Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il numero di argentini che acquistano dollari di risparmio si riduce

Ad aprile di quest’anno, 799.000 argentini hanno acquistato risparmi in dollari (ufficiali più 65% di tasse) per un totale di 470 milioni di dollari USA, secondo l’Exchange Market Development Report pubblicato dalla Banca Centrale (BCRA), che esce mese per mese . entità. Di questo importo, 301 milioni di dollari sono stati utilizzati per le spese delle carte di consumo con fornitori non residenti, 12 milioni di dollari in meno rispetto al totale di marzo (7% in meno) e 138 milioni di dollari per lo storage, 23 milioni di dollari in meno. Rispetto al mese precedente (16% in meno rispetto al mese precedente).

Si registra quindi una leggera diminuzione del numero di acquirenti (con 134.000 persone in meno) rispetto a marzo e anche una diminuzione del 23 per cento dei volumi, che – secondo gli analisti – risponderanno a una minore capacità di risparmio da un lato e al tempo stesso tempo, una perdita di competitività del risparmio in dollari rispetto ai tassi di cambio Altri (soprattutto finanziari e informali). In effetti, l’acquisto mensile medio è stato di $ 179 a persona e, con un totale di 26.000 venditori, le vendite sono state di $ 201 a persona.

I pagamenti di viaggi, biglietti e altre carte hanno totalizzato $ 507 milioni e, secondo la BCRA, questo è “nel contesto della graduale ripresa del turismo in uscita a causa della pandemia di COVID-19”, secondo Iprofesional.

Sono stati registrati crediti all’esportazione per $ 7.393 milioni e pagamenti all’importazione di $ 5.990 milioni. I pagamenti totali per l’importazione di merci sono stati pari a 5,99 miliardi di dollari USA, il che indica un aumento del 25% rispetto ai pagamenti dello stesso mese dell’anno precedente, e nel contesto dell’aumento dei prezzi internazionali del carburante importato dal Paese, i pagamenti di importazione per il settore energetico ha totalizzato 796 milioni di dollari USA al mese, che mostra un aumento annuo dell’85%, sebbene sia in calo del 42% rispetto al picco osservato a marzo.

READ  Delta variabile: avvertono in Gran Bretagna che ...

Un’informazione degna di nota del rapporto proviene dal segmento ‘Oilseeds and Cereals’, che si riferisce principalmente agli esportatori di materie prime. Pertanto, il fatturato totale sul campo di valuta estera per raccogliere le esportazioni di beni attraverso il mercato dei cambi è stato pari a $ 3.909 milioni, con un aumento anno su anno del 3% nel contesto dell’aumento dei prezzi internazionali dei prodotti agricoli.