Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

In foto: le ultime foto della luna scattate dalla NASA

Immagine ripresa dalla sonda Orion. (Immagine: NASA)

Circa 390.000 km dalla Terra, e navicella Orione affiliato Contenitore Stava fluttuando nel vuoto dello spazio e aveva già iniziato il suo viaggio verso il suo pianeta natale. Durante questa procedura, cogli l’occasione per catturarne uno Immagini La cosa più affascinante della sua breve carriera: mostra agli appassionati di astronomia la lunaIl Terra E lo scafo stesso.

Come uscito da un film di fantascienza, lo scafo della nave Orion appare molto piccolo rispetto all’intera superficie della luna. La Terra invece sembra un pianeta che emerge dal fondo dell’immagine con un delicato bordo bianco che ne incorona la superficie. E sì, quello che si vede è un piccolo pianeta rosso. Ma no, non si tratta di questo Marte. È semplicemente un effetto causato dall’obiettivo.

Per questa immagine, c’erano solo 129 km tra Orione e la Luna

L’immagine che si può vedere sotto queste linee è stata scattata dalla NASA durante uno di quei momenti in cui la navicella Orion stava volando direttamente dietro la Luna. Come accennato in precedenza, ciò che si vede sullo sfondo come un punto arancione è la Terra.

lunedì 5 dicembre Orione Si è avvicinato alla luna durante la sua seconda e ultima missione alle 11:43 (PET), a 129 chilometri dalla sua superficie poco prima del rientro.

Immagine ripresa dalla sonda Orion.  (Immagine: NASA)
Immagine ripresa dalla sonda Orion. (Immagine: NASA)

La missione è un successo e la NASA dice, letteralmente, che queste immagini lo sono “risultato importante” a Missione Artemide I. Orion entrerà nell’atmosfera terrestre tra pochi giorni. Se tutto va secondo i piani, la capsula verrà recuperata l’11 dicembre. La nave è decollata il 16 novembre, dopo diversi tentativi e alcuni ritardi.

READ  Cyberpunk 2077 continua di successo in successo e rompe una nuova barriera di vendite milionari

Potresti essere interessato:

Questo è l’inizio dei futuri voli sulla luna

Il programma Artemis è attualmente il più grande progetto spaziale in corso. Il loro obiettivo è rientrare nella luna e creare un “esistenza sostenibile” sulla sua superficie. Ciò include un imponente progetto per mettere in orbita vari satelliti, rover, moduli di apprendimento robotico e infrastrutture della base lunare.

La NASA prevede di inviare persone sulla luna entro il 2030, utilizzando la navicella spaziale Orion come vettore, e sta già pianificando di sviluppare insediamenti stampati in 3D. Dopodiché, la luna sarà un “trampolino di lancio” che porterà l’umanità verso altre destinazioni, come quella tanto attesa Martevicino rosso.

Il progetto è attualmente in ambito la prima missione di Artemide I, Completato il primo lancio di Orion nell’orbita lunare. Ci sono cinque missioni in totale e l’obiettivo della terza missione è specificamente quello di mettere piede sulla superficie della Luna durante un volo con equipaggio.

Una telecamera sull'ala dell'array solare di Orion cattura una vista del veicolo spaziale, della Terra e della luna durante un sorvolo della luna.  (Immagine: NASA)
Una telecamera sull’ala dell’array solare di Orion cattura una vista del veicolo spaziale, della Terra e della luna durante un sorvolo della luna. (Immagine: NASA)

Potresti essere interessato:

Curiosità di

L’immagine, scattata dalla sonda Orion, è una splendida cartolina dal satellite terrestre. Certo, la sua sorprendente somiglianza con Manifesto dell’Apollo 13un film interpretato da Tom Hanks e diretto da Ron Howard, ha attirato l’attenzione dei fan della fantascienza.

E giustamente, perché potrebbe essere un riferimento alle missioni lunari Apollo degli anni ’60, che miravano anche a raggiungere un satellite naturale.

Locandina del film Apollo 13 (Foto: Film Affinity)
Locandina del film Apollo 13 (Foto: Film Affinity)

Continuare a leggere: