Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

In un altro giorno nero per i mercati, le obbligazioni argentine scendono di oltre il 4%

Il rischio del Paese sale a 2702 punti base. In calo anche le azioni argentine.

Un altro giorno ha assistito alla caduta dei mercati mondiali, Le obbligazioni argentine scendono di oltre il 4% E mantenere il trend negativo degli ultimi round.

Global 45 ha perso il 4,7%, AL 29 ha perso il 2,23% e AR46 è sceso del 3,11%. Con questo, il rischio paese torna a salire, salendo dell’1,4%. 2702 punti base.

Finora a settembre l’indice JP Morgan che misura l’eccesso di costo del debito argentino Sale del 13,1%.

obbligazioni argentineAccumulano perdite fino al 16% al mese e al 40% all’anno.

La Borsa di Buenos Aires ha aperto con una diminuzione dell’1,87% Nel suo indice di punta, l’S&P Merval. Il volume degli scambi in azioni dopo l’apertura delle operazioni ha superato i 101,3 milioni di dollari.

A Wall Street, quasi tutti i titoli argentini sono crollati. La perdita più grande sta decollando con 6.4%, seguito da Globant con il 4,4% e poi da Corporación América con il 3,9%.

Tra le poche carte che vengono sollevate ci sono Transportadora Gas del Sur 2,9%, Central Puerto 2,6%, Loma Negra 1,3%.

I mercati internazionali hanno registrato un trend negativo questo giovedì nella maggior parte dei principali asset.

Secondo Bloomberg News, i principali mercati azionari della regione Asia-Pacifico hanno avuto risultati contrastanti. Il Nikkei giapponese è aumentato dello 0,95%, la Corea del Sud dello 0,08% e Taiwan dello 0,51%.

per questa parte, Hong Kong è scesa dello 0,49% e la Cina dello 0,13%. nel suo indice a Shanghai ma è cresciuto dello 0,18% a Shenzhen.

In Europa, i principali mercati azionari hanno subito perdite: Londra è scesa dell’1,77%; Parigi 1,53%, Francoforte 1,71%; Madrid 1,91% e Italia 2,40%.

READ  Il Regno Unito dà "approvazione" a Cellnex per l'acquisto di Hutchison ma deve rinunciare a 1.000 torri

Nei mercati di New York, il suo indice principale, il Dow Jones Industrials, perso l’1,19%; Mentre l’S&P 500 selettivo è sceso dell’1,85% e il Nasdaq Technology Index è sceso del 2,51%.

Il mercato statunitense si è svegliato al ribasso, lasciando parte dei guadagni realizzati il ​​giorno precedente, in coincidenza con l’affermazione del governo secondo cui L’economia del paese è scesa dello 0,1% nel secondo trimestre dell’anno È diminuito a un tasso annuo dello 0,6%.

“Sospettiamo che l’atmosfera più calma nei mercati mercoledì segni la fine di un recente periodo di estrema volatilità o sentimento avverso al rischio”, ha affermato l’esperto della CNBC Mark Heffel.

La Borsa di San Paolo, nel suo indice principale, Bovespa, è scesa dello 0,94%.

merci miste

Di particolare interesse per l’Argentina, i futures sul grano di Chicago sono stati scambiati con un andamento contrastante: i semi di soia sono aumentati dello 0,37% per attestarsi a 519,56 dollari la tonnellata nei futures di novembre.

Nel frattempo, i prezzi del mais sono scesi dello 0,11% e scambiati a $ 263,67, e il grano ha perso lo 0,11% e scambiato a $ 331,52 nei contratti di dicembre.

Per quanto riguarda il prezzo del petrolio, il greggio West Texas Intermediate (WTI), quotato sul mercato dei futures di New York (Nymex), è salito dello 0,57% e scambiato a 82,62 dollari al barile Nei contratti con consegna a novembre, il Brent, che opera sul London Electronic Market (ICE), è salito dello 0,32% e ha scambiato a 89,61 USD Anche per la consegna a novembre.

Infine, l’obbligazione americana a 30 anni ha mostrato un rendimento del 3,69%, mentre l’obbligazione a 10 anni ha reso un rendimento del 3,74% annuo e lo stesso biennale ha registrato un rendimento del 4,19%.

READ  Koxka vende antichi beni e prodotti Kobol, situati nella città di Navarra a Peralta

Abdul Qadeer

Guarda anche