Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Italia Herrera svela l’accordo raggiunto con Pablo Monteiro

Paolo Montero Sembra che ora possa porre fine alla rissa in cui ha recitato pochi giorni fa quando ha finito per ferire la squadra di Italia Herrera.

La stessa giornalista ha condiviso l’accordo raggiunto con la cantante, dopo aver sporto denuncia per aggressione. A quanto pare, lo stesso Pablo Monteiro si è recato presso la procura di Saltillo, accompagnato dal suo avvocato, allo scopo di cercare un accordo risarcitorio.

L’attore ha ricevuto anche pesanti critiche, dopo aver rilasciato un video del suo attacco alla giornalista e al suo fotografo, che stavano solo facendo il loro lavoro.

Il chiamante ha persino chiesto un’ordinanza restrittiva per paura che Pablo Monteiro, avendo appreso della denuncia, commettesse una sorta di ritorsione nei suoi confronti.

Quale accordo hanno raggiunto Pablo Monteiro e il giornalista?

Italia Herrera ha condiviso tutti i dettagli dell’accordo raggiunto con il protagonista della bioserie Vicente Fernández su Ventaneando.

“Era pienamente consapevole di ciò che aveva fatto e ha accettato di riparare tutti i danni, assumendosi la responsabilità di tutto ciò che è accaduto”, ha esordito il giornalista. “Lavoro con il mio cellulare, con il cavo del microfono, il monitor audio e anche la torcia. Semplicemente un telefono puro vale 30.000 pesos”.

Tuttavia, Italia Herrera spera che Pablo Montero possa fare di più per mettere questo incidente nel passato. “Non solo mi sono scusato con me stesso perché ero io quello che è stato aggredito, il mio compagno, chiedendo scusa al bambino, scusandomi con le donne e tutti i miei colleghi presenti, ho chiesto scuse pubbliche”.

Allo stesso modo, spera che l’artista impari davvero questa lezione, perché non sembra giusto che i giornalisti vengano sempre attaccati quando sono a contatto con il pubblico.

READ  Il film super classico sarà trasmesso in TV in 130 paesi: come guardarlo

“Non è giusto che noi giornalisti, che siamo l’anello di congiunzione tra l’artista e le persone, ci facciamo questo genere di cose. Spero che sarà una lezione non solo per me ma per tutti”.