Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Papa del Vaticano ha detto ai giudici dell’Argentina: Non c’è democrazia con povertà e fame – Politica

Città del Vaticano (ANSA) – Papa Francesco, in un videomessaggio rivolto alla sezione argentina del Comitato interamericano dei giudici per gli affari sociali e francescani, ha sottolineato la dottrina.

Il Papa, secondo Porta Vaticana, esorta i giudici argentini Impegnarsi sempre per il ‘bene del Paese’, sottolineando che gli alti livelli di povertà sono l’indicatore più chiaro dell’ ‘ingiustizia distributiva prevalente nel mondo’.

Nella sua lettera, ha detto, è anche un segno dei fallimenti che esistono “nell’applicazione dei diritti più elementari”.

Il papa ha aggiunto che la pandemia ha esacerbato “terribili scenari sociali”, e quindi milioni di persone hanno urgente bisogno di “risposte creative ed efficaci”.

Nel videomessaggio, Jorge Bergoglio parla anche delle crescenti disuguaglianze che alimentano povertà e ingiustizie. Ha sottolineato che “l’oceano sta crescendo e il centro del potere e della ricchezza si sta contraendo sempre di più”.

“In altre parole”, ha aggiunto Francisco, “la maggior parte dei soldi e delle opportunità sono a beneficio di pochi e la maggioranza soffre di povertà”..

Il papa argentino ha sottolineato che è necessario “prendersi cura dei bisogni primari della gente” in termini di abitazione, terra e lavoro. Ha fatto notare ai giudici che qualsiasi progetto o teoria manca di legittimità se si traduce in una maggiore sofferenza e nel più grande rifiuto dei popoli.

I tre T

“Qualsiasi progetto, la prima cosa da realizzare è prendersi cura delle persone e dei bisogni primari delle persone. Nei movimenti popolari si fa riferimento ai tre elementi: tetto, pavimento e lavoro”.

Inoltre, il pontefice ha auspicato che “tutti i dibattiti teorici in cui risplenderanno serviranno successivamente a cambiare la realtà dei più bisognosi di giustizia”.

READ  Una via di Roma sarà intitolata al nobile Gabriel García Márquez

“Grazie per quello che fate, cercando sempre il bene del Paese, il bene della nazione, il bene del Paese di ognuno di voi, anche se questo è il capitolo argentino, quindi cercate il bene del nostro Paese e soprattutto il bene dei popoli», ha proseguito.

Più di 400 partecipanti registrati hanno preso parte alla classe argentina. Giovedì, l’Istituto nazionale di statistica e censimento (Indec) ha pubblicato il tasso di povertà dell’Argentina, che alla fine del primo semestre dell’anno era del 40,6%.

La povertà copre 18,8 milioni di persone e l’indigenza quasi 5 milioni, per un totale di 46,4 milioni nel Paese.

­

per i giovani

In un’altra parte del suo discorso, Francisco ha invitato i giovani a usare i loro “talenti per correggere i torti del passato”, per andare verso una nuova economia più sostenibile e inclusiva che protegga l’ambiente e ha ammonito: “Forse saranno l’ultima generazione che potrà salvarci”.

Ai giovani economisti radunati ad Assisi (Italia centrale) per l’iniziativa “Francis Economy”, il Papa ha denunciato che “pochi di loro hanno sfruttato” l’epidemia di coronavirus “per arricchirsi” e che tutto questo è “dovuto alla sproporzione”. per i nostri fratelli e sorelle più poveri”.

Ha lamentato l’esistenza di una “economia che uccide” e “nasce dal presupposto che siamo padroni della creazione, capaci di sfruttarla per il nostro bene e la nostra crescita”.