Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Invasione dell’Ucraina: la chiusura di McDonald’s ha scatenato il caos in Russia mentre addebitano fortune per l’ultima delle combo vendute

Il commento Tra le 847 attività di McDonald’s in Russia a causa dell’invasione militare di quel paese in Ucraina che ha provocato una frenesia nella terra di Vladimir Putin: Lunghe code si sono formate fuori da diverse filiali Prima di aggiungere la chiusura ora Aste online di prodotti realizzati dalla famosa catena a prezzi incredibili.

In mezzo a una forte pressione internazionale, La società si è unita ad altri giganti come Coca-Cola, Pepsi e Starbucks martedì nel boicottaggio delle azioni del Cremlino. Ha deciso di chiudere i battenti a tempo indeterminato. McDonald’s, che opera in gran parte del mondo con un sistema di franchising, possiede l’84% degli edifici in Russia.

Lunghe code fuori da McDonald’s in RussiaIndietro

In questo contesto, il portale di notizie Nexta ha riferito che si sono formate lunghe file di clienti in vari punti vendita dell’azienda, desiderosi di consumare le proposte del suo menù prima che la sospensione diventi effettiva.

Allo stesso modo, immagini di siti di aste locali in cui gli utenti che Hanno venduto i set per 40.000-50.000 rubli (rispettivamente tra $ 307 e $ 384). Prima della crisi, il prezzo medio di tali kit era di 355 rubli (poco meno di $ 3).

Le ultime collezioni raggiungono valori superiori a $ 300
Le ultime collezioni raggiungono valori superiori a $ 300Indietro

Attraverso una dichiarazione, McDonald’s ha riconosciuto che il crescente isolamento della Russia dalla comunità internazionale aveva sollevato problemi nella sua catena di approvvigionamento e ha affermato che lo avrebbe fatto. È “impossibile prevedere” quando riaprirà le sue porte là.

“Il conflitto in Ucraina e la crisi umanitaria in Europa hanno causato sofferenze indicibili a persone innocenti”, ha affermato Chris Kempinski, Presidente e CEO di McDonald’s Corporation. “Come parte di un sistema, ci uniamo al mondo nel condannare l’aggressione e la violenza e nel chiedere la pace”, ha aggiunto.

McDonald’s, fondato nel 1955, sbarcò presto a Mosca nel 1990 Dopo la caduta dell’Unione Sovietica. A livello nazionale, impiega circa 62.000 persone che continueranno a percepire lo stipendio per tutta la durata della sospensione. Circa 850 negozi, sommati ai 108 negozi in cui opera in Ucraina, rappresentavano il 9% delle sue entrate alla fine del 2021.

READ  L'Unione Europea ha avvertito che sosterrà fermamente l'Ucraina di fronte a un possibile attacco militare da parte della Russia