Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

James Webb ha completato la fase finale della sua pubblicazione | La configurazione finale è stata un compito complesso e difficile, ha riferito la NASA

il Il telescopio spaziale James Webb ha completato con successo la fase finale del suo dispiegamento questo sabato, insieme al suo specchio principale.È già nella sua forma finale per iniziare a esplorare l’universo in poco più di cinque mesi, ha detto la NASA.

“L’ala finale è ora dispiegata”, ha detto la NASA via Twitter, aggiungendo che il team sta ora lavorando “per mettere in sicurezza l’ala in posizione, un processo che richiede diverse ore”.

Lo specchio principale del telescopio ha un diametro di circa 6,5 ​​metri. Poiché James Webb era troppo grande per entrare nell’ogiva del razzo nella configurazione operativa di decollo, È stato spostato con entrambi i lati piegati.

La NASA ha dichiarato che la prima di quelle ali è stata dispiegata venerdì e la seconda è stata aperta questa mattina come previsto, ma ha riconosciuto che il dispiegamento è stato un compito complesso e difficile.

Webb, il più potente telescopio spaziale di sempre e successore di Hubble, è decollato con un razzo Ariane 5 dalla Guyana francese il 25 dicembre e si sta dirigendo verso il suo punto orbitale, a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra.

La sua tecnologia a infrarossi gli consente di vedere le prime stelle e galassie che si sono formate 13,5 miliardi di anni fa, il che cerca di dare agli astronomi una nuova prospettiva sui primi tempi dell’universo, riferisce AFP.

“Prima della celebrazione, abbiamo ancora del lavoro da fare”, ha affermato la NASA nei suoi aggiornamenti live. “Quando l’ultimo fermo è sicuro, Webb si aprirà completamente nello spazio”, ha detto.

All’inizio di questa settimana, il telescopio ha rivelato la sua protezione solare a cinque strati, un dispositivo a forma di cometa di 21 metri che funge da paracadute, il cui compito è garantire che gli strumenti di Webb siano tenuti all’ombra in modo che possano rilevare deboli segnali infrarossi dal lontani confini dell’universo. .

READ  La sonda Curiosity della NASA è stata catturata dallo spazio mentre si arrampicava su formazioni rocciose sulla superficie di Marte