Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Regno Unito ha modificato la sua lista rossa e ha aperto le frontiere agli argentini: quali requisiti devono essere soddisfatti per viaggiare

Tutti i paesi ancora nella lista rossa del Regno Unito per l’ingresso del coronavirus sono americani (Foto: REUTERS/Guy Faulconbridge)

L’Argentina, insieme ad altri 46 paesi, È stato rimosso dalla “lista rossa” imposta dal Regno Unito per ridurre il rischio di infezione da COVID-19, sebbene manterrà una serie di requisiti che rendono difficile l’ingresso dei cittadini del nostro Paese nel territorio britannico, a seconda di quale vaccini che questo paese accetta come validi.

governo britannico Rimozione dei severi requisiti di quarantena dell’hotel, nella misura in cui Sarà operativo dal giorno successivo lunedì 11 ottobre. La misura che riguarda l’Argentina è stata approvata dai ministri del governo britannico che hanno ordinato l’apertura delle sue frontiere, a seguito del miglioramento della situazione sanitaria del Paese. In questo modo, la Lista Rossa è stata ridotta da 54 paesi a soli sette. Eccoli Perù, Ecuador, Colombia, Panama, Repubblica Dominicana, Haiti e Venezuela.

Con questo provvedimento le persone provenienti da Paesi esclusi dalla lista rossa, come l’Argentina, potranno visitare la Gran Bretagna senza dover subire la quarantena in hotel per 11 notti, al costo di oltre 2.000 sterline. Ora possono evitare completamente l’isolamentoA seconda del tuo stato di vaccinazione.

Le restrizioni su molti argentini saranno determinate da lunedì che il vaccino è stato ricevuto. Il governo britannico accetta come validi solo quattro vaccini: Pfizer, AstraZeneca (incluso il Covidshield di fabbricazione indiana), Moderna e Janssen. Coloro che hanno completato la vaccinazione con uno di questi potranno evitare l’isolamento.

I viaggiatori che arrivano da paesi non presenti nella Lista Rossa devono rimanere isolati per almeno cinque giorni, ma possono utilizzare il sistema
I viaggiatori che arrivano da paesi non in Lista Rossa devono rimanere isolati per almeno cinque giorni, ma possono utilizzare il sistema di “test di lancio” (Eduardo Parra – Europa Press)

I viaggiatori dell’Unione Europea, degli Stati Uniti e di altri 18 paesi hanno ora riconosciuto il loro stato di vaccinazione e possono evitare l’isolamento, a condizione che risultino negativi entro due giorni dall’arrivo.

READ  Jorge Ramos "17 Minutes with the Dictator" ha rivelato i dettagli dell'intervista che ha scatenato l'ira di Nicolas Maduro.

Tutti gli altri provenienti da paesi che Non nella lista rossa Deve essere tenuto in isolamento per almeno cinque giorni, ma può essere utilizzato Prova di rilascio. I cosiddetti “test di rilascio” sono studi PCR che le autorità accettano dai viaggiatori per dimostrare di non avere COVID-19, consentendo loro di evitare di rispettare tutti i giorni di quarantena previsti. I passeggeri devono pagare per questi test. All’arrivo, tutte le persone devono compilare un modulo di localizzazione del passeggero.

Una fonte del governo britannico ha dichiarato alla BBC che il governo mirava ancora a sostituire il cosiddetto “test PCR all’arrivo” eseguito il secondo giorno e consentire test più economici del “flusso laterale”, sebbene ciò non implichi ancora una decisione definitiva . . . In base alle norme vigenti, i viaggiatori devono utilizzare i test PCR, che sono più costosi, da eseguire il secondo giorno di arrivo. Le persone che non sono state completamente vaccinate dovrebbero presentare un ulteriore test PCR l’ottavo giorno.

In questo modo, 47 paesi che finora hanno applicato le restrizioni massime di viaggio per evitare le infezioni da COVID-19 si ritireranno da quella categoria da lunedì, incluso Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Costa Rica, Cuba, Messico, Paraguay e Uruguay.

Solo i cittadini britannici e le persone con un permesso di soggiorno nel Regno Unito possono entrare nel paese da una destinazione nella lista rossa e sono inoltre tenuti ad auto-mettere in quarantena per dieci giorni in un hotel designato dal governo all’arrivo.

Il Regno Unito ha rimosso le categorie verde e ambra dal suo travel light questo mese (Reuters/Ahmed Jadallah)
Il Regno Unito ha rimosso le categorie verde e ambra dal suo travel light questo mese (Reuters/Ahmed Jadallah)

Il Regno Unito ha rimosso le categorie verde e ambra dalla sua luce di viaggio questo mese, quindi i viaggiatori provenienti da qualsiasi altra destinazione dovrebbero Fai un test del coronavirus quando arrivi nel Regno Unito se sei stato vaccinato.

READ  Dopo giorni di silenzio, Vladimir Padrino Lopez ha ammesso di aver rapito otto soldati venezuelani ad Apure e ha dichiarato di aver ricevuto prove di vita.

Ministro degli Interni britannico, Sajid Javed Da parte sua, ha annunciato che questo test D’ora in poi, potrebbe essere un test dell’antigene, piuttosto che la più costosa PCR.

Per i non vaccinati è comunque necessario fare un test negativo tre giorni prima del viaggio e sottoporsi ad altri due test contemporaneamente sul suolo britannico, il secondo e l’ottavo giorno dopo l’arrivo, oltre a un servizio di quarantena di dieci giorni in un luogo scelto dal viaggiatore.

Le misure annunciate oggi rappresentano il prossimo passo verso l’apertura ai viaggi. “Fornisce stabilità ai passeggeri e all’industria”, ha dichiarato il segretario ai trasporti britannico Grant Shapps in un messaggio su Twitter.

Governo Ha inoltre avanzato il riconoscimento dei certificati di vaccinazione per 37 nuove regioni, tra cui Brasile, Hong Kong, India, Pakistan, Sudafrica e Turchia come validi.

Continuare a leggere