Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il fantino galiziano Jesús Baamonde gareggerà nella competizione equestre Casas Novas a La Coruña

Contenuti sponsorizzati

Bamond ha iniziato a cavalcare all’età di otto anni Insieme a Chan Guimarães, che ora è il direttore tecnico di Casas Novas, grazie all’influenza del fratello. È venuto al Centro Larinés dell’Associazione Equestre di Coruña sui cavalli da scuola e All’età di 18 anni si recò in Germania per diventare un professionista.

Dopo una lunga stagione di lavoro in Francia e nelle Asturie, Quattro anni fa è tornato a Coruña con un sogno diventato realtà: dedicarsi all’equitazione.

Gesù Bamondo. Fonte: Casas Novas / Oxer Sport.

Possiamo dire che Casas Novas è la tua casa, cosa significa per te CSI4* qui? Come lo vivi dall’interno?

Qui siamo contenti che le persone vengano e si divertano.
Per me è molto speciale e non solo per il fatto di allenarmi qui: sono di Coruña, da quando ha iniziato Casas Novas corro qui e per me è come giocare a casa. Il pubblico, le persone, il luogo… tutto diventa molto eccitante.

In estate abbiamo CSI4* e in inverno CSI5*, facendo di Coruna la capitale degli sport equestri. Da concorrente, quali sono le tue impressioni?

Le gare di A Coruña si parlano in tutta la pista e tutti vogliono venire a gareggiare, dato che la qualità della competizione è molto alta. Le strutture sono le migliori al mondo e le persone lo adorano qui. La competizione è molto ben posizionata e consolidata nel calendario internazionale.

Inoltre, trovano una città molto carina e molto amichevole dove nessuno è estraneo. Coruña è molto accogliente e ovviamente serve ottimo cibo locale.

“La competizione di Casas Novas è bella, devi venire perché è uno spettacolo”

Guardando il fine settimana, con quali cavalli gareggerai questa volta?

Nei test di questo fine settimana gareggerò con l’AGR Troublemaker e il Caporal.

Ho visto un ragazzo cattivo e l’ho praticamente cresciuto e l’ho accompagnato dove si trova ora. È un cavallo che ha fatto molto bene e l’anno scorso ha vinto il campionato spagnolo per bambini di 7 anni. A poco a poco diventerà un cavallo che può saltare in qualsiasi campionato.

Quanto al Caporal, è un cavallo di 10 anni molto veloce e competitivo. Hai già partecipato a importanti esami a Madrid, Lisbona o in Italia; È davvero veloce e divertente.

Nessuno di loro ha ancora raggiunto il suo pieno potenziale, dato che sono cavalli molto giovani, ma devi continuare a competere con loro per portarli al punto ottimale. Entrambi hanno temperamento, ma i buoni cavalli hanno sempre carattere.

Gesù Bamondo. Fonte: Casas Novas / Oxer Sport.

Quali sono i tuoi obiettivi per la competizione?

Semplice: che i cavalli saltino molto bene e cerchino di essere al top in tutte le prove a cui prendono parte.

Cosa significa per te ospitare qui persone di così alto profilo e poi poterle sfidare con il vantaggio degli stadi locali?

I miei cavalli corrono sempre qui, quindi sono più abituati alle piste e ai materiali, ma non ha nemmeno un grande impatto. Qualsiasi cavallo può saltare molto bene su queste piste, la qualità del terreno è molto buona e molto ben tenuta durante i giorni di spettacolo.

“Vengo da Coruña, da quando Casas Novas ha iniziato corro qui e per me è come suonare a casa. Il pubblico, le persone, il luogo… tutto diventa molto eccitante”

Dopo un torneo invernale in cui le tribune erano vuote, quest’anno siamo tornati alla normalità e torneremo con il pubblico. Vuoi rivedere Casas Novas in tutte le sue potenzialità?

La competizione di Casas Novas è incredibile. Devi venire perché è uno spettacolo: i migliori corridori del mondo, i medagliati olimpici… È bello competere con loro su un palco come questo.
Inoltre, offre al pubblico un’atmosfera molto buona, la posizione è fantastica e il tempo è ottimo durante il fine settimana. La competizione sarà sorprendente.

Quali obiettivi ti sei prefissato in questa stagione?

Abbiamo iniziato la stagione a Toledo quest’anno con la vittoria del piantagrane nel Gran Premio, che è un risultato fantastico per lui. Inoltre ho avuto la fortuna di saltare con la Nazionale, di gareggiare con loro in Italia, che per me è un grande traguardo, e ne sono molto contento.

Dopodiché, l’obiettivo sarà continuare a mantenere i cavalli al loro livello e farli crescere. La mia stagione migliore con loro deve ancora arrivare, quindi devo continuare a lavorare.

Per CSI4* questo fine settimana, l’obiettivo principale è il Gran Premio di domenica. Dobbiamo vedere come saltano i cavalli, so che sarà molto difficile, ma spero che possano saltare davvero bene ogni giorno.

Oltre al concorso, hai qualche altro progetto a portata di mano?

Da un anno e mezzo, con due soci, abbiamo formato la Yeguada del Nordés. L’idea è di cercare di ottenere quei cavalli che vengono portati dall’estero per farli provare, nel tempo, a ottenere un cavallo da Gran Premio.

È un progetto molto eccitante, ma è una gara di lunga distanza in cui bisogna andare piano e con buone parole. Al momento i cavalli sono ancora molto giovani, ma abbiamo 4 madri e ogni anno cerchiamo di ottenere nuovi cavalli da accoppiare e allevare.

Gli inviti a partecipare al CSI A Coruña possono ancora essere scaricati attraverso il sito web dell’evento (www.csicasasnovas.com). Può anche essere seguito direttamente da ClipMyHorse.TV E lo stesso sito ufficiale.

READ  Foto non ufficiale di Lionel Messi e Antonella Roccuzzo con dettagli imperdibili