Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Integrazione con il Brasile, cinque stabilimenti e un investimento di 1.000 milioni di dollari

Integrazione con il Brasile

In una nota pubblicata da Alberto Fernandez e Lula da Silva su Perfil, hanno riportato come sarebbe questa alleanza in materia nucleare: Rafforzeremo la nostra posizione di fornitori di tecnologia nucleare per scopi pacificirafforzando l’Agenzia brasiliana-argentina per la contabilità e il controllo dei materiali nucleari e dando continuità a progetti ambiziosi, come il reattore polivalente». “cooperazione nucleare”In materia di trasparenza e sicurezza, garantendo che non ci siano deviazioni dai programmi nucleari, ma anche, ci sarà un’alleanza nei progetti tecnologici, poiché entrambi i paesi sono produttori di reattori nucleari.

Doctor-Adriana-Cerquez -02.jpg

In un’intervista con Umpito, Cerques, dottore in fisica e investigatore principale presso Conicet, ha osservato che l’impegno tra Argentina e Brasile sulle questioni nucleari cerca di promuovere accordi per usi pacifici attraverso la diplomazia nucleare. “Tra il 2022 e il 2023 l’Argentina è stata scelta per guidare il Gruppo dei Fornitori Nucleari e il periodo successivo è stato assegnato al Brasile. È molto importante guidare questi gruppi economici, perché sono forum in cui le principali questioni relative alla non proliferazione del nucleare si discute di armi, attraverso severi controlli sui materiali commerciabili a livello internazionale utilizzati nello sviluppo della tecnologia nucleare.

esportare i reattori

D’altra parte, l’Argentina ha un programma nucleare ambizioso. Entro il prossimo anno, i componenti vengono installati Reattore nucleare di Keremun “minicentrale nucleare” Solo pochi paesi lo fanno. Opere civili realizzate a Lima, provincia di Buenos Aires, ha un acconto del 75%.Mentre la percentuale del progetto nel suo complesso è del 63%, e può essere lanciato nel 2027, anche se la data originale è il 2024.

“Quest’anno dobbiamo avviare 120 contratti con 120 nuove società di componenti, e il Ministero dell’Energia ci ha permesso di integrare nel progetto 200 persone, per ingegneria, logistica e termoidraulica”, ha previsto Cerkis.

Attualmente, Lo stato ha investito circa 600 milioni di dollari USA nella regione di Kerem e l’investimento totale al completamento sarà vicino a 1000 milioni di dollari USA. “Il progetto NuScale negli Stati Uniti avrà un investimento di 1,4 miliardi di dollari USA, sebbene il nostro progetto sia un prototipo più piccolo, ma non stiamo andando male in termini di efficienza”, ha affermato il presidente del CNEA.

La domanda che tutti gli stanno ponendo, e alla quale non c’è ancora risposta, è perché Quanti milioni può essere esportato questo sviluppo tecnologico, in un paese che festeggia quando una tonnellata di semi di soia raggiunge i 600 dollari. “I dati grezzi sono ancora molto preliminari perché dipendono da così tante variabili. Per venderlo sarebbe interessante anche una partnership con il Brasile”.ha detto il circo. Nei suoi viaggi attraverso vari forum internazionali, ha ricevuto richieste da paesi come la Bolivia, gli Emirati Arabi Uniti, l’Ecuador e persino il Marocco. dovrebbe essere Mercato globale solo per 300 reattori SMR (Queste sono le iniziali inglesi per piccoli reattori modulari). Possono generare elettricità in città isolate o utilizzarla per progetti di desalinizzazione.

Centrali nucleari

Attualmente, nella matrice energetica argentina, Il nucleare detiene il 7%. “Cercheremo di raggiungere il 2040-2050 raddoppiando la capacità di circa il 15%”.ha detto il circo. “Per questo motivo, non sarà sufficiente aggiungere semplicemente un impianto ai tre esistenti, ma potrebbero essere necessari due”, ha aggiunto. Il ricercatore ha anche sottolineato che l’energia nucleare è stata uno dei “beneficiari” delle ripercussioni della crisi energetica conseguente alla guerra, e anche l’energia pulita è stata annunciata al recente vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. “Se vogliamo la crescita industriale e tecnologica, non possiamo farne a meno”. ha aperto.

In questo senso, Umbito ha consultato Qual era la costruzione della quarta centrale nucleare che la Cina avrebbe finanziato?Considerando che il contratto commerciale è stato firmato esattamente anno Con il paese Nucleoeléctrica Argentina. “Sta aspettando che vengano definite diverse vertebre”, ha riferito Sarkis. Tra i punti salienti della trattativa c’è dunque il finanziamento La Cina sta finanziando il 100%, non l’85%.in quello che potrebbe essere la spesa per più di 8 miliardi di dollari USA. Inoltre, è in discussione un contratto di trasferimento di tecnologia e proprietà intellettuale. “Stiamo lavorando sodo”. Le scadenze devono scadere ottobre 2023.