Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il produttore Masuo Ueda ha spiegato perché non ci sono gilde di animazione – Kudasai

In una conversazione online in due parti, produttore di anime Masu Ueda Ha affrontato il tema delle gilde di animazione nel settore dell’animazione, o meglio della loro assenza. Parla con un animatore e un character designer Le bizzarre avventure di JoJo: Diamanti indistruttibili S Cavalieri dello Zodiaco: Saint Siyae Tirumi NchiUeda ha spiegato, tramite il suo canale YouTube, che l’industria degli anime fa molto affidamento sui lavoratori freelance, il che rende difficile per loro organizzarsi collettivamente.

Anche se ha detto cane giocattolo (proprio adesso Animazione Toei) Gilda fondata, così vecchia Moshi Productions In precedenza impiegavano circa 250 persone, a causa dei guadagni finanziari per l’intero settore e del forte calo della forza lavoro nel corso degli anni, ora è molto raro che i moderni studi di animazione siano grandi aziende a sé stanti. Alcuni studi (come A-1 Pictures e CloverWorks) esistono come filiali di grandi aziende, ma la filosofia di gestione è diversa da quella dei grandi studi più vecchi.

Poiché non esistono standard uniformi e poiché gli studi di animazione di solito non hanno il controllo completo sui budget di produzione, è molto difficile concordare un salario minimo per gli animatori. Ueda sostiene che anche se un gruppo di animatori decidesse su un numero specifico, non sarebbe difficile per le aziende trovare animatori diversi che accetterebbero a una tariffa inferiore (Nessun dumping salariale). Inoltre, alcuni veterani ricordano i fallimenti Japan Animation Makers Association (JAniCA) Quando si tratta di rafforzare le tutele dei lavoratori, sono pessimisti al riguardo. Ueda e Nishii concordano sul fatto che c’è un comune senso di apatia tra gli animatori, sebbene sia ampiamente riconosciuto che gli stipendi dovrebbero essere più alti in generale.

READ  I mattinieri potranno vedere il passaggio della stazione spaziale il lunedì e il martedì a Santa Fe

D’altra parte, Masu Ueda ha notato il successo degli sforzi organizzativi di doppiatori e sceneggiatori. Piuttosto che cercare di collezionare gatti con un gruppo di animatori in generale, ha detto, sarebbe più pratico e pratico per gli animatori specificamente associare i loro nomi a un gruppo che negozia per loro conto. Secondo Ueda, i registi dell’animazione e i disegnatori di personaggi sono spesso membri importanti di un team di produzione e i loro sforzi possono trasformare uno spettacolo in un successo o in un fallimento. Pertanto, sono in una posizione con più potere negoziale rispetto a un artista di livello inferiore. Tuttavia, avendo molta familiarità con il lavoro dei principali animatori e medium, L’Animation Directors Association sarà il primo passo nella creazione di un gruppo vitale che difenda i diritti di tutti gli animatori.

Fontana: ANN