Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il James Webb Telescope cerca attraverso la polvere un’immagine senza precedenti di un buco nero

Il Telescopio spaziale James Webb Gli scienziati hanno fornito agli scienziati una visione senza precedenti di un buco nero distante, mentre scrutano attraverso strati di polvere per tracciare la struttura e la composizione del materiale in orbita attorno all’oggetto massiccio.

Webb ha recentemente fatto riferimento allo spettrofotometro nel vicino infrarosso, o strumento NIRSpec, in Buco nero Ultra-massiccio nel nucleo della galassia superiore visto nell’immagine Webb del Quintetto di Stephan, una delle prime cinque immagini a colori di Webb rilasciate dalla NASA e dalle agenzie che collaborano il 12 luglio. L’immagine ne mostra cinque galassie Sembra essere molto vicino, anche se il quinto è molto più vicino alla Terra.

Gli spettrofotometri separano la luce nelle lunghezze d’onda che la compongono e, poiché elementi diversi assorbono la luce a lunghezze d’onda note, lo spettro risultante consente agli scienziati di determinare la composizione chimica di una sostanza che emette o attraversa la luce. Poiché NIRSpec è uno spettrofotometro a infrarossi, è stato in grado di raccogliere uno spettro di nero supermassiccio nonostante fosse circondato da polvere di stelle.

Il risultato, come spiegato da Agenzia spaziale europea In un’illustrazione e una serie di post su Twitter, è che Webb ha visto il buco nero supermassiccio a lunghezze d’onda non osservate in precedenza, che corrispondono all’idrogeno atomico, all’idrogeno molecolare o a due atomi di idrogeno legati e agli ioni di ferro caricati elettricamente nel gas che circonda il buco nero.

Illustrazione della composizione chimica e della struttura di un buco nero supermassiccio dello strumento in scala del vicino infrarosso del telescopio spaziale James Webb

(questo è)

Nel complesso, l’analisi di NIRSpec di questi elementi ha permesso agli scienziati di mappare la struttura del gas che fluisce nel buco nero da consumare, così come i deflussi, gas emessi da potenti getti di radiazioni generati dall’intensa pressione del buco nero. Gas e polvere circolano intorno al buco nero.

NIRSpec è un potente strumento per comprendere gli elementi chimici e le strutture di oggetti distanti e uno che gli scienziati utilizzeranno per studiare non solo i buchi neri, ma anche stelle, galassie e pianeti. Lo spettro dell’esopianeta Wasp-96b è stato catturato utilizzando NIRSpec come una delle prime cinque immagini web rilasciate al pubblico.

NIRSpec è stato costruito da un consorzio di società europee per l’Agenzia spaziale europea ed è una delle tre agenzie partner per costruire il telescopio Webb, che comprende anche Contenitore e l’Agenzia spaziale canadese. Dopo oltre 20 anni di sviluppo, 10 miliardi di dollari e mesi di implementazione e calibrazione, Webb ora fa scienza quasi costantemente, quindi è probabile che il ritmo di nuove scoperte e immagini sia più veloce di quanto si pensasse. Fino ad ora.

READ  FOTO: Il rover della missione lunare Apollo 15 è stato abbandonato per 50 anni