Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Jair Bolsonaro ha dato una parata di carri armati e l’opposizione ha denunciato la “minaccia alla democrazia” | Nel mezzo delle tensioni sul sistema elettorale

di Brasilia

Il grande complotto golpista. Jair Bolsonaro, accompagnato dai vertici delle forze armate, ha partecipato alla parata di veicoli militari nel centro di Brasilia. Dopo mesi passati a guidare caravan di moto, forse ispirati Nella coreografia meccanica di Benito Mussolini Ora il capitano in pensione ha scalato un’altra tacca nella sua carriera destabilizzante. Benedetta sfilata di carri armati e carri armati rombanti davanti al Palazzo Legislativo.

Quello che è stato visto martedì è l’ex presidente “patetico”, ha dichiarato Luis Inacio Lula da Silva, Un candidato alle elezioni del prossimo anno contro Bolsonaro, stanco dell’opinione pubblica ma che appare fortemente sostenuto da generali, ammiragli e dal generale di brigata. I membri della milizia paramilitare lo consideravano un leader, o “leggenda”.

esercitazioni militari

Le unità sono arrivate a Brasilia questo martedì e prenderanno parte alle esercitazioni militari la prossima settimana a Formosa, una città nel vicino stato di Goiás.. Queste manovre vengono eseguite ogni anno dal 1988, ma questa era la prima volta che si faceva un viaggio del genere a Palazzo Planalto solo per consegnare un invito al Governatore. Ovviamente l’invito era un pretesto per esporre per qualche ora l’abito verde petrolio nella capitale della repubblica.

Alle 8,30 un militare in pesante tenuta da combattimento salì il pendio del Planalto squadrato davanti a Bolsonaro.. I passi senz’anima dei soldati, il fumo nero emanato dal blindato a causa dell’evidente cattiva combustione, hanno conferito alla scena un’atmosfera da cartone animato. Questo è stato notato da alcuni media, incluso il gruppo Globo, l’impero che ora lamenta il suo passato paulsoniano. Nei social network, la cortina fumogena ha alimentato il ridicolo e i confronti con il nastro animato Los Autos Locos. I fatti sono stati presto ripresi dalla stampa internazionale. giornale inglese guardiano Titolo “Repubblica delle banane di Bolsonaro”.

READ  "Ottieni una maggioranza di 50 più uno": AMLO riporta i risultati delle elezioni e PREP

Con questo evento Bolsonaro ha cercato di fare pressione sui deputati Ore prima dell’inizio di una sessione sono stato invitato a discutere la riforma del sistema di voto alle urne elettroniche che il governo vuole sostituire con voti stampati, sostenendo che il modello attuale sta cedendo il passo alla falsificazione.

Le battute su un Planalto in carica sono una cosa di tutti i giorni. L’ex leader è patetico quanto o più dell’ex dittatore peruviano Alberto Fujimori o del tiranno filippino Rodrigo Duterte, i tre che sono saliti al potere attraverso le elezioni.. Tuttavia, questi tratti caratteriali del brasiliano sono lontani dal renderlo innocuo. È assurdo sottovalutare la loro efficienza – e ossessione – nell’instillare un regime totalitario, sia esso dittatura o qualcosa del genere. Lungi dalla satira, la situazione politica in questo gigantesco paese è tragica: il suo regime repubblicano è stato eroso a poco a poco con l’assalto quotidiano, e questo martedì è stato uno dei più insidiosi.

Dopo questa manifestazione militare di martedì, c’è meno democrazia rispetto a lunedì. Perché che i legislatori vogliano o meno votare sulla riforma elettorale, terranno conto del parere dei vertici militari e del capitano in pensione a cui rispondono. Un mese fa, i vertici militari e il segretario alla Difesa Walter Souza Braga Neto hanno avvertito il Senato di non tollerare indagini per corruzione nell’esercito, dopo le quali i senatori sembravano domati.

Lola

Né Luiz Inacio Lula da Silva è stato timido nell’usare l’ironia nel suo commento sulla straordinaria carovana che ha guidato verso la casa del governo. Era conosciuto come la “scena patetica” in cui Bolsonaro “ricevette un invito” a partecipare alle simulazioni di combattimento che si sarebbero svolte a Goiás. Ha ricordato che gli ex presidenti José Sarney, Fernando Henrique Cardoso, Dilma Rousseff e Michel TimNon avevano mai svolto una cerimonia simile per ricevere le truppe prima delle manovre.

READ  Australia e Gran Bretagna si uniscono al boicottaggio diplomatico delle Olimpiadi di Pechino | Gli atleti di quei paesi parteciperanno alle gare, ma i politici non ci andranno.

Il leader laburista ha negato i resoconti della sua intenzione di scrivere una lettera pubblica all’esercito in uno spirito conciliante. “Non c’è alcun messaggio per i militari, se c’è un messaggio sarà per il popolo brasiliano e al suo interno c’è l’esercito”. Ha concluso denunciando il sovraffollamento dei generali nel governo. “Se un militare vuole impegnarsi in una politica che si dimette dalla sua posizione, si toglie l’uniforme e fa campagne, non c’è problema”.

festa militare

La salita di Planalto simboleggia con la sua pendenza piuttosto ripida l’arduo cammino che conduce all’apice del potere repubblicano. Lì si trovavano questo martedì Capi dell’esercito, della marina e dell’aeronautica: il generale Paulo Sergio Oliveira, l’ammiraglio Almir Garnier Santos e il generale di brigata Carlos Almeida Baptista. Al loro fianco c’era il segretario alla Difesa in pensione Walter Souza Braga Neto. I quattro sono i leader di un gruppo che non esiste nel sistema di giustizia elettorale, il partito militare.

Una possibile lettura del tancazo di martedì è che questo partito è visto come il principale supporto per un presidente che non ha nemmeno un’affiliazione di partito dopo che si è separato dal Partito Social Liberale e ha fallito nel suo progetto di creare Alleanza per il Brasile, che non ha raccolto il numero di firme necessario per essere riconosciuto.

Il partito dei generali, degli ammiragli e del generale di brigata si è riunito martedì a Planalto – dove sono occupati i ministeri chiave – per intimidire i parlamentari che si preparavano al dibattito. Riprendiamoci il voto sulla carta, il capriccio di Bolsonaro Non ha molto sostegno al Congresso.

READ  L'Uruguay ha aggiornato i protocolli di test e isolamento per i casi di COVID-19

Un martedì sera o per tutta la settimana, al termine delle votazioni, si saprà se avrà trionfato il disegno di legge ufficiale a favore del vecchio scrutinio o resteranno le urne elettroniche, l’ipotesi più fortunata. Vittoria del momento.

Se il progetto del governo fallisce, lo farà anche lui sconfitta dell’esercito Ma non un colpo d’onore. La sua presenza tende a continuare o a fare pressione sulle elezioni (i militari hanno annunciato di opporsi al ritorno di Lula) o a continuare attacchi come quello di martedì, che sono un po’ Piccoli scioperi mettono fine al sistema politico.