Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il creatore di Metaverse di Facebook ha notato alcuni problemi: “Potrebbe essere una trappola”

Giovanni Carmack È un nome piuttosto pesante nel settore tecnologico. Oltre ad essere attualmente Responsabile Tecnologico (CTO) da Oculus, il visore per realtà virtuale di Facebook, uno dei creatori della storica saga di videogiochi la morte. Per questo molti lo seguono da vicino e ascoltano le sue parole come una verità rivelata. E ancora di più, se avverte di alcune restrizioni sui file Metaverse presentato da Mark Zuckerberg giovedì questa settimana.

Mentre era ottimista sull’idea di “metaverso“Per molto tempo, questa volta ha delineato alcuni dei limiti che possono emergere quando si considera questa proiezione ambiziosa che Facebook sta pubblicando per cambiare l’immagine pubblica maltrattata che ondeggia in queste settimane.

co-fondatore del programma idWolfenstein 3D, Morte, Terremoto e altro ancora) ha trascorso gran parte del suo discorso scettico sui piani per il metaverso.

“Realmente me preocupo por el metaverso y creo en esta visión”, dijo Carmack, antes de agregar rápidamente: “He estado argumentando bastante acttivamente en contra de cada uno de los esfuerzos de metaverso que des hemos intentado interos de preclus e to me Ossessione“, tiro.

John Carmack, chief technology officer di Oculus, ha parlato del metaverso. Immagini di Twitter

“Il percorso più ovvio verso il metaverso è avere una singola applicazione universale, qualcosa del genere Roblox“Dubito che una singola app raggiungerà mai questo livello di interesse per tutto”, ha spiegato, riferendosi al popolare gioco in cui milioni di persone interagiscono ogni giorno.

“Semplicemente non penso che ci sia un giocatore o una società Ho finito per prendere tutte le decisioni giuste per questo“, Lei disse.

READ  Cos'è Ethereum e come funziona la sua tecnologia?

Carmack dice che l’idea del metaverso, Potrebbe essere una “trappola” per “astronauti di architettura”, programmatori e designer che “vogliono solo guardare le cose dall’alto”, ha spiegato, saltando “i dettagli dadi e bulloni su come funziona effettivamente questa roba”.

I cosiddetti “astronauti dell’architettura”, ha detto Carmack, “vogliono parlare in termini molto astratti di come avremo cose generali che possono contenere altre cose”.

“Ma eccoci qui”, ha continuato Carmack. “Mark Zuckerberg ha deciso che era ora di costruire un metaverso, per cui sono stati attivati ​​i grandi ingranaggi, le risorse stanno scorrendo e gli sforzi saranno sicuramente compiuti”, ha spiegato.

Doom, un’esperienza importante

Doom, il videogioco pubblicato nel 1993 da id Software di Carmack e John Romero.  Photo ID Soft

Doom, il videogioco pubblicato nel 1993 da id Software di Carmack e John Romero. Photo ID Soft

Carmack ha usato la propria esperienza creando Doom come esempio del “valore del pensiero concreto guidato dal prodotto”. Invece di scrivere solo motori di gioco astratti, ha scritto giochi in essi”Alcune tecnologie sono abbastanza riutilizzabili da poter essere applicate ad altre cose“Ma è sempre stato guidato dalla tecnologia stessa, ed è stata la tecnologia che ha permesso il prodotto e poi ha permesso alcune altre cose quasi incidentalmente”, ha spiegato.

Quando Doom è stato lanciato nel 1993, John Carmack ha rilasciato il codice sorgente completo per la comunità dei giochi per PC per modificarlo a loro piacimento, un precedente nel settore che aveva stabilito durante la sua carriera.

Questo è esattamente il motivo per cui Carmack non era d’accordo con l’idea che dispositivi specifici È specificamente commercializzato come “router metaverse”.

Carmack ha affermato che le app in stile Metaverse “funzioneranno bene in Quest 2”, aggiungendo il rilevamento del volto e altre funzionalità per dispositivi futuri come Project Cambria “Non è fondamentale per l’esperimento e sarebbe molto più costoso”.

READ  La NASA sta cercando sali organici su Marte come prova della vita passata

Carmack ha affermato di sperare che i dispositivi VR alla fine copriranno la stessa vasta gamma di opzioni di prezzo e qualità degli smartphone, dai più semplici a $ 2.000.

“Prepararsi per il futuro e pianificare ampie generalizzazioni delle cose rischia di rendere le cose più difficili da fare Stanno cercando di farlo oggiHa messo in guardia contro ciò in nome delle cose che si aspettava di fare domani.

Tuttavia, il pessimismo generale dell’introduzione è tornato in carreggiata quando Carmack ha parlato con una certa approvazione di alcuni prodotti descrittivi come Horizon Worlds e Horizon Workrooms, Possono essere “giudicati chiaramente dal valore che apportano agli utenti”.

Interagire con altri avatar nei laboratori, in particolare, può essere molto più divertente che fissare un muro di facce. Ingrandisciha detto Carmack. “Devi usare le cose per ottenere valore da loro‘, è stato condannato.

problemi tecnici

Mark Zuckerberg questa settimana ha mostrato un file "metaverso".  foto di facebook

Mark Zuckerberg ha mostrato “Metaverse” questa settimana. foto di facebook

Carmack ha affermato che portare riunioni di realtà virtuale su così vasta scala sarebbe difficile con l’attuale hardware VR, soprattutto se si volesse anche “Aumenta contemporaneamente la precisione e la qualità degli avatar partecipanti.”

“Stiamo necessariamente prendendo di mira tutti gli obiettivi giusti con il metaverso sociale?” chiese retoricamente Carmack.

Le sue conclusioni, per ora, sembrano un po’ più contrastanti di quelle dello stesso Mark Zuckerberg.

Il tuo discorso completo sullo spettacolo