Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il settore del vino contribuisce con 1 miliardo di dollari al PIL di Castiglia e Leon e impiega 15.000 viticoltori

Il settore vitivinicolo contribuisce annualmente con mille milioni di euro al PIL di Castiglia e Leon, 200 che vengono fatturati, oltre ad occupare 15.000 professionisti e 650 cantineLa maggior parte dei prodotti sono di alta qualità. Inoltre, dei circa 80.000 ettari, il 90 per cento è compreso in uno dei 16 dati sulla qualità, come riportato da Ical.

Lo ha confermato il Vice Ministro dello Sviluppo Rurale e Direttore Generale dell’Istituto Tecnologico Agrario (ITACIL), Jorge Llorente, presentando la mostra Agrovid, alla sua seconda edizione (la prima è stata l’ultima manifestazione prima del primo stato di allarme), e l’Esposizione delle attrezzature per cantine iberiche (SIEB), specializzata in questo settore e promossa a livello iberico, tenutasi presso la fiera di Valladolid nel periodo Dal 22 al 24 marzo. Ad entrambi parteciperanno più di 160 aziende provenienti da Spagna, Portogallo, Belgio, Germania, Italia e Francia.

Llorente era accompagnato dal Presidente della Camera di Commercio, Victor Caramanzana, dal Direttore Generale della Fiera, Alberto Alonso, e dal Segretario Tecnico del Collegio degli Agronomi di Castilla y Leon e Cantabria (Quaclac), José Ignacio Velasco, l’istituzione che sarà responsabile dell’organizzazione Conferenze tecniche che circondano i due eventi.

Llorente ha sottolineato che “la Federazione di Competitività e qualità Questo si manifesta in un prodotto come il vino, che ha definito “pionieristico”, un settore che affronta “sfide significative alla competitività e alla sostenibilità che vengono affrontate con strumenti, come la modernizzazione”. A questo proposito, ha sottolineato che questa mostra mostrerà gli elementi di innovazione che pongono Castilla y León ai vertici del settore, dato che “un vino su quattro consumato in Spagna è della società”. Ha sottolineato che “la modernizzazione riuscirà a superare queste sfide”.

READ  Gli investitori "puntano gli occhi" sul Messico, afferma Tatiana Clotheer - El Financiero

Ha anche ritenuto che il vino sia un “ambasciatore della qualità oltre i confini e per questo apre la strada a molti prodotti prestigio e perché è sinonimo di sviluppo rurale”. Inoltre, si vantava di “attirare” due grandi gruppi, come i giovani e le donne, che dominano “alte proporzioni nelle attività di trasferimento tecnologico, ricerca e innovazione”.

In particolare, il contesto del trasferimento tecnologico attribuisce un ruolo “essenziale” all’Istituto Tecnologico Agrario, che attualmente sta lavorando a dodici meritevoli progetti di ricerca 1,5 milioni di euroNel campo della viticoltura, dell’enologia, della bioeconomia e dei nuovi prodotti. Pertanto, durante le sessioni tecniche di entrambe le mostre, i ricercatori del Comune parleranno dell’applicazione delle immagini ai vigneti, delle malattie dell’uva, dell’irrigazione, della selezione della prole, della salute, delle varietà che conferiscono nuovi geni e carattere al vino, della potatura, ecc.

carattere iberico

Da parte sua, Alberto Alonso ha evidenziato la natura “iberica” ​​dei due eventi, poiché Spagna e Portogallo hanno 1,15 milioni di ettari di vigneto e Agrovid e SIEB “vogliono essere una piattaforma di business per espositori e visitatori”. Edizione 2020 registrata 5800 visitatori Ad oggi, la fondazione ha confermato quasi 2.000 professionisti per la prossima settimana.

Allo stesso modo, ha evidenziato la “presentabilità” della mostra e lo “spirito di fratello” con il paese portoghese. Sulla stessa linea, Victor Caramanzana, fiducioso che l’intero settore “troverà opportunità di business in queste fiere”, con oltre 560 espositori nazionali e internazionali in 11.000 mq. “Vogliamo aiutare a rafforzare il settore in Castilla y León per essere molto migliore. Questi sono i passi che stiamo facendo alla Fiera di Valladolid, con eventi strategici”, ha affermato.

READ  La Spagna ha il tasso di inflazione più alto e il potere d'acquisto più basso dell'euro

Infine, il segretario tecnico di Coiaclc José Ignacio Velasco ha confermato che la conferenza Tecnologie Risponderanno a questioni “core” del settore, come la sostenibilità ambientale ed economica delle aziende agricole. Si tratterà anche della strategia “dal campo alla tavola”, da un punto di vista tecnico e professionale; sfide e tendenze; cooperare; punti di forza e di debolezza del settore, dal punto di vista delle organizzazioni agricole; e l’Agenda Strategica per l’Innovazione del Vino 2021-2024.

cosa vedi?

Su AgrovideI visitatori troveranno di tutto, dagli aratri ai sistemi di irrigazione, ai vivai, alla protezione delle colture, alle attrezzature per la potatura, ai fertilizzanti, alle soluzioni tecnologiche per il controllo e il monitoraggio, ecc. Comprende anche un’area specifica di aziende innovative, ovvero la tecnologia agricola, dove, tra le altre soluzioni, vengono offerti sistemi di misurazione meteorologica, previsione del rischio di malattie del cromo, monitoraggio delle colture, droni, ecc.

sezione asili nido Ha una presenza di spicco con aziende di Barcellona, ​​​​Valencia, La Rioja e Navarra. Insieme a loro ci sono due società portoghesi che vendono impianti e materiali per la raccolta e società con sede in 22 province e in Francia.

La Spagna guida il mondo nel campo dei vigneti, con 961.000 ettari e il 13% del totale, con il Portogallo al nono posto. In termini di produzione di vino si stima nel 2021 in 250,3 milioni di ettolitri, una cifra leggermente inferiore rispetto all’anno precedente, principalmente a causa delle avverse condizioni meteorologiche registrate nell’Unione Europea, dove Italia, Spagna e Francia rappresentano il 45% della produzione mondiale .

Attrezzatura della cantina

In concomitanza con Agrovid si è tenuta la prima edizione del Salone delle attrezzature iberiche per le cantine (SIEB), una mostra i cui contenuti iniziano con la ricezione dell’uva e copre tutti i processi di vinificazione, dalla pigiatura all’etichettatura e allo stoccaggio. Lei ha un posto 82 aziende provenienti da Spagna, Belgio, Germania, Portogallo e Franciaoltre alle società rappresentate da distributori regionali originari di Canada, Stati Uniti, Italia, Danimarca, Svizzera e Giappone.

READ  Chiellini giocherà a Los Angeles, Darwin Nunez firma per il Liverpool e Marcelo dice addio al Madrid

È per tutti diapositive professionali L’elenco e i servizi di vinificazione e attrezzature offerti in fiera includono strumenti di misurazione e analisi per lieviti, botti, serbatoi, serbatoi, automazione dei processi, consulenza e gestione, tappi, etichette, depurazione, tubi flessibili, pompe, sistemi di raffreddamento e filtraggio, strutture, imballaggi, eccetera. Per quanto riguarda la provenienza geografica delle società partecipanti alla SIEB, spiccano Barcellona, ​​Valladolid e Portogallo. Altre 14 contee hanno completato la mappa nazionale.

L’iscrizione a entrambe le competizioni è Libero Per i professionisti, preaccredito online sui rispettivi siti web.