Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il mondo guarda alla Cina tra i timori di un’esplosione globale di contagi

La preoccupazione sta crescendo in tutto il mondo per la massiccia ondata di infezioni da COVID-19 in Cina E i possibili risultati dell’apertura delle frontiere dall’8 gennaio prossimo. Diversi paesi come Stati Uniti, Italia, Giappone, Corea del Sud, Taiwan e India hanno già annunciato Nuove misure preventive Prima che il contagio si diffondesse nel Paese asiatico, dopo settimane di allentamento della rigida politica di misure antivirus che aveva mantenuto. mentre, L’Unione europea è impegnata nella “sorveglianza attiva”. Di fronte all’epidemia in Cina, in attesa di possibili azioni congiunte.

il Commissione europea Il comitato per la sicurezza sanitaria, che comprende rappresentanti di ventisette ministeri della salute, si è riunito per condurre un test decisione “coordinata”.Dopo cosa Italia annunciarlo Richiederà un test di coronavirus negativo da parte di tutti i viaggiatori provenienti dalla Cina.

Bruxelles non ha fornito informazioni su un possibile coordinamento delle misure Non ha valutato la gravità della situazione. “È fondamentale che l’UE collabori e si coordini su qualsiasi potenziale azione di sanità pubblica in risposta alla situazione in Cina. La Commissione continuerà a facilitare le discussioni tra gli Stati membri e sarà pronta a tenere ulteriori riunioni se necessario”, ha aggiunto. Un portavoce del ramo esecutivo. Società.

Fonti della Commissione avevano ricordato prima di quella riunione del Comitato per la sicurezza sanitaria, quando si era già a ottobre È stato concordato di revocare le restrizioni al movimentola possibilità di attivare a “pausa di emergenza” per Reimporre le restrizioni in “maniera coordinata”.

Questo approccio è stato approvato dal Consiglio dei 27 il 7 dicembre, quindi il blocco avrà spazio per rafforzare i controlli se lo riterrà necessario per evitare possibili effetti collaterali dall’esplosione dei contagi in Cina.

Bruxelles sottolinea che la variante dominante in Cina, omicron BF7 è già in Europa e “non è cresciuto in modo significativo” nelle scorse settimane. “Tuttavia, rimaniamo vigili e pronti ad applicare freni di emergenza, se necessario”, hanno spiegato le fonti.

In Spagna, Giovedì anche il ministero della Salute ha lanciato un appello al “coordinamento europeo”. Per far fronte alla situazione sanitaria di fronte all’ondata di contagi in Cina, ha raccomandato ai viaggiatori la cui destinazione o provenienza è il Paese asiatico Programma vaccinale completo E per mantenere le misure precauzionali.

READ  Secondo gli scienziati, la separazione dei continenti ha portato all'antico riscaldamento globale

Il ministro della Scienza Diana Morant ha confermato giovedì mattina che il governo ha comunque rivolto gli occhi alla Cina chiamato alla “prudenza” Ha assicurato che la Spagna agirà in modo coordinato e sotto l’egida dell’Unione Europea.

Attualmente, La Spagna non ha annunciato una richiesta di test negativocome ha fatto il governo italiano, né alcun altro provvedimento aggiuntivo negli aeroporti.

tempo reale, Stati Uniti e Italia Alcuni dei paesi che hanno già richiesto viaggiatori da quel paese Test negativo per entrare nel suo territorio. “È meglio non affrettarsi e (non) agire unilateralmente Perché non è molto utile chiudere lo spazio aereo quando il resto dello spazio è aperto o è ancora aperto”, dice il ministro della Scienza in merito alla decisione dell’Italia.

Madrid esorta Daria a trasferirsi

da parte sua, Madrid ha chiesto al governo spagnolo provvedimenti urgenti Di fronte alla recrudescenza del virus Corona in Cina. Il ministro della Salute della Comunità di Madrid, Enrique Ruiz Escudero, ha scritto questo giovedì al ministro della Salute, Carolina Daria, una lettera chiedendole I controlli negli aeroporti spagnoli “si sono nuovamente intensificati”.Nello specifico Aeroporto Adolfo Suarez Madrid Barajas, a “La porta per l’ingresso del virus nel paese in tutte le ondate precedenti”.

Nella lettera chiede anche Escudero Tenere una sessione plenaria del Consiglio Interregionale del Sistema Sanitario Nazionale (SNS) nelle prossime ore. Inoltre, ha chiesto che venga data tempestiva informazione alle Regioni sugli accordi raggiunti dal Comitato per la sicurezza sanitaria – organo europeo – che si riunirà giovedì. “Come ben sapete, l’esperienza degli ultimi anni ci ha insegnato che con il COVID-19 ogni minuto conta.”, ha rivelato il ministro della Salute alla ministra Daria.

Escudero ha indicato l’apertura dei confini cinesi e la grande mobilità attesa entro il nuovo anno, condizioni che, a suo avviso, vanno affrontate con Il quadro di prevenzione dell’“impatto potenziale” nell’Unione Europea.

READ  Il buco nero divora la stella morta - Prensa Libre

Dubbi sulla trasparenza di Pechino

Studierà anche il Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie Morti in eccessocon l’obiettivo di pubblicare questi dati, dato il sospetto che i dati ufficiali su casi e decessi per COVID-19 Non riflette accuratamente la vera portata dell’epidemiasoprattutto ora che ci sarà un’esplosione di contagi.

Gli esperti calcoleranno la differenza tra il numero totale di decessi e il numero che ci si aspetterebbe in un contesto senza pandemia. Il capo epidemiologo del centro, Wu Zunyou, ha detto giovedì che introducendo una nuova variante, dimostrerebbe se le autorità avessero “sottovalutato” la portata dell’emergenza sanitaria.

Le morti per COVID-19 sono una preoccupazione globale”.Wu ha detto, in un briefing compilato dall’agenzia COVID-19, in cui ha confermato che le autorità applicheranno una strategia simile a quella che hanno già adottato per stimare l’impatto dell’epidemia iniziale, nella città di Wuhan. Ha aggiunto il ministero della Salute Quasi 1.300 morti al di sotto del conteggio ufficiale.

Alla mancanza di trasparenza del governo sui dati si aggiunge il cambiamento dei protocolli, che ad esempio non considerano più controlli su larga scala dei test come quelli effettuati dalle regioni dallo scoppio dell’epidemia. Ha anche ristretto la definizione di morte per COVID-19, in modo che vengano prese in considerazione solo le vittime di insufficienza respiratoria causata direttamente dal virus.

Il governo cinese stima il numero di casi rilevati quotidianamente in migliaia, anche se questo è stato riconosciuto dalla massima autorità sanitaria La scorsa settimana sono riusciti a segnare Quasi 37 milioni in un giorno. Di fronte a questa situazione incontrollata, diversi paesi, compresi gli Stati Uniti, hanno scelto di imporre nuovamente restrizioni ai viaggiatori provenienti dalla Cina.

Immagini diffuse sui social network Guarda gli ospedali traboccanti Ma il funzionario che sovrintende agli ospedali all’interno del ministero della salute, Jiao Yahui, ha affermato che l’80% dei letti di terapia intensiva rimane vacante. Ha riconosciuto che potrebbe esserci un picco in alcune regioni, compresa la capitale, Pechino.

Tre grandi ondate di COVID fino a marzo

Lo ha detto giovedì il capo epidemiologo del Centro cinese per il controllo delle malattie, Wu Zunyou L’ondata di contagi da virus che il Paese ha già subito ha raggiunto il suo “picco” a PechinoTianjin (nord-est) e Chengdu (centro).

READ  "Non avrei mai immaginato Karima, è stato un duro colpo per me"

Pechino FuÈ stata una delle prime città a sperimentare un focolaio su larga scala questo mese Dopo aver allentato la politica “zero covid”. La situazione è allarmante nella capitale cinese, dove Gli ospedali erano sotto pressione E hanno avuto difficoltà a prendersi cura di tutti i pazienti, secondo le testimonianze raccolte sui social network del Paese.

Il capo epidemiologo del Cdc ha anche confermato che la diffusione in alcune aree come Pechino e dintorni, le regioni centrali del Sichuan e Chongqing e le province meridionali è stata “estremamente rapida”. “In luoghi come Shanghai, Hubei o Hunan, l’epidemia è ancora in fase di rapida diffusioneha detto l’epidemiologo, raccogliendo i giornali locali.

Lo specialista lo ha predetto abbastanza di recente Ci saranno “tre ondate” di contagi nel Paese: in un Dicun fine gennaio Come risultato dei viaggi durante le vacanze del capodanno lunare e quando le persone tornano al lavoro dopo la tua vacanzaa cui l’ha aggiunto “Tra il 10% e il 30%” della popolazione cinese potrebbe contrarre il virus tra dicembre e marzo.

Pertanto, il mondo guarda con ansia alle potenziali conseguenze di un’esplosione di casi in Cina e della riapertura delle frontiere. Molti esperti concordano sul fatto che l’enorme ondata di casi in un paese Con una popolazione numerosa – più di 1.400.000.000 di persone – può causare Una mutazione del coronavirus provoca una pandemia. Mentre la maggior parte dei governi di tutto il mondo sollecita anche cautela Cresce la paura di un’esplosione globale A causa di una possibile nuova variante che prevede di tornare indietro, e ora poi Il resto del pianeta ha tolto la mascherina grazie all’immunità di gregge conquistata dai vaccini e dagli anticorpi generati da precedenti infortuni.