Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Voyager 1 della NASA invia strani segnali dall’esterno del nostro sistema solare – insegnami la scienza

La navicella spaziale Voyager 1 della NASA, mostrata in questa illustrazione, esplora il nostro sistema solare dal 1977, insieme al suo gemello Voyager 2. Credit: NASA/JPL-Caltech.

Più di 45 anni dopo il suo lancio, la navicella spaziale gemella Viaggiatore 1 e 2 Continuano il loro viaggio lontano dal nostro sistema solare. Lo ha annunciato la NASA Di recente, mentre gli scienziati che lavorano con Voyager 1 cercano di risolvere un mistero, il veicolo spaziale sta inviando strani dati che sconcertano il team.

La navicella interstellare funziona normalmente, ricevendo ed eseguendo comandi dalla Terra, oltre a raccogliere e restituire dati scientifici. Funzionari della NASA spiegano che le letture del sistema di controllo dell’atteggiamento e dell’espressione (AACS) della sonda non riflettono ciò che sta effettivamente accadendo a bordo.

Ciò significa che potrebbe esserci qualcosa che non va nell’Expression and Attitude Control System, o AACS, che è necessario per trasmettere dati sul suo ambiente interstellare, poiché mantiene l’antenna del veicolo spaziale puntata direttamente sulla Terra. Tuttavia, i dati inviati dall’AACS non sembrano corrispondere ai movimenti e alla direzione del veicolo spaziale.

“Tutto indica che AACS funziona ancora, ma i dati di telemetria che mostra non sono validi. Ad esempio, i dati potrebbero sembrare generati casualmente o non riflettere alcun possibile stato in cui potrebbe trovarsi AACS”. Leggi la dichiarazione.

Stranamente, il problema non ha sollevato alcun sistema di sicurezza di bordo, progettato per mettere la nave in “modalità sicura”. Voyager 1 sembra essere confuso sulla sua posizione nello spazio senza entrare in modalità provvisoria. Secondo la NASA, anche il segnale della loro navicella spaziale non si è indebolito, indicando che l’antenna ad alto guadagno rimane nell’orientamento specificato rispetto alla Terra.

“Un enigma come questo è comune a questo punto della missione Voyager”, Ha detto in una dichiarazione Susan Dodd, project manager di Voyager 1 e 2 presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA nel sud della California. Il veicolo spaziale ha circa 45 anni, superando di gran lunga le aspettative dei pianificatori di missioni. Inoltre, siamo nello spazio interstellare, un ambiente altamente radioattivo in cui nessun veicolo spaziale ha mai volato prima. Quindi il team di ingegneri deve affrontare enormi sfide. Ma penso che se c’è un modo per risolvere questo problema con l’AACS, il nostro team lo troverà”.

READ  Juno Flybe rivela nuove straordinarie immagini di Giove

La Voyager 1 si trova attualmente a 23,3 miliardi di chilometri dal nostro pianeta e ci vogliono 20 ore e 33 minuti di luce per percorrere quell’enorme distanza. Quindi per capire cosa sta succedendo ci vorranno alcuni giorni, perché solo per inviare un messaggio e ottenere una risposta sono necessari circa due giorni.

Al momento, non è ancora noto se ciò influenzerà il futuro della missione o se il veicolo spaziale sarà in grado di continuare a trasmettere dati scientifici. Il team continuerà a monitorare da vicino il segnale continuando a determinare se i dati non validi provengono direttamente dall’AACS o da un altro sistema coinvolto nella produzione e trasmissione dei dati di telemetria. Il gemello Voyager 2, che ha la stessa età, continua invece normalmente la sua traiettoria.

Condividi la conoscenza, condividi la conoscenza.