Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Nicaragua riceve 134.400 vaccini contro il COVID-19 attraverso il meccanismo Kovacs

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2021 – 18:39

Managua, 14 novembre (EFE). – Il Nicaragua ha ricevuto 134.400 dosi di vaccini contro il COVID-19, una donazione multilaterale attraverso il meccanismo Kovacs dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), affinché il paese centroamericano possa completare il suo piano di immunizzazione, ha riferito l’UNICEF questa domenica.

Le donazioni multilaterali sono state ricevute sabato pomeriggio dalle autorità del Ministero della Sanità nicaraguense e dalle missioni di cooperazione diplomatica e tecnica, nonché dai rappresentanti dell’Organizzazione panamericana della sanità e del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) India.

Inoltre, dai rappresentanti dei paesi donatori del Meccanismo Covax come Colombia, Spagna, Stati Uniti, Francia, Italia, Giappone e Svizzera, nonché dalla delegazione dell’Unione Europea in Nicaragua.

Il ministro della Salute del Nicaragua, Martha Reyes, ha dichiarato: “Siamo lieti di ricevere 134.400 dosi di vaccini che vengono aggiunte alla nostra campagna volontaria per vaccinare contro il COVID-19. Ciò rafforza la nostra strategia globale per difendere la nostra popolazione dall’aggressione del COVID-19. ” , durante la cerimonia di consegna.

Il funzionario ha confermato di aver vaccinato finora il 54% della popolazione nicaraguense di età superiore ai due anni, anche se non ha specificato se fosse con una dose o con una vaccinazione completa.

La Spagna ha donato 1,8 milioni di vaccini

Dal canto suo, l’Ambasciatore Ue a Managua, Bettina Mushedt, ha evidenziato il contributo del Team Europa, composto da Unione Europea e Stati membri, al Meccanismo Kovacs, che garantisce farmaci ai Paesi poveri.

Ha osservato che “le nostre donazioni al Nicaragua, rispetto a 1,8 milioni di vaccini donati dalla Spagna, dimostrano l’impegno dell’Unione europea e dei suoi Stati membri per colmare il divario vaccinale tra le economie sviluppate e i paesi in via di sviluppo”.

READ  Sette aziende calzaturiere della regione partecipano questa settimana all'Expo di Milano

Ha aggiunto che insieme al meccanismo Kovacs, “continueremo a sostenere le famiglie nicaraguensi di fronte alla pandemia e in diverse regioni siamo con voi”.

Da parte sua, Ana Solís Ortega Treasure, rappresentante PAHO/OMS in Nicaragua, ha osservato che 3,2 milioni di vaccini sono arrivati ​​in Nicaragua attraverso il meccanismo Kovacs, “o per donazione da un paese o per donazione da diversi paesi”.

“Sono 1,6 milioni i nicaraguensi che hanno avuto o avranno avuto questi vaccini attraverso la vaccinazione volontaria attuata dal Ministero della Salute, e oggi, attraverso il modello familiare e comunitario, lo fanno di casa in casa per far sì che non rimanga nessuno. dietro a.”

VALUE DAY “DA CASA A CASA”

Anche il rappresentante dell’UNICEF Antero Almeida de Pena ha elogiato il lavoro del Ministero della Salute nella lotta contro la pandemia di COVID-19.

“C’è una buona accelerazione della campagna di vaccinazione e vorrei ringraziare la cooperazione e l’impegno in questa campagna di vaccinazione”, ha affermato Almeida de Pena.

Ha anche annunciato che la prossima settimana, con il sostegno del Giappone, riceveranno l’attrezzatura di refrigerazione per il processo di vaccinazione.

Finora, il governo del Nicaragua ha riportato 210 morti e 16.897 casi di COVID-19.

Dal canto suo, la rete di medici dell’Osservatorio indipendente Covid-19 Citizen ha segnalato 5.928 decessi con sintomi dell’epidemia e 31.140 casi sospetti, dato non riconosciuto dal governo.

Finora, le autorità nicaraguensi non hanno adottato misure contro la diffusione di COVID-19, come evitare la folla, per non incidere sull’economia. EFE

LL / LL

© EFE 2021. È espressamente vietata la ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il previo ed espresso consenso di EFE SA.

READ  Cellnex perde 67 milioni a giugno a causa degli acquisti