Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il prezzo dell’elettricità continua a salire questo mercoledì e tocca il massimo di Filomena

Il Prezzo medio della luce Nel mercato all’ingrosso questo mercoledì raggiungerà un altro nuovo massimo finora a giugno, mese in cui è entrata in vigore la nuova struttura delle fasce orarie, e Supererà il livello di 94 euro per megawattora (MWh), livello raggiunto solo a gennaio in una tempesta perfetta per Philomena.

Nello specifico, il pool elettrico di oggi sarà registrato a un prezzo medio 94,63 euro per MWh, 4% in più rispetto a أعلى 90,95 euro per megawattora questo martedì Finora ha superato nel 2021 i quasi 95 euro toccati l’8 gennaio, secondo i dati dell’OMIE, l’operatore del mercato elettrico, elaborati da Europa Press.

Il mercato elettrico raggiungerà un massimo di 105,5 euro per megawattora questo mercoledì dalle 21:00 alle 22:00, mentre il minimo sarà di 82,5 euro per megawattora dalle 16:00 alle 17:00.

Quindi, questo dato conferma La tendenza al rialzo del mercato elettrico all’ingrosso spagnolo, Che finora questa settimana i prezzi si sono distrutti giorno dopo giorno e hanno registrato livelli molto più alti di quelli dei paesi limitrofi.

Pertanto, il mercato elettrico quotidiano della Spagna martedì ha registrato prezzi superiori di quasi il 28% rispetto a quelli di Francia, Germania o Italia, secondo i dati di RedOS consultati da Europa Press.

Il prezzo dell’energia ha uno stretto peso in bolletta intorno al 24%, mentre circa il 50-55% compensa canoni – costo delle reti di trasmissione e distribuzione – e canoni – costi legati allo sviluppo dalle rinnovabili alle non peninsulari e rendite deficitarie per le tariffe – e poco più del 21% per le tasse.

Le fluttuazioni della tariffa giornaliera colpiscono i consumatori di PVPC, con poco più di 10 milioni, mentre Quelli in duty free sono esenti – circa 17 milioni – perché hanno un prezzo concordato con la vostra azienda.

READ  Georgina Meloni presiederà l'Italia, come influirà questo sull'economia?

L’aumento del prezzo dell’elettricità finora a giugno si verifica in un mese in cui شهر Entrata in vigore del nuovo sistema per periodi di tempo. Pertanto, le tariffe e gli addebiti variano tra i periodi di tempo, sia per l’energia che per l’energia.

Tre periodi di tempo

In caso di elettricità dal lunedì al venerdì nei giorni feriali, La Valle si sposterà dalle 00:00 alle 07:00, mentre la “corsa” sarà dalle 08.00 alle 24.00. Nel caso dei fine settimana e dei giorni festivi, il termine forza sarebbe “valle” per tutta la giornata.

Quando si parla di consumi, Sono previste tre divisioni temporali: “punta”, “llano” e “valle”. Il periodo di ‘picco’, quando le tasse e gli oneri sono al massimo, è compreso tra le 10:00 e le 14:00 e le 18:00 e le 22:00; La sezione “Appartamento”, ad un costo medio, dalle ore 08:00 alle ore 10:00, dalle ore 14:00 alle ore 18:00 e dalle ore 22:00 alle ore 24:00; S La tariffa “valle”, la più economica delle tre, va dalla mezzanotte alle otto del mattino Si applicherà durante tutte le ore dei fine settimana e dei giorni festivi.

Questo martedì, l’ora del giorno più costosa per i consumatori sotto il PVPC è stata dalle 20:00 alle 21:00, a 0,25574 euro per kWh. La tariffa media odierna è stata di 0,1711 euro per chilowattora e quella più bassa è stata di 0,1078 euro per chilowattora nella “Valle” dalle 03:00 alle 04:00.

45% ricevuta più costosa finora a giugno

Secondo i dati di Facua-Consumidores en Acción, La bolletta elettrica dell’utente medio è aumentata del 45,4% nella prima metà di giugno.

READ  Ancora una volta il prezzo dell'energia elettrica supera i 180€/MWh

Secondo le stime dell’associazione sull’evoluzione delle tariffe regolamentate (PVPC), estrapolando le tariffe applicabili dal 1° al 15 giugno ad un mese intero, la bolletta media dell’utenza subirà un incremento annuo di 27,53 euro e sarà di 88,11 euro (tasse incluso). Giugno segna così la seconda bolletta più cara della storia, con soli 88,66 euro prima del primo trimestre del 2012.

La scorsa settimana, il Ministero della trasformazione ambientale e della sfida demografica ha chiesto alla Commissione nazionale per i mercati e la concorrenza (CNMC) di analizzare “qualsiasi potenziale comportamento irregolare o negligenza di mercato da parte degli operatori di mercato”.

L’aumento del prezzo dell’energia elettrica finora questo mese si basa principalmente sull’aumento dei prezzi del gas e dei diritti di anidride carbonica, che finora a giugno hanno superato i 51 euro per tonnellata, il doppio del loro valore di un anno fa.

Questo aumento del costo di produzione del ciclo combinato dovuto ai diritti di CO2, insieme a un minor contributo delle rinnovabili e del nucleare – con alcuni impianti in manutenzione – combinato con l’aumento della domanda a causa dell’aumento delle temperature, sta guidando questa spirale dei prezzi, osservano. nell’approvvigionamento di settore.