Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il leader della Chiesa cristiana ortodossa ha denunciato gli attacchi russi all’Ucraina

Arcivescovo di Costantinopoli, Bartolomeo I

Leader spirituale dei cristiani ortodossi orientali nel mondo Ha denunciato l’attacco della Russia all’Ucraina durante una visita in Polonia martedì, senza menzionare la Russia o il suo presidente Vladimir Putin.a suo nome.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il New York TimesBartolomeo ha affermato che “è semplicemente impossibile immaginare la quantità di devastazione che questa atroce invasione ha causato al popolo ucraino e al mondo intero”. Il leader ha preso parte a una conferenza stampa a Varsavia martedì dopo l’incontro con i rifugiati ucraini.

L’arcivescovo di Costantinopoli è considerato “primo tra pari” tra i capi delle Chiese ortodosse, ma non ha autorità sui poteri di altri patriarchi. La maggior parte di loro ha anche denunciato l’invasione dell’Ucraina, ad eccezione del capo della Chiesa ortodossa russa, il patriarca Kirill I.

La pubblicazione rileva che la maggior parte degli ucraini sono cristiani ortodossi, Ma sono divise tra la Chiesa russa e quella ucraina.

Il leader della Chiesa cristiana ortodossa ha denunciato gli attacchi russi all'Ucraina
Il leader della Chiesa cristiana ortodossa ha denunciato gli attacchi russi all’Ucraina

Non è la prima volta che il patriarca Bartolomeo e il patriarca Kirill, alleato di Putin, si separano. La Chiesa ortodossa russa ha interrotto i legami con il patriarca Bartolomeo dopo aver riconosciuto l’indipendenza della Chiesa ortodossa ucraina. nel 2019.

Sebbene il patriarca Kirill non abbia condannato l’invasione russa, il principale leader della Chiesa russa in Ucraina ha invitato i membri del patriarca della Chiesa autocefala ucraina a difendere il Paese. “L’esito della guerra potrebbe determinare il futuro dell’autorità religiosa in Ucraina”, afferma il rapporto.

Martedì in Polonia Il patriarca Bartolomeo ha elogiato i cittadini polacchi per aver ospitato i rifugiati dall’Ucraina Hanno descritto la loro solidarietà come un “dono celeste” e “l’unica cosa in grado di vincere il male e le tenebre del mondo”. Più di due milioni di persone hanno attraversato il confine con la Polonia dall’inizio della guerra.

READ  "Giornata della libertà": da oggi il Regno Unito ha revocato le restrizioni a causa della pandemia, quindi Boris Johnson ha chiesto cautela

Sebbene il patriarca Bartolomeo non abbia menzionato Putin per nome, il giorno prima, in una dichiarazione indirizzata al presidente polacco prima dell’incontro dei due uomini, Ha apertamente accusato la Russia delle violenze che hanno causato una crisi di rifugiati in Europa.

“Il mio unico obiettivo in questi giorni è quello di essere solidale e pregare con i milioni di rifugiati che sono stati sfollati con la forza dall’aggressione in corso, ingiustificata e ingiustificata, nonché dalla terribile e costosa violenza che la Russia sta causando nella loro patria sovrana dell’Ucraina .” , Egli ha detto.

L’arcivescovo Stanislaw Gadeki, capo della Conferenza episcopale cattolica romana della Polonia, che martedì ha chiesto la pace insieme al patriarca Bartolomeo, è stato più energico nel condannare la Russia.

Molte delle azioni dell’aggressore portano il segno del genocidioLo ha detto lunedì l’arcivescovo. Anche papa Francesco si è espresso contro la guerra, ma ha evitato di nominare la Russia o Putin.

Continuare a leggere: