Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il razzo spaziale Bussard è impossibile

Illustrazione di una nave alimentata da un motore a reazione Bossard.

Illustrazione di una nave alimentata da un motore a reazione Bossard.
una precisazione: NASA/dominio pubblico

Bussard ramjet è uno dei motori più potenti Famoso per la fantascienza. unAppare in molti romanzi di fantascienza come numero zero È anche menzionato in Star Trek. Purtroppo un recente studio conferma che non è possibile nemmeno con le ultime modifiche.

Se ricordi i file Una rassegna dei più importanti motori di propulsione spaziale, saprai che il motore Ramjet Il Bussard non è altro che una versione spaziale di un motore a reazione, un propulsore ad aria che sfrutta la velocità dell’aereo stesso per comprimere l’aria che entra nei motori. motivazioneCosì com’è, è alimentato dalla stessa aria, anche se ha bisogno di un motore aggiuntivo per raggiungere la corretta velocità di avviamento.

Non c’è aria nello spazio, ma c’è uno strano atomo di idrogeno ionizzato. Nel 1960, eprendi l’idrogeno fisico nucleare estadounidense Robert Boussard a teoriaVisita A proposito di un potenziale motore in grado di catturare l’idrogeno e comprimerlo per alimentare una propulsione a fusione in grado di raggiungere velocità molto più elevate di quelle che si trovano negli attuali combustibili spaziali.

Nasce Bussard o Bussard Ramjet Propeller. Il problema con questo jet space È questo nello spazio tra le stelle? C’è così poco idrogeno che si stima che il “filtro” fosse necessario per raccoglierlo Deve avere le dimensioni di un pianeta nano (migliaia di chilometri di diametro). Recenti calcoli dell’ingegnere aerospaziale Robert Zubrin indicano anche che anche con così poca materia nello spazio, la resistenza delle particelle contro un baldacchino di queste dimensioni annullerebbe il motore a fusione.

Nel 1969 fu nominato un altro ricercatore Giovanni F. fishback Suggerimento Risolvi il problema del paracadute utilizzando magneti che generano un campo magnetico in grado di catturare l’idrogeno come un reticolo invisibile senza ricorrere a strutture fisiche massicce. La soluzione di Fishback è esattamente ciò che hanno cercato di dimostrare Peter Schachnider LLC Albert Jackson, due ricercatori esperti specificamente nel calcolo dei campi elettromagnetici per la microscopia elettronica.

El nuevo estudio A partire dal Schschneider LLC Era solo Jackson È stato pubblicato su Acta Astronautica e porta cattive notizie per coloro che sognavano enormi astronavi con paracadute in grado di raccogliere idrogeno per raggiungere velocità relative. Le equazioni di Fishback sono errate nel senso che anche con l’idea dei campi magnetici, la dimensione delle strutture necessarie per generare quei campi semplicemente non è possibile.

Gli autori sono partiti da un professionistaL’impulso di fusione è in grado di raggiungere il doppio della velocità della navetta spaziale. Anche con una velocità così modesta, Le bobine magnetiche necessarie per raccogliere abbastanza idrogeno devono avere un diametro di 4.000 km, il che è certamente poco pratico per la costruzione o la manutenzione.[[[[scienza diretta attraverso Ars Tecnica]

READ  Netflix mira ad espandere la propria attività nel settore dei videogiochi