Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Italia, bottone campione – commercio e giustizia

Di José Emilio Ortega e Santiago Esposito

Una crisi di governo è l’ultima cosa che dovrebbe accadere a un paese del G7, nel mezzo della guerra in Ucraina, con un’inflazione impennata, un aumento dei prezzi del carburante, un’imminente carenza di energia e una siccità senza precedenti. Ma l’Italia, abituata al dramma politico, resta fedele alla sua storia.

Mario Draghi è stato nominato Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica nel febbraio 2021 a condizioni del tutto particolari. Fino ad allora, nessun leader avrebbe potuto fare affidamento sulla fiducia cieca di tutti i partiti senza conoscere il suo programma di governo.

Draghi, con il suo profilo tecnico, è salito al potere con il prestigio guadagnato durante gli otto anni alla guida della Banca centrale europea (Bce) e dopo aver salvato l’euro. Ha ottenuto la fiducia del parlamento con una delle maggioranze più numerose dalla seconda guerra mondiale. Ha formato un governo di coalizione con l’eccezione della Fratellanza d’Italia di estrema destra.

I disaccordi degli ultimi mesi hanno portato alle dimissioni di Draghi dopo che il Movimento 5 Stelle (M5E), guidato dall’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, non ha sostenuto un pacchetto anti-inflazione. Per il mio Draghi questa situazione era inaccettabile. Già nel mese di giugno, dopo i disaccordi di coalizione sulle spedizioni di armi in Ucraina, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha annunciato la sua partenza dal governo, creando un nuovo partito.

Il sistema italiano rinnova senatori e rappresentanti ogni cinque anni, ma ci sono senatori a vita, e il presidente, il capo dello stato eletto dal parlamento il cui mandato dura sette anni, può sciogliere la legislatura.

READ  Previsions de infografía de las 16H00 GMT

Di fronte alla nuova crisi italiana, il veterano presidente Sergio Mattarella, di base cristiano-democratica (suo padre e suo fratello erano grandi leader in quello spazio), ha accompagnato i movimenti di centrosinistra dopo la crisi del 1990 ed è stato giudice della Corte Costituzionale dal 2011 al 2011. 2015, quando è stato eletto presidente (2015) .

Mattarella aveva quattro primi ministri dopo Draghi e decise di respingere le dimissioni, convocandolo per tornare in Parlamento e per verificare se esistessero le condizioni per continuare a ricoprire la carica di capo dell’Esecutivo, poiché aveva ancora i voti per continuare nel governo.

Tutto è rimandato a mercoledì prossimo quando, dopo un viaggio in Algeria – l’Italia ha un disperato bisogno del gas algerino per diventare indipendente dagli idrocarburi a Mosca – il presidente del Consiglio è ancora presente all’appuntamento con Mattarella.

Per il presidente è stato un modo per guadagnare tempo, restituendo il pallone alla corte di Draghi; O cercare di ottenere una nuova maggioranza che consenta il completamento delle riforme concordate con Bruxelles di fronte a una nuova crisi economica.

L’altro scenario è anticipare le elezioni a settembre o ottobre, cosa che solo la leader di estrema destra Giorgia Meloni vuole, prevedibilmente e tutt’altro che all’unanimità. Secondo vari sondaggi, Brothers of Italy è al primo posto per intenzioni di voto. Sta crollando l’accordo “sopra le parti” che Draghi ha presentato al governo da destra e da sinistra. I sondaggi di opinione mostrano che l’attuale crisi sta ricevendo uno stimolo primario dall’attrito dei due partiti che hanno segnato il passo politico negli ultimi anni. lega Matteo Salvini L’M5E, daGiuseppe Conte

READ  "Il contratto del gas con l'Algeria è a lungo termine e non c'è dubbio".

Hanno preso poco più del 50% dei voti alle elezioni legislative del 2018 e ora hanno perso quasi la metà dei voti.

La guerra in Ucraina è stata un serio problema per l’Europa. L’economia globale si sta dirigendo verso una recessione che potrebbe sfociare in una recessione. L’inflazione ha raggiunto il 6,8% dopo molti anni di stabilità, la Banca Centrale Europea ha alzato i tassi di interesse, per la prima volta in oltre un decennio, per controllare l’inflazione e le aspettative appaiono basse. crescita per l’area dell’euro.

Come nel resto del mondo, l’aumento dei prezzi dell’energia, in particolare di elettricità, gas e combustibili, ha un impatto significativo sul potere d’acquisto complessivo, che è drammatico nei settori più poveri. Negli ultimi 30 anni, i salari sono cresciuti del 30% in Francia e Germania. In Italia sono scesi del 3%. Molti analisti sottolineano che Draghi ha resistito con successo alla recessione causata dalla pandemia del 2020, ma la guerra in Ucraina ha cambiato lo scenario.La domanda è come affrontare la nuova crisi europea .

L’Italia è un campione dei problemi che stanno emergendo nell’Unione Europea.

La guerra in Ucraina ha ripercussioni non solo in campo militare ma soprattutto per le intersecanti sanzioni economiche. La fragilità dell’economia italiana la fa soffrire in anticipo delle conseguenze di queste sanzioni rispetto ad altri paesi dell’Unione.

Un euro più basso ha dato impulso alle esportazioni e al turismo, ma rende più costoso l’acquisto di energia e materie prime, per lo più in dollari.

Le difficoltà economiche che potrebbero derivare dalla nuova crisi politica italiana non si limitano alla Banca Centrale Europea, ma possono rendere più difficili i tentativi dell’Eurozona di evitare una recessione.

READ  Il contributo dell'economia sociale si evidenzia in Italia - Prensa Latina

L’Italia sta già pagando un tasso di interesse differenziale. Complicato l’arrivo del grande pacchetto di aiuti economici approvato dall’Unione Europea prima della guerra (i media dicono che l’Italia vale circa 200 miliardi di euro), di cui Draghi si è fatto garante del buon uso. L’Italia è la terza economia della regione e l’eventuale caduta del suo governo potrebbe paralizzare un momento particolarmente delicato, con rischi logici di influenzare altri paesi. uomo fuori Istituzione

E un intenditore dei corridoi di Bruxelles potrebbe essere un brutto segno per l’Europa e l’Occidente.


La consanguineità politica italiana porta sempre sorprese.

Insegnanti (UNC)