacere.

Giocare bene è bellissimo. Sappiamo tutti di cosa si tratta. Giocare bene non significa giocare a calcio, si tratta di dare priorità alla tecnica, migliorare le abilità, essere puliti nel maneggiare e cambiare la palla, essere solidali e determinati e sapere come segnare. E successo. Senza costrizioni, per non parlare del giocare bene. Probabilmente: l’Italia, conosciuta come gli Innocenti da questo piccolo gioco, non ha perso 32 partite, con 15 vittorie consecutive tra la fase di qualificazione dell’Europeo e l’Europeo. Se aggiungiamo le tre prime vittorie del girone di qualificazione salgono a 18. Ha segnato una montagna di goal -56 e solo 6 hanno accettato.

È divertente: succede nei club e nelle squadre nazionali, e molti di noi apprezzano il coraggio, la personalità, la forza, l’artiglio, il coraggio, la leadership in questo entusiasmante sport; Tuttavia, quando siamo ispirati, prima vengono in mente gli artisti. Egli trascende gli autodefiniti re della motivazione e del carattere, della motivazione e del vigore; Quando si tratta di nostalgia, il peruviano Melandes (un difensore che era gustoso nei pantaloncini, non ha tolto palla ai rivali, li ha rubati), Rojidas, Maradona, Rickelm, tutti i maghi della palla, non il muscolo Colossi . Questo sta succedendo con molti tedeschi panzer, Ma in segno di gratitudine e affetto hanno intronizzato Beckenbauer; Succede agli italiani che amano tanto le guardie di granito, ma che ricordano Robbie Baggio che memorizzava il treno. Succederà ai tifosi del Barcellona che sono attratti dalla Ribellione Gialla, ma man mano che invecchieranno staranno su un piedistallo con gli occhi chiusi pensando ai fasti della corrida Un altro Dias. Succede agli appassionati di calcio di tutto il mondo. Perché, al di sopra dei risultati, vogliamo raffinatezza, arte, grazia, inganno Crepa, Trova, goccioline, tocco morbido e preciso. Non c’è valore più alto della bellezza.

READ  Vlahovic perde il prestito in Italia

Proprio come Luis Aragonus e Pep Cardiola hanno seppellito per sempre la purea spagnola, quella selvaggina dura e piatta, con un’alta percentuale di sudore e durezza e poca luce, può dare a Mancini un bagliore Calcio. Un’ala-ala-punta a sinistra, grave infortunio di Spinozola (stava facendo una partita notevole), sta per ridurre il suo gioco a una lunghezza decisiva. Perché il calcio non è un gioco per giocattoli, è per gli umani, e alcuni sono migliori di altri. Il percorso della Roma è insostituibile. Emerson, però, un brasiliano alternativo a lui nella prestazione di squadra, sa come vestirsi. Quando gli altri pezzi rappresentano movimenti precisi in ogni fase del gioco, l’intruso non è distratto. Da Donarumma a Immobile, la squadra è un cane da guardia. Ora viaggia dall’Europa attraverso la Spagna su un vecchio classico latino Wembley. Gianni Rivera e Roberto Baggio saranno contenti, questo è l’abito che volevano. Ma, oltre la fine, ha già conquistato i nostri cuori.benvenuto, Italia! (UN)