Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Il riciclaggio di denaro può trasformare il Paese in uno stato della droga” |  Critiche dell’American Association of Jurists al progetto ufficiale

“Il riciclaggio di denaro può trasformare il Paese in uno stato della droga” | Critiche dell’American Association of Jurists al progetto ufficiale

I potenziali rischi di riciclaggio di denaro e di finanziamento del terrorismo derivanti dalla regolamentazione patrimoniale o dalle normative sul “riciclaggio di denaro” variano in modo significativo a seconda della loro concezione. La proposta di statuto del governo Miley è stata fortemente contestata dall’American Association of Jurists (AAJ), che all’inizio del mese ha presentato un documento al Financial Action Task Force (FATF), che l’ha invitata a presentare commenti in merito. Gli stessi passi continueranno per organizzazioni come il Fondo monetario internazionale, l’Organizzazione mondiale del commercio e la Banca mondiale. In conversazione con Pagina 12Claudia Roca, presidente dell’AAJ Argentina, ha analizzato i punti più importanti del documento e altre critiche alla politica statale.

“Il riciclaggio di denaro, così come presentato, contraddice tutte le raccomandazioni del GAFI riguardanti i programmi di adempimento fiscale volontario”, afferma il presidente della sezione argentina dell’AAJ. L’associazione ha presentato all’organizzazione internazionale incaricata di monitorare i crimini finanziari legati al terrorismo un documento in cui spiega le successive violazioni delle “migliori pratiche” proposte dalla Financial Action Task Force in materia di “amnistia fiscale”.

“L’imbiancatura del partito al governo potrebbe incoraggiare le trasformazioni nel Paese Finiscono per trasformarlo in uno stato di droga. Lo sappiamo molto bene Esperienze in Colombia e Messico“Poiché i governi illiberali hanno recentemente vinto le elezioni, i gruppi criminali potrebbero scegliere come destinazione l’Argentina, un paese con condizioni più permissive”, avverte Roca.

Il documento presentato al GAFI arriva in un momento in cui l’Argentina attende l’esito della valutazione condotta dall’organizzazione l’anno scorso. «Il processo di revisione è terminato, ma il rapporto non è ancora uscito», spiega Rocca, quindi potrà contenere nuove valutazioni critiche nei confronti del governo. Da un lato, se il GAFI valutasse le carenze strategiche del paese in materia di AML/CFT, potrebbe precipitare nel caos. Lista nera Vieterebbe la loro partecipazione al commercio internazionale e l’ottenimento di prestiti da parte delle organizzazioni, tra le altre conseguenze. Attualmente, questo elenco comprende 21 paesi: diversi paesi africani, Haiti, Giamaica, Siria, Turchia e altri. Nel caso del riciclaggio di denaro proposto da Miley, ad esempio, i cittadini residenti in quei Paesi non possono partecipare.

READ  L'Ucraina ha annunciato il ripristino di 8 città occupate dalla Russia nel sud della regione

Il sistema di regolamentazione patrimoniale incluso nella legge fondamentale esenta dalle tasse e impone sanzioni su tutti i beni inferiori a 100.000 dollari e su quelli che superano questa cifra ma che sono investiti nel paese almeno fino al dicembre 2025. Se i fondi non vengono reinvestiti, verrà applicato il tasso applicabile. È del 5%, 10 o 15, a seconda dell’ora di ingresso. Al contrario, la valuta ottenuta non ha una destinazione specifica.

Nel suo rapporto, l’associazione descrive questo sistema come “un condono fiscale che favorisce gli evasori fiscali che, in cambio della dichiarazione delle loro ricchezze nascoste, sono esentati da azioni legali e dal pagamento di multe, tra gli altri benefici”. Hanno anche espresso preoccupazione riguardo al regime di incentivi agli investimenti significativi (RIGI) “e al destino che potrebbe subire lo sfruttamento delle risorse nazionali strategiche, di fronte a politiche di privatizzazione indiscriminate e a uno Stato che si allontana dall’ambito della regolamentazione”, afferma il documento. .

Riciclaggio Miley propone di “allentare tutti i controlli e allentare le sanzioni” sui sistemi di prevenzione del riciclaggio di denaro, afferma il presidente dell’AAJ Argentina. Anche per quanto riguarda il coordinamento con le altre autorità nazionali competenti, l’assistenza legale reciproca e lo scambio di informazioni con altri paesi per mitigare i rischi, il progetto del partito al governo tace.

La Banca Centrale appare solo come autorità per determinare i documenti e i requisiti che imporrà a coloro che aprono un conto speciale di regolazione patrimoniale per depositare fondi. “In questo modo viene violato il principio di diligenza, il che significa che alle persone obbligate – cioè agli enti finanziari e bancari – viene impedito di conoscere o verificare l’origine dei beni restituiti, che è la forma giuridica ottimale di impunità”, avverte Rocca.

READ  Papa Francesco si dimetterà? In Italia si specula sulla sua partenza

Non violare il principio di due diligence è una raccomandazione esplicita del GAFI. L’organizzazione internazionale raccomanda inoltre che le istituzioni finanziarie debbano identificare il titolare effettivo del conto sul quale i beni vengono trasferiti, rimpatriati o depositati nel contesto del riciclaggio di denaro, ma il caso argentino non impone di “fornire informazioni sufficienti, accurate e “appropriate” informazioni sul beneficiario finale né sul controllo delle entità giuridiche che possono aderire al sistema.”

I soggetti a cui si rivolge il progetto del partito di governo sono residenti e non residenti, per la loro origine in Argentina o per i redditi che ricevono di fonte locale, e comprende anche gli “ex residenti” che hanno cambiato la propria residenza fiscale in giurisdizioni con minori reddito. Onere fiscale. Appena Esclude i funzionari degli ultimi cinque anni E la sua famiglia.

La denuncia presentata dall’AAJ al GAFI riguarda anche altre questioni di politica governativa. “Lo Stato ha progressivamente abbandonato tutta una serie di politiche legate alla prevenzione del riciclaggio di denaro e del traffico di esseri umani e alla promozione della libertà di portare armi che sono controproducenti per garantire i più elementari diritti economici, sociali e culturali”, afferma Rocca.

Nello specifico, il rapporto avverte che “nuove autorità giudiziarie che hanno abolito le norme in materia Monitoraggio delle società, in particolare delle società per azioni semplificate (SAS), che sono quelli costituiti da contributi di altre società, che vengono generati entro 48 ore in modo quasi automatico e senza alcun controllo sul beneficiario finale, sulla composizione societaria, ecc. “La nostra esperienza con questo tipo di società, che abbiamo studiato dopo il governo Macri, indica che venivano spesso utilizzate per il riciclaggio di denaro e altre organizzazioni criminali”, spiega il presidente dell’AAJ Argentina.

READ  La Russia ha bombardato Kiev e avrebbe già distrutto 186 carri armati ucraini | L'Ucraina afferma di aver recuperato 100 chilometri quadrati di terreno