Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Fondo Monetario Internazionale e 10 paesi che simulano un attacco informatico

Israele giovedì ha condotto un’esercitazione in 10 paesi su un grave attacco informatico al sistema finanziario globale nel tentativo di aumentare la cooperazione che potrebbe aiutare a ridurre qualsiasi potenziale danno ai mercati e alle banche.

Il “gioco di guerra” simulato, come lo chiamava il Ministero delle Finanze israeliano ed era pianificato per l’anno passato, è durato più di 10 giorni, con dati sensibili che sono emersi sul dark web.

Gli esercizi hanno anche utilizzato notizie false sul palco che hanno causato il caos nei mercati globali e hanno causato l’affollamento delle banche.

La simulazione – lanciata da quelli che i funzionari hanno definito broker “sofisticati” – includeva vari tipi di attacchi che hanno colpito i mercati valutari e obbligazionari globali, la liquidità, l’integrità dei dati e le transazioni tra importatori ed esportatori.

“Questi eventi stanno creando scompiglio nei mercati finanziari”, ha detto un narratore di un video mostrato ai partecipanti come parte della simulazione e visto da Reuters.

Funzionari del governo israeliano hanno affermato che questo tipo di minacce sono possibili dopo molti attacchi informatici a grandi aziende e che l’unico modo per contenere eventuali danni è attraverso la cooperazione globale, poiché l’attuale sicurezza informatica non è sempre abbastanza forte.

“Gli aggressori sono 10 passi avanti rispetto ai difensori”, ha affermato Misha Weiss, capo della sicurezza informatica finanziaria presso il Ministero delle finanze israeliano.

Hanno partecipato all’iniziativa, denominata Collective Power, funzionari del Tesoro di Israele, Stati Uniti, Regno Unito, Emirati Arabi Uniti, Austria, Svizzera, Germania, Italia, Paesi Bassi e Thailandia, nonché rappresentanti del Fondo monetario internazionale , la Banca mondiale e la Banca dei regolamenti internazionali.

READ  Sabato 22 maggio 2021 (14.00 GMT)

Il narratore nel video ha affermato nella simulazione che i governi erano sotto pressione per spiegare l’impatto dell’attacco, che stava paralizzando il sistema finanziario globale.

“Le banche chiedono assistenza di liquidità di emergenza in diverse valute per porre fine al caos mentre le controparti ritirano i loro fondi e limitano l’accesso alla liquidità, lasciando le banche in uno stato di disordine e distruzione”, ha detto il narratore. I partecipanti hanno discusso le politiche multilaterali per rispondere alla crisi.