Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Regno Unito include le Isole Baleari nella sua “Lista verde” delle destinazioni più sicure, ma non il resto della Spagna | Economia

Il governo di Boris Johnson ha incorporato le Isole Baleari nel suo stato lista verde È una destinazione turistica sicura. I viaggiatori che viaggiano dall’Inghilterra, a partire dalle 17:00 di mercoledì prossimo, non dovranno avere una quarantena obbligatoria di 10 giorni al loro ritorno, anche se dovranno sottoporsi a numerosi test COVID-19. Nel 2019, quasi quattro milioni di britannici si sono goduti le vacanze nell’arcipelago, in particolare a Maiorca.

Downing Street – che ha aggiunto alla lista l’isola di Malta e destinazioni caraibiche come le Isole Cayman, Barbados, Bermuda, Dominica e Grenada – esclude il resto della Spagna, che è ancora in lista Lista Ambra In quali aree il governo britannico sconsiglia di viaggiare? Londra rivede questa disposizione ogni tre settimane.

maggiori informazioni

I ministri convocati da Johnson questo giovedì per rivedere le attuali condizioni per i viaggi internazionali hanno discusso anche dell’idea di evitare la quarantena per tornare a quelle persone che hanno completato il programma delle vaccinazioni (due dosi) e si recano in altri paesi. Lista Ambra. Tutta l’Europa (eccetto Gibilterra, ora le Isole Baleari e Malta) rientra in questa categoria. Il governo britannico sconsiglia eccessivamente i viaggi in queste zone, salvo che per motivi essenziali. Il Portogallo è stato brevemente salvato e incluso in lista verde. La decisione di Londra, che rivede la lista ogni tre settimane, di fare un passo indietro ha anche causato il caos nel ritorno di migliaia di turisti britannici, soprattutto nella regione dell’Algarve.

Per ora, a causa della disperazione dell’industria del turismo, Londra ha deciso di posticipare l’eccezione al programma di immunizzazione completo. L’International Travel and Tourism Board ha stimato le perdite dovute all’esitazione a 740 milioni di euro al giorno, portando alcuni a prevedere che la campagna estiva sia stata completamente persa. Il Segretario di Stato per i trasporti, Grant Shapps, ha confermato sul suo account Twitter: “Grazie al nostro programma di vaccinazione di successo, intendiamo che i britannici con un programma completo di vaccinazioni quest’estate si recheranno nei paesi del mondo. Lista Ambra Senza la necessità di mettere in quarantena al ritorno,

READ  I sindacati chiedono all'esecutivo di "non soccombere al ricatto" delle aziende nucleari

Ironia della sorte, la riluttanza di Johnson ad aprire il turismo internazionale potrebbe aver funzionato contro di lui. La causa ultima risiede nelle nuove varianti del virus e nella necessità di continuare a controllare le frontiere. Oggi, la variante delta (comparsa in India) è prevalente quasi al 100% in tutte le nuove infezioni che si verificano nel Regno Unito.

Questo giovedì, nel Paese sono stati registrati 16.703 nuovi casi e 21 decessi dovuti a COVID-19. Il numero dei ricoveri sta aumentando a un ritmo sempre più allarmante, nonostante quasi 32 milioni di persone (poco più del 60% della popolazione adulta) abbiano già ricevuto due dosi del vaccino.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel, in prestito dal presidente francese Emmanuel Macron, ha guidato un’iniziativa per convincere i paesi dell’UE a richiedere ai viaggiatori britannici di sottoporsi a un periodo di quarantena dopo l’arrivo. Questa è una decisione difficile per destinazioni come Spagna, Portogallo, Grecia o Italia, che hanno bisogno di una spinta economica dal turismo britannico. Il governo spagnolo è stato tra i primi ad annunciare che non avrebbe più avuto bisogno di un precedente rapporto PCR per i viaggiatori provenienti dal Regno Unito.

Il governo delle Isole Baleari ha elogiato la decisione del Regno Unito che, secondo il ministro del Turismo, Iago Negueruela, consente alle isole di posizionarsi come “la prima destinazione turistica del Mediterraneo”. Nonostante questa buona notizia, il Cancelliere invita alla prudenza e chiede responsabilità sia per i residenti che per tutti coloro che visitano l’arcipelago, siano essi altre comunità o altri Paesi. La Nigeria ha annunciato che chiederà al dipartimento della sanità estero “un qualche tipo di meccanismo” per garantire la sicurezza dei visitatori dal Regno Unito “come elemento che rafforzi l’immagine delle isole come destinazione sicura”, affermano i rapporti. Lucia Burke.

READ  L'impegno di Solaris per l'idrogeno arriva a Francoforte

Il settore turistico delle Baleari, dal canto suo, ha accolto con soddisfazione l’inclusione delle Isole Baleari. Il presidente dell’Associazione alberghiera di Maiorca, Maria Jose Aguilo, ha affermato che è “un’ottima notizia” per le regioni in cui lavorano con il mercato britannico perché sarebbe possibile rivitalizzare l’attività e assumere personale. Questo sindacato ha esortato il settore a prepararsi per il forte aumento del numero di viaggiatori che dovrebbero arrivare dal Regno Unito dalla prossima settimana. “Sicuramente prenoteranno le vacanze quando possibile perché siamo una delle loro destinazioni preferite, quindi è molto importante che diano un test negativo all’arrivo e che l’aeroporto si adatti al crescente afflusso di questi viaggiatori che passano diversi controlli”. Egli ha detto. Agilo ha confermato.