Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il vescovo del Nicaragua sotto la dittatura di Daniel Ortega ha chiesto ai fedeli di pregare per la sua liberazione

Il vescovo nicaraguense Rolando Alvarez, trattenuto per 11 giorni dalle forze di sicurezza del regime, ha chiesto ai fedeli di pregare per la sua liberazione (AFP)

Vescovo del Nicaragua Rolando AlvarezÈ un critico del dittatore Daniele Ortegache questa domenica ha trascorso 11 giorni in un palazzo episcopale dalla polizia nazionale, ha chiesto ai fedeli cattolici di pregare per il suo rilascio.

“Ho convocato sia la Diocesi di Esteli che la Diocesi di Matagalpa, i fedeli, a una crociata di preghiera e di culto (…) Vi chiedo di unire le vostre intenzioni per trovare una soluzione a questa situazione, di cui abbiamo già 11 giorni riuniti e convocati nella Curia Episcopale di Matagalpa”ha detto Alvarez, durante un sermone trasmesso su Facebook Live.

Il vescovo, cinque sacerdoti, tre seminaristi e due laici sono detenuti nella Curia episcopale Matagalpa dal 4 agosto, accusati dalla Polizia sandinista di cercare di organizzare “gruppi violenti”.

Il gruppo è isolato, hanno iniziato a razionare vino e ostie durante le messe a distanza e non hanno menzionato quanti giorni stanno mangiando.

La permanenza del Vescovo della Diocesi di Matagalpa e dell’Amministratore Apostolico della Diocesi di Esteli, entrambi nel nord del Nicaragua, è l’ultimo capitolo di 43 anni di storia dell’attrito tra la Chiesa cattolica e Ortega.

Gli agenti in rivolta in Nicaragua hanno impedito al vescovo Rolando Alvarez di lasciare l'episcopato
Gli agenti in rivolta in Nicaragua hanno impedito al vescovo Rolando Alvarez di lasciare l’episcopato

Il vicario pastorale della diocesi di Matagalpa, Edgar Sacasa, ha dedicato la messa alla liberazione di Alvarez e del gruppo che lo accompagnava.

“Il nostro Vescovo ci ferisce, ci ferisce, abbiamo bisogno di lui, lo amiamo, lo vogliamo e siamo uniti a lui digitalmente, spiritualmente ed esistenzialmente. I nostri cuori, monsignor Rolando, sono con voi giorno e notte, al tramonto”ha detto Sacasa.

READ  Domenica di Resurrezione: queste sono le frasi, le immagini e il significato di questo giorno di Pasqua | Resurrezione | Buona Pasqua | le risposte

Il pastore ha detto che tutti i sacerdoti della diocesi di Matagalpa avrebbero dovuto arrivare alla Messa presieduta da Sacasa per partecipare al ricevimento di una replica della Vergine di Fatima, ma alcuni non hanno partecipato.

il padre Fernando Calerodella Diocesi di Nuestra Señora de Fatima, Comune di Rancho Grande, ha denunciato che mentre si stava dirigendo verso Matajalpa, la polizia gli ha impedito di muoversi.

“Sono stato arrestato dalle autorità di polizia (…) ci hanno controllato (…) come se fossimo dei criminali (…) ci hanno detto che qualsiasi atto religioso sarebbe stato fatto, sarebbe stato meglio se tornato”Lo ha detto Calero in un messaggio sui social.

La dittatura di Daniel Ortega impedisce anche al reverendo Anibal Manzanares di lasciare la sua parrocchia (diocesi di Matagalpa)
La dittatura di Daniel Ortega impedisce anche al reverendo Anibal Manzanares di lasciare la sua parrocchia (diocesi di Matagalpa)

per questa parte, Il regime tiene in carcere un altro sacerdoteche ha ulteriormente approfondito la persecuzione contro la Chiesa cattolica in Nicaragua. Annibale Manzanares Ha denunciato il divieto impostogli dalla Polizia Nazionale di lasciare la sua parrocchia nel comune di Terrapona: “Penso che mi stiano guardando.”

Nel 2022, il regime di Ortega ha imprigionato due sacerdoti, chiuso otto stazioni radio cattoliche, rimosso tre canali cattolici dai programmi televisivi via cavo, fatto irruzione in una diocesi ed espulso da Calcutta i missionari dell’ordine di Madre Teresa.

In un Paese in cui il 58,5% dei suoi 6,5 milioni di persone si considera cattolico, Il dittatore sandinista ha definito “terroristi” i vescovi nicaraguensi che hanno agito come mediatori in un dialogo nazionale che cercava una soluzione pacifica alla crisi che il Nicaragua sta vivendo dall’aprile 2018.

READ  Russia-Ucraina: Stati Uniti e potenze occidentali in allerta per i progressi di Vladimir Putin

La situazione sociale e politica in Nicaragua è peggiorata dopo le controverse elezioni dello scorso novembre in cui Ortega è stato rieletto per il quinto e quarto mandato consecutivo e per un secondo con la moglie, Rosario Murillo, vicepresidente, con i suoi principali rivali in carcere.

Con informazioni da EFE

Continuare a leggere: