Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Portogallo si unisce all’Italia e supera la Spagna nel sostenere il settore ceramico a fronte dei costi energetici

Il Portogallo si unisce all’Italia e supera la Spagna nell’aiutare le industrie ad alta intensità di gas. Allo stesso tempo Il governo centrale ha annunciato la scorsa settimana il nuovo importo degli aiuti 450 milioni di euro per i settori gas-intensive e 500 milioni di prestiti ICO, Il governo portoghese sta raccogliendo fondi per 500 milioni Con l’elettricità, depositando L’importo finale è di 2.500 milioni e 1.000 milioni di euro di aiuti per il gas. Questa è una risposta alla crisi energetica che sta attraversando il settore, lungi dall’essere fornita dal governo spagnolo. Per la Provincia di Castelln sì Il settore ceramico è anche deluso dal modo in cui altri stati membri stanno stanziando più soldi dell’amministrazione centrale alle loro industrie.

Parimenti, nella Gazzetta della Repubblica Elettronica il decreto-legge n. 84-D/2022, 9 dicembre, Altre misure di sostegno per crisi energetica per le imprese con consumi superiori a 10.000 mc. Tra questi, è stata approvata una riduzione di 40 euro per MWh, prendendo come riferimento il Mibgas, centro dove la maggior parte dei settori delle piastrelle non è specificata – il suo riferimento è TTF-, ma compare nei progetti industriali. medio termine.

A questo proposito, Alberto Echavarra, segretario generale dell’Associazione spagnola di piastrelle Asser, si è lamentato del fatto che il livello di supporto del governo centrale spagnolo sui social network è diverso. Un anno

La verità è che l’aiuto del Portogallo, firmatario del meccanismo iberico o gas cap della Spagna, potrebbe benissimo risolvere parte della crisi nel settore delle piastrelle. Va notato che questo è un rapporto preparato con i dati della società di consulenza PwC Asser prevede perdite nel settore per oltre 1.000 milioni di euro A fine anno il margine EBITDA negativo era del 18%. Allo stesso modo, un altro rapporto della società di consulenza Deloitte ha finanziato l’industria delle piastrelle per far fronte a costi di emergenza come la bolletta energetica, che “mangerà” la metà dei 2.600 milioni di euro quest’anno e “divorerà” circa 1.000 milioni di euro quest’anno.

READ  Il presidente italiano Matterella assiste alla finale Italia-Inghilterra a Wembley

In quanto tale, il Portogallo “emula” L’Italia, con circa 90.000 milioni di euro destinati all’industria in genere e 1.000 milioni di euro alla ceramica, Utilizzo del bonus del 40% sull’addizionale energia delle aziende.

Insomma, Asser ha “ammorbidito” i progressi del Portogallo nei confronti della Spagna ricordando Il mercato portoghese non compare nella ‘Top 10’ dei paesi produttori di porcellana Né nel mondo, né nei paesi esportatori di ceramica. La prima classificazione, secondo i dati della Ceramic World Review 2021, comprende nell’ordine: Cina, India, Brasile, Spagna, Iran, Turchia, Italia, Indonesia, Vietnam ed Egitto. Seconda lista: Cina, Spagna, India, Italia, Iran, Turchia, Brasile, Polonia, Emirati Arabi e Messico.

L’Italia, principale rivale di Tile of Spain, è più preoccupata Nell’Unione Europea. Secondo Confindustria Ceramica, sulla base dei dati Prometeia, l’industria italiana prevede di chiudere il 2022 con un fatturato di 458 milioni di metri quadrati, registrando un aumento dello 0,7% rispetto al 2021. In termini di export, 364 milioni di metri quadrati sono stati collocati all’estero (+0,2% su base annua) e 93 milioni di metri quadrati sul mercato interno (+2,6%).

Il governo vieta la produzione alla cieca entro il 2023

Riconoscimento e incertezza riassumono al meglio la fine dell’anno per le industrie di co-creazione in Spagna, compresa la ceramica. Come confermato da Javier Rodríguez, direttore generale di Agogen, lo era Ultima settimana del 2022 Ministero del Cambiamento Ecológica ha rispettato, in parte, uno dei suoi obblighi di co-creare: Buste paga per la seconda metà del 2022 e buste paga per l’anno fiscale 2023 appena iniziato.

Rodríguez ha affermato che il ministero ha trasformato le parole in azioni e ha reso noto entro la fine dell’anno, ovvero sottoporre all’informazione pubblica, i salari di quest’anno, come ha avvertito Acogen, impedendo ai cogeneratori di produrre alla cieca. Aspettavamo di sapere a quali condizioni avrebbero potuto operare le cartiere e su quale base sarebbero stati calcolati i salari. Il Ministero ha optato per l’eliminazione Proroga della mostra al pubblico, per altri sei mesiRodriguez conferma la metodologia che avevamo nel 2022.

READ  La città più piccola d'Italia con un record mondiale: ha una popolazione di 10 secoli

Secondo il direttore di Agogen, il nuovo meccanismo con cui abbiamo lavorato con il ministero è completo al 70%. Ecco perché quello che abbiamo già è esteso. Da Acogen vediamo positivamente che il metodo è stato esteso Perché è molto meglio dell’oscuramento delle piante. Ma ancora È importante che il ministero continui a lavorare e disponga di un meccanismo stabile e flessibile per adattarsi alla realtà il prima possibile. di Energy Panorama, sottolinea il direttore di Akogen.

Rodriguez sottolinea che gli stipendi per almeno la prima parte del 2023 saranno simili a quelli della seconda metà del 2022, e questo rende il 2023 per quanto riguarda ora molto incerto. I settori collettivi come gli oliveti o il brodo ne beneficerebbero maggiormente, ma gli industriali, tra questi Ceramica- continua con lo stesso aiuto finché il nuovo metodo non è pronto.a, Akogen indica il direttore generale, che si rammarica di essere attuale Già otto anni.

Rispettiamo lo sforzo del Ministero per impedire la produzione indiscriminata, almeno ora che i coordinatori sanno già come saranno pagati nel 2023, ma Resta molta incertezza, insiste Rodriguez. Quindi, più di 25 impianti di coproduzione in ceramica devono decidere di settimana in settimana, anzi, di ora in ora, se unirsi o meno. L’attività è molto intermittente. Rodríguez prevede che le piante possano avere una resa del 90% un mese e del 40% il mese successivo. Nel 2023 l’instabilità dell’economia, la volatilità, si diffonderà al collettivo spagnolo. Ma almeno i numeri sono sul tavolo prima della fine dell’anno, come dicevamo, puntualizza un ottimista Rodriguez, il quale fa notare che un’analisi dettagliata del prolungamento è troppo approfondita e richiede molto tempo.

READ  Eurocup: l'Italia batte il Galles per formare una serie...

Secondo il criterio di

Schema fiduciario

Per saperne di più