Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il PSOE separa l’arresto di Puigdemont dai negoziati sul budget | Economia

Il portavoce del PSOE al Congresso, Hector Gómez, ha sottolineato che l’arresto dell’ex presidente catalano Carles Puigdemont in Sardegna (Italia) venerdì riguarda solo la sfera giudiziaria e la separa dalle trattative sui bilanci pubblici per il 2022.

“L’arresto di Puigdemont riguarda esclusivamente la sfera giudiziaria”, ha affermato il leader socialista, che ha separato questo arresto dai bilanci. “Separiamo un fatto dall’altro”, ha insistito Gomez in un’intervista al “Parlamento” di RNE, compilata da Europa Press. Gomez ha anche espresso “ottimismo” sull’andamento dei negoziati.

Il portavoce socialista ha sottolineato che i colloqui che il ministro della Presidenza, Felix Bolanos, ha avviato questa settimana con i gruppi del Congresso per testare il potenziale sostegno al bilancio, sono “molto positivi”, soprattutto con i partiti “interessati” all’attuazione. Misure con un impatto positivo sul Paese.

Quel ciclo di incontri con i blocchi parlamentari continuerà la prossima settimana al Congresso, dove Bolanos prevede di incontrare i partiti che compongono il gruppo misto (CUP, UPN, CC, NC, Foro Asturias, Teruel Existe e PRC) e con i portavoce del due partiti che compongono il governo, cioè con il partito Socialist Workers e “United We Can”.

Il portavoce socialista ha detto che il suo partito ha “buoni sentimenti” nonostante sia consapevole che “c’è molto da fare, molto lavoro, molto da lucidare”. “Ma confidiamo nella responsabilità del resto dei gruppi di strutturare buoni bilanci che abbiano un impatto positivo sui cittadini”, ha affermato.

Nel caso dell’ERC, il cui portavoce, Gabriel Ruffian, ha avvertito il PSOE di non dare per scontato il suo sostegno al PGE perché il voto del suo partito stava “sudando”, Gomez ha continuato l’analogia matematica e ha risposto: “Andiamo a vedere chi gestisce il la maggior parte, chi ha più gambe, e guarda chi suda di più o di meno.”

READ  Dal record tedesco alla "soluzione" francese

Puigdemont riappare

L’ex presidente catalano Carles Puigdemont è stato arrestato giovedì ad Alghero per ordine della Corte suprema spagnola, anche se venerdì il giudice italiano gli ha permesso di uscire di prigione senza precauzioni e con libertà di movimento.

Questo sabato ha partecipato a un incontro internazionale organizzato dall’Associazione Adifolk, al quale aveva intenzione di partecipare e che è stato il motivo del suo trasferimento nell’isola da Bruxelles.

Puigdemont, Aragones e Buenero sono in programma questo pomeriggio, alle 17,30, per il centro di Alghero, e un’ora dopo l’ex presidente catalano terrà una conferenza stampa.

Puigdemont ha trascorso poco meno di un giorno nel carcere Bancale di Sassari, fino a quando non è riuscito a partire venerdì dopo le 17, quando la Corte d’Appello di Sassari ha deciso di non imporre alcuna misura cautelare. tipo o limitazioni
un movimento.

L’udienza di venerdì, alla quale Puigdemont ha partecipato per via telematica, ha lavorato per determinare se la validità dell’arresto e l’applicazione delle misure cautelari sarebbero state convalidate o meno, ma il tribunale non ha ancora stabilito se ci siano i motivi per la sua estradizione in Spagna.

Per tale decisione la prima udienza è stata fissata per il 4 ottobre presso il tribunale di Sassari.