Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il mercato azionario aggiunge e continua a confermare il suo miglior inizio d’anno nell’ultimo decennio: l’economia

L’indice Ibex 35, il principale indice del mercato azionario spagnolo, inizia questo mercoledì a 8.450 punti, con un aumento dello 0,7%. È il suo miglior inizio d’anno negli ultimi dieci anni. Molte azioni sono in realtà ai massimi storici. Tra questi ci sono Bankinter, Caixabank o Logista. Oggi è l’ultimo giorno utile per acquistare azioni di Redeia, l’ex Red Eléctrica, e di Faes Farma con diritto a percepire i seguenti dividendi dalle due società. La società elettrica pagherà complessivamente 0,27 euro per azione lunedì a scapito dei risultati dell’esercizio 2022. Nello stesso giorno Faes distribuirà 0,037 euro per azione. Entrambi lo faranno per contanti.

L’agenda finanziaria odierna è caratterizzata da indicatori di attività nel settore dei servizi. Sono pubblicati in Spagna, Germania e in tutta l’Eurozona. È già noto che l’attività non manifatturiera in Giappone rimane al di sotto dei 50 punti, indicando una recessione economica. È anche noto che l’indice dei prezzi al consumo in Francia è cresciuto del 6,7% a dicembre. Sono dati un po’ peggiori del previsto.

Negli Stati Uniti, questo pomeriggio verrà pubblicato il verbale dell’ultima riunione della Federal Reserve. Si incontreranno alle 20:00 ora spagnola, con tutti i mercati europei chiusi. In quella riunione, ha alzato il tasso monetario di mezzo punto, fino alla fascia che va dal 4,25 al 4,50 per cento. È il livello più alto degli ultimi 15 anni. La parte buona è che la banca centrale degli Stati Uniti ha moderato il tasso di aumento del prezzo del denaro. Alla Borsa di New York, ieri tutti gli occhi erano puntati su Tesla, le cui azioni hanno risposto con enormi perdite dopo aver appreso di aver mancato il suo obiettivo di vendita. Le azioni della società di auto elettriche di lusso guidata dal magnate Elon Musk hanno perso il 70% del loro valore negli ultimi 12 mesi.

READ  Il G20 sta tornando in vita con la sfida del controllo dell'epidemia e della ripresa economica

Gli investitori sono molto preoccupati in questi giorni per la situazione del debito pubblico italiano. La Banca Centrale Europea ridurrà i suoi acquisti di obbligazioni nel 2023 di 200.000 milioni di euro, il che metterà sotto pressione il rendimento degli asset chiave e aumenterà sicuramente il premio al rischio nei paesi europei più indebitati, come la Spagna e, soprattutto, l’Italia. . Inoltre, poiché la BCE non ha ancora finito di aumentare il prezzo del denaro, il finanziamento del debito diventerà notevolmente più costoso. L’Italia potrebbe trovarsi in una situazione finanziaria molto precaria nei prossimi mesi. Oggi il rendimento del decennale italiano è salito al 4,40 per cento, contro il 3,37 per cento dei titoli spagnoli di pari durata e il 2,32 per cento dei tedeschi.

Il Fondo monetario internazionale ha recentemente avvertito che il livello del debito pubblico globale, sia pubblico che privato, rimane ben al di sopra dei livelli pre-pandemia, sebbene sia diminuito negli ultimi mesi. Supera i 235 trilioni di dollari e raggiunge il 250% del PIL globale. Quindici anni fa non raggiungeva il 200%.

Nel mercato delle materie prime, il prezzo del petrolio rimane debole. Un barile di greggio del Mare del Nord questa mattina è stato spinto sotto gli 82 dollari. Nelle valute, l’euro sta perdendo terreno. La valuta europea viene scambiata per poco meno di $ 1,06.