Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Gruppo dei Sette principali nazioni ha accettato di donare un miliardo di vaccini e ha chiesto un’indagine “trasparente” in Cina sulle origini del COVID-19.

I leader in una foto di gruppo del Gruppo dei Sette (Reuters)

Il Gruppo dei Sette, il gruppo delle economie più avanzate del mondo, domenica ha annunciato un accordo per donare più di un miliardo di dosi di vaccini COVID-19 ai paesi in via di sviluppo e ha chiesto un’indagine “trasparente” guidata dall’Organizzazione mondiale della sanità in Cina sul origine del vaccino COVID-19 nel comunicato conclusivo del vertice.

Sono lieto di annunciare che (G7) si è impegnato per un miliardo di dosi di vaccino, direttamente o attraverso il finanziamento del (Programma Internazionale) COVAXLo ha detto il primo ministro britannico Boris Johnson, ospite del vertice tenutosi in Cornovaglia (sud-ovest dell’Inghilterra), alla conferenza stampa di chiusura della riunione dei leader.

I leader di Regno Unito, Francia, Italia, Germania, Giappone, Canada e Stati Uniti hanno indicato che l’impegno di donazione diretta è fino a 870 milioni di dosi, La metà dovrebbe essere assegnata entro la fine di quest’anno. Nel suo discorso, Johnson ha affermato che cento milioni di quelle dosi proverranno dal Regno Unito.

Nel testo firmato dai membri, hanno anche indicato la necessità di un’indagine completa e indipendente sull’origine dell’epidemia, da svolgere nel colosso asiatico. “Chiediamo all’Organizzazione mondiale della sanità di condurre uno studio tempestivo, trasparente, basato su esperti e basato sulla scienza sulle origini di COVID-19, inclusa, come raccomanda il rapporto degli esperti, la Cina‘, hanno sottolineato.

Gli Stati Uniti hanno promosso la necessità di ulteriori indagini sul suolo cinese, dove è stato rilevato il primo focolaio del virus Corona (Reuters)
Gli Stati Uniti hanno promosso la necessità di ulteriori indagini sul suolo cinese, dove è stato rilevato il primo focolaio del virus Corona (Reuters)

Per quanto riguarda Pechino, i firmatari hanno anche esortato al rispetto delle libertà nella loro regione occidentale Xinjiang, sede della minoranza musulmana uigura, e a Hong Kong, dove il regime di Xi Jinping ha represso i sostenitori della democrazia. “Promuoveremo i nostri valori, tra le altre cose Invitando la Cina a rispettare i diritti umani e le libertà fondamentaliSoprattutto per quanto riguarda lo Xinjiang, i diritti e le libertà e un alto grado di Autonomia di Hong Kong‘, si sono incrociati.

READ  Guzmán si reca in Russia in modo sorprendente per accelerare la produzione del vaccino Sputnik V in Argentina

Gli esperti stimano che saranno necessarie almeno 11 miliardi di dosi per sconfiggere la pandemia a livello globale. Alla domanda sulla sospensione dei brevetti sui vaccini – una misura richiesta da più di cento paesi in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti – Johnson ha affermato che “la cosa veramente importante è aumentare la capacità produttiva in tutto il mondo, soprattutto in Africa”. Il Primo Ministro conservatore ha insistito sulla necessità di accelerare il trasferimento di conoscenza e tecnologia, aggiungendo: “La via da seguire è vendere i vaccini a pagamento, difendiamo il modello Oxford/AstraZeneca”.

Il vertice, occasione per rilanciare l’alleanza occidentale dopo il decollo del governo statunitense di Joe Biden, ha preso di mira anche Vladimir Putin e l’ingerenza russa nelle democrazie di altri paesi. “Riaffermiamo il nostro interesse per relazioni stabili e prevedibili con la Russiae “Riaffermiamo il nostro appello alla Russia”. Per porre fine alle loro attività destabilizzanti e sinistreLo ha affermato il blocco in una dichiarazione finale pubblicata alla conclusione del suo vertice di tre giorni nel sud-ovest dell’Inghilterra.

Incontro in Cornovaglia (Reuters)
Incontro in Cornovaglia (Reuters)

relativo a cambiamento climaticoHa dichiarato: “Ci impegniamo a raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nette entro il 2050, dimezzando le nostre emissioni collettive nei due decenni fino al 2030, aumentando e migliorando i finanziamenti per il clima fino al 2025 e conservando o proteggendo almeno il 30% della nostra terra e degli oceani. entro il 2030”.

I leader del G7 hanno anche sostenuto la celebrazione dei Giochi Olimpici di Tokyo, affermando che “in modo sano e sicuro sarà un simbolo di unità globale contro il COVID-19”.

(con informazioni dall’AFP e dall’EFE)

READ  Jorge Ramos "17 Minutes with the Dictator" ha rivelato i dettagli dell'intervista che ha scatenato l'ira di Nicolas Maduro.