Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il James Webb Space Telescope avrebbe potuto catturare la più lontana fusione galattica mai registrata | Questo fenomeno potrebbe essere in corso nell’universo primordiale

Il Telescopio spaziale James Webb Sono state catturate immagini della curvatura della luce nel lontano universo e gli astrofisici discutono se ciò che può essere visto sia una fusione galattica, che sarebbe la più lontana mai registrata, secondo la NASA.

Lo specchio di Webb ha utilizzato la gravità di un gruppo di galassie per osservarne una, ma gli esperti hanno avvertito, sulla base di ricerche preliminari, che il telescopio potrebbe vedere due galassie, non una.

“Stiamo discutendo attivamente se due galassie o due gruppi di stelle si trovano all’interno di una singola galassia”, ha affermato l’astronomo Dan Koo dello Space Telescope Science Institute, che lavora con gli strumenti del vicino infrarosso Webcam. Dichiarazione della NASA.

web è Il telescopio spaziale più potente mai costruito. I ricercatori hanno affermato che contiene uno specchio primario lungo 6,5 metri composto da 18 esagoni placcati in oro e un parasole a cinque strati delle dimensioni di un campo da tennis.

Circa dieci anni fa Telescopio spaziale Hubble – che orbita attorno alla Terra – è stato in grado di catturare un oggetto distante chiamato MACS0647-JD, dove un “punto rosso pallido” si è formato solo 400 milioni di anni dopo il Big Bang che ha dato inizio all’universo, secondo Kuo.

Sebbene Webb abbia rivelato che un oggetto era in realtà due, la natura di ciò che il nuovo telescopio sta osservando è ancora oggetto di dibattito tra i ricercatori.

Se Webb vede due galassie, c’è una possibilità più complessa: una fusione galattica potrebbe essere in corso nell’universo primordiale.

Sia che tu stia guardando due ammassi stellari o due galassie, ci sono differenze nette tra loro: un insieme di oggetti è un po’ più blu con molte stelle e l’altro è un po’ più rosso con molta polvere.

READ  Questi cellulari smetteranno di funzionare tra 10 giorni: un elenco completo e opzioni economiche per sostituirli | Cronaca

I 20 anni previsti di osservazioni spaziali di Webb amplieranno notevolmente il nostro catalogo di prime galassie da “dozzine” di oggetti a molte altre cose, ha affermato Rebecca Larson, una studentessa laureata presso l’Università del Texas ad Austin.

“Studiarle può aiutarci a capire come si sono evolute in galassie come quelle in cui viviamo oggi, così come come l’universo si è evoluto nel tempo”, ha detto Larson. Ha aggiunto che non vede l’ora che Webb sia in grado di creare campi profondi a punto singolo.” “Nel cielo, come fece molte volte il suo predecessore Hubble, questo scoprirà più cose nell’universo primordiale.