Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il principale conflitto di lavoro con l’amministratore delegato non ha nulla a che fare con l’abolizione della riforma del lavoro

Il governo di coalizione si batte da due settimane per abolire la riforma del lavoro di Mariano Rajoy nel 2012. Né Podemos né, ovviamente, il SWP hanno suggerito la completa abolizione del regio decreto legge 2/2012 misure urgenti per riformare il sistema del lavoro. il mercato del lavoro, ma Alcuni cambiamenti specifici della stessa cosa. specialmente, Cinque punti dell’accordo di coalizione che è ancora in sospeso nel mercato del lavoro.

Infine, il vicepresidente del partito laburista, Yolanda Diaz, ha imposto il La parola “opt-out” appare nella dichiarazione Dai giornali distribuiti da Moncloa martedì. La scienza dell’annullamento non è altro che un mantra, per cui nessuno al governo sta considerando, ad esempio, indennità di licenziamento, mobilità geografica o Condizioni di cessazione del gruppo. Tuttavia, la proposta del Ministero del Lavoro approfondisce le questioni che Non hanno nulla a che fare con il lavoro di riforma del 2012 che sta causando la maggiore preoccupazione tra gli imprenditori.

Sanchez è aperto solo a cambiare “alcune cose” nella riforma del lavoro in pieno conflitto con Diaz

EC

Per il CEO, l’obiettivo principale della proposta DOL è ciò che colpisce controllo del tempo. Sebbene il governo comprenda questa iniziativa Sotto l’ombrello di “Abolizione della riforma del lavoro”Si tratta di affrontare un problema strutturale che affligge la Spagna dagli anni ’90. In effetti, l’attuale livello di lavoro temporaneo è leggermente inferiore a quello attuale fino al 2008, quindi I problemi non possono essere attribuiti alla riforma del sistema Rajoy del 2012.

READ  Pujol rimprovera i politici catalani per non aver affrontato la questione dei finanziamenti

Ci sono due principali proposte commerciali che allertano i datori di lavoro. Il primo è Riduzione della portata dei contratti a tempo determinato Per rimuovere i numeri attualmente più utilizzati, in particolare il contratto di lavoro e di servizio. Il secondo è Determinazione del lavoro interinale nelle aziende con il limite del 15%., ben al di sotto del 25% a cui si trova attualmente il mercato del lavoro. Dopo aver appreso queste proposte, l’amministratore delegato, Antonio Garamendi, li ha soprannominati “marxisti” per essere “interventisti, reazionari e incompatibili con le esigenze del tessuto imprenditoriale e dei lavoratori”.

temporale Radicato nella mentalità degli uomini d’affari spagnoli E sebbene il solito argomento sia fare affidamento su segmenti altamente stagionali, la verità è che sono usi e abitudini generali. Secondo i dati Eurostat, Nel 2019 la Spagna contava il 26,3% dei lavoratori con contratto a tempo determinato, un dato che supera di oltre cinque punti il ​​livello provvisorio del Portogallo e di circa 10 punti quello dell’Italia, due Paesi che puntano molto anche sul turismo e sui servizi a basso valore aggiunto.

Il governo vuole che la Spagna segua l’esempio Il cammino del resto d’Europa nell’assunzione e selezione di un contratto a tempo determinato e non continuativo per lavoratori stagionali. Questo è incredibile Numero tratteggiato indefinito È in vigore nel Codice del lavoro dal 1980 ed è meticolosamente progettato per stabilizzare i rapporti di lavoro nei settori stagionali. Tuttavia, c’è in Spagna È stato sistematicamente ignorato Per la comodità offerta dai contratti stagionali per le aziende.

L’amministratore delegato non è disposto a tollerare la scomparsa delle modalità contrattuali e, pur essendo disponibile a negoziare alcune modifiche, Non accetterà la scadenza del termine “per decreto” per il governo. A suo avviso, questa azione porterà alla distruzione improvvisa di posti di lavoro temporanei che, invece di diventare permanenti, scompariranno.

READ  Lo Storm Fighter contribuirà con 30,5 miliardi di dollari all'economia britannica

insieme al tempo, ottenere aiuto da fonti esterne È l’altro grosso mal di testa per le teste. Più preoccupanti per i loro interessi che l’eccessiva attività dei contratti collettivi o La diffusione degli accordi di settore, che ridurrà la sua incidenza per la stragrande maggioranza delle imprese. Anche l’outsourcing è una questione delicata, poiché la natura obbligatoria di lavoratori subappaltatori Governato dai termini dell’impresa appaltatrice eliminerà la possibilità di risparmio in questo modo e sarà un colpo mortale a queste pratiche.

L’imprenditore è così incline che i subappaltatori devono Conforme al contratto di attività Stanno per giocare. Si manterrà così il margine per l’esternalizzazione dei risparmi alle imprese e, allo stesso tempo, Le condizioni dei lavoratori sono adeguate alle condizioni del settore, fa riferimento alle fonti dell’Associazione dei datori di lavoro.