Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Intersezioni tra salute e medici secondo il diritto delle professioni sanitarie

nell’ambito di fermati per 24 ore Per difendere la cura Legge percorso di carriera percorso di carriera sanoI medici si sono riuniti in Presumo è uscito per ripetere le dichiarazioni Vice ministro la salute, Alejandro Ramila, il quale ha indicato che l’approvazione di tale regolamento non è di competenza del portafoglio delle strutture sanitarie.

Cesare semantico Riferendosi al sindacato che riunisce gli operatori sanitari, ha spiegato che è vero che il ministero della Salute non ha l’autorità per approvare o disapprovare una legge, ma ha aggiunto che ha avuto una grande partecipazione nella preparazione del progetto raggiunto. Comitati nella legislatura di Neuquen.

“E’ loro responsabilità perché negli ultimi quattro mesi hanno lavorato con il ministero della Salute, con la partecipazione di Andrea Eschory, che è stato incaricato dal ministro di lavorare e concludere accordi di diritto professionale”, ha detto il medico. “È loro responsabilità perché ha ripercussioni dirette sul funzionamento del sistema sanitario in deterioramento”, ha aggiunto.

Il leader sindacale ha spiegato che l’epidemia non ha fatto altro che “presentare” un grave deterioramento che era già avvertibile nel sistema sanitario pubblico, e si è tradotto in una carenza di personale qualificato per fornire servizi di assistenza medica alla popolazione. In tal senso, propongono che questa legge sulle professioni riconosca gli operatori sanitari con titolo universitario che hanno ricevuto una formazione, attuando concorsi più trasparenti per l’accesso ai posti e l’avanzamento di carriera ogni quattro anni.

Cesar Dell’Ali, titolare di Siprosapune.

Cesar Dell’Ali, titolare di Siprosapune.

Agostino Martinez

“Questo non è più un progetto Siprosapune ma un progetto che è stato concordato con il Ministero della Salute”, ha detto Delali del disegno di legge, Caricato da parlamentari Sulla base delle rivendicazioni del sindacato statale ATE, che ha chiesto una mobilitazione di massa per chiedere che i professionisti della salute non lascino il contratto collettivo applicabile che è stato incorporato a seguito della lotta sindacale.

READ  I giovani praticano la medicina sociale in luoghi e città con l'eredità del Dr. Favaloro - Diario El Ciudadano y la Región

Il presidente di ATE, Carlos Quintreque, ha indicato che non si oppongono a una carriera professionale, ma piuttosto passano attraverso una legge, quando i rapporti di lavoro di salute pubblica tra un datore di lavoro e lavoratori sono concordati a un tavolo comune. Ha sottolineato che la proposta “contraddice la legge del 1974 e tutti i contratti collettivi”.

Dalili, dal canto suo, ha affermato che i medici “non rinunceranno” a questo progetto e ha spiegato che lo stesso governo lo considera un valido strumento per far fronte al deterioramento del sistema sanitario pubblico.