Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Joe Biden perdona tutti i prigionieri condannati per possesso di marijuana

La normativa, che consente il possesso fino a 170 grammi di marijuana, è stata approvata dopo mesi di polemiche tra i legislatori su tasse, licenze di vendita e multe per i minori di 21 anni che consumano la sostanza. EFE / Osvaldo Ponce / File

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, perdonerà tutto il possesso di marijuana condannato a livello federale tramite ordine esecutivoLo ha annunciato giovedì la Casa Bianca.

Mandare persone in prigione solo per il possesso di marijuana ha influenzato la vita di così tante persone “Ho messo persone in prigione per comportamento legale in molti stati”, ha detto Biden in un video in cui annunciava la decisione.

In una telefonata con i giornalisti, alti funzionari dell’amministrazione statunitense hanno spiegato che la questione riguarderà i detenuti a livello federale, nessuno dei quali è attualmente in prigione, sebbene Biden incoraggerà i governatori a fare lo stesso a livello statale. .

“Stimiamo che circa 6.500 persone condannate per possesso di marijuana a livello federale e 1.000 persone nel Distretto di Columbia trarranno vantaggio da questa decisione”, ha affermato un funzionario durante la chiamata.

Queste convinzioni, in molti casi, rendono difficile per le persone colpite ottenere un alloggio o un lavoro.

FILE PHOTO: Poster di cannabis in una vetrina di Weed World il giorno in cui lo stato di New York ha legalizzato l'uso di marijuana, nel quartiere Manhattan di New York City, New York, USA, 31 marzo 2021. REUTERS/Carlo Allegri/FILE PHOTO
FILE PHOTO: Poster di cannabis in una vetrina di Weed World il giorno in cui lo stato di New York ha legalizzato l’uso di marijuana, nel quartiere Manhattan di New York City, New York, USA, 31 marzo 2021. REUTERS/Carlo Allegri/FILE PHOTO

“Come ho detto prima, nessuno dovrebbe essere in prigione solo per aver usato o posseduto marijuana”, ha scritto Biden sul suo account Twitter.

Il presidente degli Stati Uniti ha menzionato le ragioni della sua decisione. In primo luogo, ha detto, i reati federali per possesso di marijuana colpiscono migliaia di persone che sono state condannate e di conseguenza possono vedersi negare lavoro, alloggio o opportunità educative. “Il mio perdono rimuoverà questo peso”, ha detto.

READ  Il Dipartimento di Stato americano ha tenuto il secondo incontro tra il regime di Maduro e l'opposizione venezuelana

In secondo luogo, ha invitato i governatori a perdonare i reati minori di possesso di marijuana da parte dello Stato. Terzo, notalo Etichettare la marijuana allo stesso livello dell’eroina e più pericolosa del fentanil non ha senso.

“Chiedo al segretario alla salute Xavier Becerra e al procuratore generale di avviare il processo di revisione di come la marijuana è classificata secondo la legge federale”, ha scritto Biden sui social media.

D’altra parte, il presidente democratico ha osservato che con il cambiamento delle normative federali e statali, è necessario frenare il contrabbando, la commercializzazione e la vendita di marijuana ai minori.

L’annuncio fa parte di una serie di Azioni esecutive Biden ha annunciato di cercare di adottare misure per depenalizzare la marijuanauna delle sue promesse elettorali che, però, è stata rallentata dalla mancanza di accordi al Congresso.

Quindi Biden ha deciso di accelerare il processo e lanciare una serie di misure per alleviare il peso che le condanne per possesso di marijuana pongono su gran parte della società, in particolare sulla popolazione non bianca della nazione.

(Con informazioni da EFE)

Continuare a leggere: