Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il mistero geopolitico italiano: le conseguenze della vittoria di Meloni

Giulio Andreotti – sette volte primo ministro italiano – ha guardato dall’altra parte quando la CIA è intervenuta tra il democristiano Aldo Moro e il comunista Enrico Berlinger per impedire a quest’ultimo di salire al potere. La storia si conclude con Moreau ucciso nella tomba dalle Brigate Rosse e tutto cambia per sempre. Andreotti stesso, alias Il Divo, è stato colui che ha detto questo al Partito dell’Unità: “Io amo così tanto la Germania che ne preferisco due”. Voleva dire, perché doveva spiegarsi, che parlare di riunificazione significava distorcere il potenziale sovietico di distensione. Prendilo per il tuo libro I diari segreti, edito nel 2020 dalla Casa editrice Solferino. Una guida perfetta per comprendere l’impegnativo pneumatico italiano fuori dalle Alpi.

Dopo il 25 settembre, il Paese di avvio si prepara a vivere un nuovo scenario geopolitico, anche se per farlo dovrà unificare le tessere di mosaico interne dopo le elezioni che vengono rilasciate con importanti romanzieri: il primo Taglio parlamentare del 30%. (400 alla Camera e 200 al Senato) e Possibilità di votare a 18 anni (Per il Senato prima era necessario averne 25.) Avverte che “ci sono due grandi ipotesi interne che determineranno la logica delle relazioni internazionali”. Fabrizio Marontagiornalista della prestigiosa rivista di geopolitica LimoneRegia di Lucio Carracciolo. “Difficile che non vinca la destra. La cosa veramente interessante è come vince, ed è qui che entra in gioco la Lega. Il partito di Salvini ha due anime, una lombarda e una veneta. La prima, un tempo roccaforte. Umberto Bossi, lei lo ama. L’altro lo odia, perché preferisce Luca Zaia‘, spiega mentre cerca di sostenere che Matteo abbia cercato di formare un partito nazionale, ma Venezia ha rifiutato. Ciò significa che se le cose andranno male per Salvini al voto, Meloni probabilmente governerà con Forza Italia e alcuni moderati. ”

La bandiera di Forza Italia sventola sotto il cielo di Roma. Giulio Ocampo

Il problema che il Paese potrebbe incontrare a livello internazionale è se Salvini ottiene un buon risultato elettorale. In questo caso, il capo della Lega Nord potrebbe diventare il cavallo di Troia di Putin nel cuore dell’Europa. Quindi l’attuazione delle linee guida concordate sarà molto complessa il mio motociclista, in buona forma fino al suo ultimo giorno in carica: prendendo le distanze dalla Russia e da Urban. “Per questo ha firmato accordi energetici con Algeria, Egitto e Mozambico. Per questo a Piombino verrà costruito un gassificatore, proprio per far saltare i rapporti con Mosca. Crede che noi, dopo la Germania, siamo stati noi a prendere più benzina da lì”.

READ  Strategie molto diverse per la crescita di BBVA e Santander | comp

Questo è esattamente ciò che il primo spettacolo Nella posizione: Aumentare la quantità e la qualità degli aiuti all’Ucraina e aprire diversi fronti per l’ingresso del gas. “Questo sancisce l’impossibilità, anche con Meloni a Palazzo Chigi, che l’Italia sia Ungheria. Sarebbe senza dubbio pro-Nato”, ha detto. Altrimenti una scena diversa si tradurrebbe in una massiccia impennata del debito e in un “harakiri” indotto dal mercato. Perché, dice Maronta, “Melone è discutibile, ma non è stupido”. Ha saputo premere un muro per colpire al mento l’avversario, sfondandolo in PD con Letta, 5 Stelle con Conte e Terzo Polo con Renzi e Calenda. Questi tre partiti potrebbero essere un blocco di opposizione a meno che il giocatore d’azzardo Renzi non determini la maggioranza di destra assegnandole seggi nel caso in cui non sia autosufficiente al Senato. tutto è possibile; Niente è improbabile. Anche la presenza di Sergio Mattarella. di nuovo.

Retorica di destra

L’Italia ha sempre costumi diversi per questi balli. Giorgia Meloni Draghi non sarà in Italia, ma fuori. In caso di vittoria finale, Il suo discorso continuerà ad essere simile a quello di Vox, in Ungheria, ma è probabile che non prenderà le distanze dall’organizzazione atlantica, cosa su cui Simona Colarazi, giornalista e storica italiana, non è d’accordo. “L’Italia appartiene al G7, ma sono convinto che la sua retorica non sarà europeista perché la destra è a favore dell’autoritarismo. Non ha niente a che vedere con il fascismo, ma la sua idea di politica – non la nasconde Sensazione Con Trump – non aiuta il nostro continente.

Giorgia Meloni con il logo della sua campagna.  pronto?
Giorgia Meloni con il logo della sua campagna. pronto? Giulio Ocampo

Anche se questa vena è sana Contro la globalizzazione e il capitalismo È sbiancato più era alto nei sondaggi, più era probabile che accadesse il primo spettacolo Non rinuncerà alla sua lingua contro l’aborto, il divorzio e il matrimonio civile. Inoltre, avrebbe sostenuto per il bene della famiglia e, secondo la firma di Limes, “potrebbe favorire l’obiezione di coscienza nei medici”. Come se non bastasse, aggiunge, proseguirà la sua personale crociata contro l’immigrazione clandestina, ambito in cui giocherà ancora Matteo Salvini, l’incriminato al processo Open Arms, che rischia fino a quindici anni di carcere . “Il decreto Salvini non funzionava quando era ministro. Chiudeva i confini marittimi (8000 km di costa), ma abbiamo anche i confini balcanici. Dichiarò guerra alle Ong, e così aumentò il bilancio delle vittime. Immigrazione, dimenticando che il La classe industriale del nord che lo ha votato era Ha bisogno di manodopera migrante, è una contraddizione”.

READ  Economia fluviale: quanti soldi devi ea quali club

Il. L’ultimo lo portò ad invadere il sud perché perse letteralmente il nord che gli era ostile. Sicilia, Puglia, Calabria… Sud meno istruito, paura di sbarcare a Lampedusa. Povero, con molta disoccupazione e massiccia fuga di cervelli. È qui che è caduto Salvini, che non aveva né le capacità né il carisma di Bossi. Ed è il miniatore che tiene per anni, e potrebbe essere cruciale se tornasse al governo con Forza Italia e Hermanos de Italia. Certo, il suo ego eccessivo gli manda canti di sirene dal pulpito di Palazzo Chigi.

scisma nella chiesa

L’economia, la transizione interna ai puzzle, le relazioni diplomatiche oltre i confini e, in breve, le relazioni geopolitiche, saranno importanti nei prossimi mesi con il nuovo esecutivo, che dovrà anche preoccuparsi di ciò che sta accadendo dall’altra parte. Sponda del Tevere, dov’è? Vaticano. Sempre sibillino, ma non è così.

Durante la settimana c’è stato un incontro a Matera del Comitato Episcopale Italianoguidato dal cardinale zoppicante. Non hanno ignorato le elezioni di domenica prossima, come si legge in un comunicato che implicitamente denuncia “la povertà sempre crescente, l’inverno demografico e la crisi energetica che sta attraversando l’Italia, con poca azione per i giovani”. Inoltre, non hanno trascurato la responsabilità che ricadranno sui rappresentanti e senatori che saranno eletti il ​​prossimo 25 settembre, poiché dovranno affrontare il tema della “migliore accoglienza, tutela, promozione e integrazione degli immigrati, nonché come la riforma della burocrazia e della legge elettorale”.

Un uomo ha approfittato della questione immigrazione in Italia.
Un uomo ha approfittato della questione immigrazione in Italia. Giulio Ocampo

Un calvario che nessun politico sicuramente ha trascurato, che siano finiti o meno a sedere sul più alto scettro ministeriale di piazza Colonna, custodita dal maestoso obelisco di Marco Aurelio. Per non parlare dei canti ortodossi delle sirene provenienti dal Cremlino, dove può esserci un’enorme spaccatura tra la Russia di Putin e papa Francesco, che in più di un’occasione ha condannato la guerra. È un altro esempio per spiegare il difficile quadro presentato all’Italia fuori dai suoi confini e la difficile convivenza che, ironia della sorte, Salvini e Meloni hanno suggellato il capitolo della sua ultima campagna elettorale nel quartiere operaio di Napoli: Bagnoli. È una roccaforte rossa per la quale ha chiesto di lavorare con sempre più aiuti, circondata dalle proteste contro il grido di “Bella Qiao”. Ottobre è affollato qui, e non proprio rosso.

READ  Cosa si aspettano i mercati per mercoledì 11 agosto? - Finanza