Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Real Madrid non è fuori dalla buona ondata

Non credo nei miracoli e ancor meno nelle auto sportive. È una risorsa facile ed è abusata dai giornalisti. Quello che è successo questo giovedì ad Alicante non è stato un atto divino, ma l’esempio più grafico di cosa significhi essere sulla buona strada, per un gruppo di lavoro. Atletico Madrid e Barcellona Possono mettere tutte le candele che vogliono, non ottengono nulla. Inoltre, le disgrazie non sembrano venire da sole. Perdere contro l’Athletic Bilbao in 90 minuti non equivale a sconfiggersi per 120 minuti e ferire di nuovo Ansu Fati. Sono linee. Sembra che perché succeda qualcosa di brutto al Real Madrid, le cose devono andare per il verso giusto. Ancelotti Poteva alzarsi la mattina, rompere lo specchio gigante, lo specchio lungo che sua moglie usava ogni mattina per vestirsi, e incappare in un gatto nero mentre camminava sotto una scala, cosa che per lui non avrebbe fatto alcuna differenza. Ancelotti può andare tranquillo e mettere molto dalla sua parte fino all’eliminazione del Real Madrid, nemmeno con chi perderà una partita. Né con la gestione discutibile dell’italiano, né con l’arbitraggio discutibile, né con il gioco con un calciatore minore e il punteggio contro di lui. Non credo nei miracoli, ma amo i film di fantascienza e i film girati ad Alicante giovedì hanno avuto un copione fantastico per via della loro imprevedibilità.

Il titolo del film è forte. Il Real Madrid torna con due gol di Isco e Hazard. Vogliono vederlo, eh. Isco e Hazard? Sì, premi play perché anche se abbiamo realizzato una suite con il titolo, la trama ne vale la pena. Ancelotti ha voluto giocare la partita con Marcelo e Jovic come ultimo aggiornamento. Non credo sia male. È la coppa, è Elche e devi fare a turno. Inoltre, Marcelo è stato uno dei migliori giocatori del Real Madrid, ha avuto momenti di nostalgia perché abbiamo visto ancora una volta un calo di qualità da parte di uno che è stato uno dei migliori difensori della storia del calcio. Il punto è che la partita non si è rotta, il Real Madrid non è riuscito a rompere il pareggio con l’espulsione di Marcelo e il gol diretto di Elche. Come tornerà il Real Madrid? La logica ti fa pensare che non lo faranno. Se non segnano con 11 giocatori, non lo faranno con 10, inoltre, saranno sotto il tabellone. Ebbene lo era. E ha infranto la sceneggiatura classica e prevedibile, quella in cui i supereroi possono fare qualsiasi cosa. Qui non vincerai la battaglia finale di Spiderman o Thor. Thanos verrà ucciso da due compagni di passaggio.

READ  Alan acquisisce l'app di salute mentale Jour per $ 17 milioni

Cosa succede quando i protagonisti del film si separano in un film spaventoso? Bene, muoiono. “Non andare in quella direzione, non essere sciocco, vincerai.” Puoi urlare quello che vuoi sullo schermo sapendo che aprirà la porta, andrà nell’area buia e nel buco, morto. Beh, a quanto pare il Real Madrid era quell’attore nero, che sai non chiude il film con una vita stabile. Devi tornare indietro? Ebbene, senza una posizione d’attacco, non succederà nulla. Isco dall’errore del nove. Sì Isco. È come se vivessimo nel 2016. E Hazard lo accompagnò a parte lui. Dietro Ceballos, che non gioca da più di mezz’ora dalle Olimpiadi estive. L’unica cosa che manca è Gareth Bale, che in questa stagione ha giocato più per Galis che per il Real Madrid. È stata una sceneggiatura fantastica perché è successo il contrario di quello che pensavamo. Isco pareggia con un gol che avrebbe segnato lo stesso gol se invece ci fosse stata una sedia o un bidone della spazzatura. Isco ha segnato un gol in tutta la stagione, quello segnato al settimo turno in una partita in cui ha giocato 18 minuti perché il Real Madrid stava già vincendo 5-1 sul Maiorca. E l’obiettivo di Hazard mancava, superando persino i dati di Isco. Non ha segnato per tutta la stagione. – Zero gol in 29 partite, in più di 700 minuti. È triste, ma il gol negli ottavi di finale di Copa del Rey è il più importante che Hazard ha segnato con il Real Madrid. ieri come se Crilin e nessun Goku salvano il mondo in Dragon Ball e C3po uccide Darth Vader invece di Luke. Non si può immaginare una cosa del genere, anche meno dei due risultati, ma è vero che Ancelotti sta costruendo un Real Madrid vincente e può gestire qualsiasi cosa.

READ  Papa Francesco parteciperà a un incontro su fede e scienza per la COP 26

Figuero Vázquez Merita un capitolo a parte. È il protagonista che sostiene questa decisione di dividere il gruppo di fronte alla minaccia dell’assassino, che di fatto è lui. Il sospetto che non ti fidi di lui inizia in giallo Toni Kroos. Se ha fischiato un fallo in un gioco in cui non c’è alcun tipo di collegamento, come potrebbe non essere licenziato Marcelo? Il fatto è che l’arbitro aveva un compagno ed era nella stanza del VOR. Non vedo alcuna connessione e quindi nessun errore. Ma anche se c’è stato questo contatto, il calciatore Elche non ha avuto il controllo del pallone e Lucas Vazquez è stato al suo fianco. Non mi è mai stato dato un cartellino rosso e la cosa più sorprendente, secondo me, è che tutto si è risolto così in fretta. Il tutto è durato solo pochi secondi e solo pochi minuti dopo, noi spettatori, abbiamo visto il colpo finale. Per inciso, l’espulsione di Marcelo è stata preceduta da un’assurda sconfitta di Isco che non ha lasciato uscire il pallone in calcio d’angolo e non ha impedito il contropiede con il necessario fallo. La cosa logica è quella. Come in molte occasioni negli ultimi anni in cui entrambe coincidevano, il Real Madrid avrebbe perso con una sconfitta di Isco e un ritiro tardivo di Marcelo. Non ho dubbi sul fatto che l’Atlético de Madrid e il Barcellona avrebbero potuto essere eliminati nella stessa situazione, ma è quello che hanno le onde, le serie consecutive o le squadre vinte/perse e ora il Madrid con lo scudetto capitano America.

READ  'Questa non è mia figlia': la crudele prova di una ragazza che ha contratto un'epatite acuta di origine sconosciuta