Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ispera, lo squalo miracoloso nato in una vasca in Sardegna dove c’erano solo femmine

L’acquario in Sardegna, Italia, ha dato la sorpresa. Un piccolo squalo è nato in una vasca in cui c’erano solo femmine. qualcosa di molto insolito ma, come accade in alcune specie, Non è impossibile.

Detto questo, in attesa della conferma definitiva nell’analisi del DNA, potremmo trovarci di fronte al primo caso Riproduzione per partenogenesi Non registrato negli squali. Questo processo chiamato “nascita vergine” comporta un tipo di riproduzione asessuata in cui l’uovo di una femmina può svilupparsi in un embrione senza essere fecondato da uno spermatozoo. Un fatto che è stato registrato in alcuni insetti, rettili, uccelli, pesci e piante.

Il nome del bambino è Espera (che significa “speranza”), come hanno spiegato Dall’acquario Cala Junone, dove era nato. È uno squalo femmina, sua madre vive In una vasca da bagno di grande superficie con un altro esemplare femminile.

Come scrivono da Cala Gonone, è una scoperta scientifica di “Grande interesse‘, perché potrebbe aprire la strada a ricerche volte a verificare se la partenogenesi è un processo che queste specie di squali utilizzano anche in natura.

Di solito appare nelle comunità a bassa densità

Il bacino descrive in cosa consiste la partenogenesi: “È lo sviluppo di un individuo da un uovo non fecondato da un maschio, e quindi il neonato è essenzialmente un ‘clone’ della madre. In questo senso, postula uno dei meccanismi più comuni con cui un uovo viene fecondato da un’altra cellula uovo. Immaturo, che in realtà si comporta Quasi come lo sperma.

READ  Van der Hoen, fuggitivo olandese, sconfigge il Giro Ditalia | Gli sport

La partenogenesi può essere facoltativa nelle specie che normalmente si riproducono sessualmente, come in alcuni rettili, pesci e persino uccelli, e può essere preferita in densità molto basse, dove le femmine sono Poche possibilità di incontrare il loro partner“Aggiungono gli esperti. Adesso Ispera è al sicuro in acquario, mentre la comunità scientifica fa il resto. Intanto in acquario confermano il “miracolo”. Non tutti i giorni uno squalo nasce dal nulla.