Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il G7 chiuderà i finanziamenti del FMI e della Banca mondiale alla Russia e li eliminerà dall’Organizzazione mondiale del commercio

capi st 7 Hanno espresso la loro determinazione a un ulteriore isolamento, economico e finanziario Russiacompresi i suoi sforzi per prevenire Russia Ottieni finanziamenti da Fondo monetario internazionale (Fondo Monetario Internazionale) o Banca Mondiale. Intendono inoltre adottare misure che priverebbero questo paese dello status di “paese più favorito” in relazione ai principali prodotti, eliminando così i vantaggi significativi dell’appartenenza della Russia OMC (OMC), che aprirà le porte all’imposizione di dazi sui prodotti russi.

Rimaniamo determinati a isolare ulteriormente la Russia dalle nostre economie e dal sistema finanziario internazionale. Pertanto, ci impegniamo a prendere misure aggiuntive il prima possibile”, raccoglie la dichiarazione dei leader del G7, che comprende Germania, Canada, Stati Uniti, Francia, Italia, Giappone e Regno Unito.

Dall’Unione Europea, che ha rappresentanza politica nelle riunioni del G7, si fa notare che la procedura è già stata discussa a livello dei 27 esperti, e la Commissione Europea sta finalizzando la proposta finale che sarà formalmente adottata nei prossimi giorni .

In questo senso, la dichiarazione del Gruppo dei Sette Grandi Paesi industrializzati pensa anzitutto di compiere gli sforzi necessari, secondo i rispettivi processi nazionali, per adottare misure che “privino la Russia dello status di Paese più favorito in relazione alla prodotti principali”.

“Ciò eliminerebbe gli importanti vantaggi dell’appartenenza della Russia all’Organizzazione mondiale del commercio e garantirebbe che i prodotti delle aziende russe non ricevano più il trattamento della nazione più favorita nelle nostre economie”, hanno osservato.

Su questo tema, i leader del G7 hanno espresso la loro soddisfazione per la preparazione in corso di una dichiarazione di un’ampia coalizione di membri dell’OMC che dichiara l’abolizione della
Il paese più preferito nel caso della Russia.

READ  Le ore difficili di Salvini

D’altra parte, il gruppo ha annunciato i suoi sforzi per ottenere finanziamenti per la Russia dalle principali istituzioni finanziarie multilaterali, tra cui il Fondo monetario internazionale (FMI), la Banca mondiale e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo, pur mantenendo l’agilità. Il Fondo Monetario Internazionale e il Gruppo della Banca Mondiale nel fornire assistenza finanziaria all’Ucraina.

Allo stesso modo, i paesi del G7 si sono impegnati a continuare la campagna di pressione sulle élite russe, nonché sulle loro famiglie e facilitatori, per la quale è stato formato uno specifico gruppo di lavoro, che prenderà di mira i beni degli oligarchi vicini al presidente russo Vladimir Putin. .

A questo proposito, i leader si sono impegnati a porre fine all’evasione e colmare le scappatoie per eludere le sanzioni internazionali, compreso l’uso delle risorse digitali come mezzo per eludere o compensare l’impatto delle sanzioni, che limiterebbe il loro accesso al sistema finanziario globale.

“Ci impegniamo a prendere provvedimenti per rilevare e intercettare meglio qualsiasi attività illecita e imporremo costi alle entità russe illecite che utilizzano risorse digitali per migliorare e trasferire le loro fortune, in conformità con le nostre operazioni nazionali”, hanno avvertito.

D’altra parte, hanno espresso la loro disponibilità a imporre ulteriori restrizioni alle esportazioni e alle importazioni di beni e tecnologie chiave nella Federazione Russa, con l’obiettivo di privare lo stato di reddito e garantire che i cittadini dei paesi del G7 non finanzino la guerra in Iraq . Presidente Putin.

Oltre ai piani annunciati, faremo di più per ridurre la nostra dipendenza dall’energia russa, assicurandoci al contempo di farlo in modo ordinato e in un modo che dia al mondo il tempo di garantire forniture alternative e sostenibili. Inoltre, le aziende del settore privato stanno lasciando la Russia con una velocità e una solidarietà senza precedenti. Supportiamo le nostre aziende che cercano un ritiro ordinato dal mercato russo.

READ  Crisi Coronavirus: L'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico chiede maggiori aiuti alle imprese se l'uscita dalla crisi viene ritardata | Economie

“L’azione congiunta annunciata oggi annullerà il trattamento della nazione più favorita dei prodotti russi da parte delle maggiori economie del mondo, privando così la Russia dei vantaggi dell’adesione all’Organizzazione mondiale del commercio”, ha affermato la rappresentante statunitense per il commercio Catherine Taye.

“Putin e il suo governo devono pagare un pesante prezzo economico e diplomatico per l’invasione dell’Ucraina e continueremo a collaborare con altri membri dell’Organizzazione mondiale del commercio per isolare la Russia nelle istituzioni multilaterali”, ha affermato.