Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Gruppo Marittimo e Logistico Italiano sostiene la permanenza in carica del Presidente del Consiglio

A cura di Portale EditorialePortuario.cl

Incorpora il tweet


Mario Draghi, Primo Ministro italiano.

Tra l’instabilità politica che affligge l’Italia, comprese le dimissioni del Presidente del Consiglio (non approvate dal Presidente), il Cluster Logistica, Ferroviario, Marittimo e Porti del Paese europeo ha lanciato un appello al sostegno Mario Draghi In carica a causa dello sconvolgimento del mondo, o del suo fallimento, perché le forze politiche agiscono in modo responsabile.

“Non si può lasciare l’Italia senza prove affidabili e sicure, soprattutto nell’attuale momento storico che stiamo vivendo. Per questo chiediamo al Presidente del Consiglio Mario Draghi di rimanere in carica o alle forze politiche parlamentari di agire con responsabilità. Di qui l’ambiente politico , manifestando la propria fiducia all’autorità esecutiva, le consente di continuare a lavorare sui tanti fascicoli aperti, senza indugio né negoziazioni”, come hanno indicato i firmatari, tra loro: sartorialeArmatori dall’Italia.

“Le tensioni geopolitiche che non mostrano segni di attenuazione, le loro devastanti conseguenze per l’economia internazionale e la necessità di muoversi rapidamente verso l’attuazione del piano nazionale di ripresa e resilienza impongono una fondamentale continuità dell’azione di governo, che non può e non deve essere compromessa”, conclusero i rappresentanti sindacali del blocco.

Si tratta della presunta collezione lanciata da Conftrasporto, Confetra, Anasped, Angopi, Anna, Assarmatori, Assiterminal, Assocad, Ascocostieri, Assoferr, Assologistica, Assotir, CLIA, FAI, Fedepiloti, Federagenti, Federlogistica, Federtraslochi e Fedesaiport Uniport.

L’Italia è una repubblica parlamentare, quindi, nonostante le dimissioni del presidente del Consiglio, non può essere accettata fino a quando non ci sarà un accordo in Parlamento per eleggere un suo sostituto. La crisi è avvenuta dopo che il Movimento Cinque Stelle, membro della coalizione che sosteneva Draghi, gli aveva ritirato la fiducia a causa di incongruenze in una serie di proposte di legge.

READ  BBVA prevede una crescita del 5% fino al 2023