Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il conflitto tra Russia e Ucraina minuto per minuto | Mosca avverte Washington ei suoi alleati di un possibile confronto nucleare

Gli Stati Uniti annunciano $ 1,7 miliardi di aiuti aggiuntivi all’Ucraina

Gli Stati Uniti hanno annunciato, martedì, che invieranno 1,7 miliardi di dollari in aiuti economici all’Ucraina in modo che possa riprendersi dai danni causati dall’invasione russa.

“Questa assistenza aiuterà il governo democratico dell’Ucraina a fornire servizi essenziali alla popolazione di quel paese dell’Europa orientale”, ha affermato in una nota il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen. Il denaro fa parte di un pacchetto di aiuti da 7,5 miliardi di dollari per l’Ucraina che il presidente Joe Biden ha firmato a maggio.

LEGO lascia definitivamente il mercato russo

Il gruppo di giocattoli danese Lego, che ha annunciato lo scorso marzo la sospensione delle spedizioni dei suoi prodotti in Russia, ha informato oggi il distributore del suo marchio in Russia, Inventive Retail Group, di annullare il contratto con questa azienda interrompendone definitivamente le vendite. questo paese.

Liudmila Simúshina, portavoce di Inventive Retail Group, ha confermato a Efe che Lego è stata informata della risoluzione del contratto, che interessa 81 negozi.

Lego ha annunciato il 4 marzo che avrebbe sospeso le spedizioni di prodotti in Russia “a causa della significativa interruzione dell’ambiente operativo”.

Inventive Retail Group lavora con marchi globali come Apple, Samsung, Nike e altri.

Apple e Samsung hanno sospeso la vendita dei loro prodotti in Russia e Nike ha annunciato a fine giugno la sua definitiva uscita dal mercato russo a causa della campagna militare in Ucraina.

Lukashenko accusa l’Occidente di avvicinare il mondo a una grande guerra

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha accusato l’Occidente, martedì, di avvicinare il mondo a una grande guerra in cui non ci saranno vincitori, parlando a una cerimonia che segna la laurea dei diplomati delle accademie militari del Paese.

Ha detto che “gli eventi che si svolgono oggi sono passi risoluti verso un mondo multipolare, per porre fine all’egemonia americana, nel cui interesse l’aumento dei gruppi di truppe e il sostegno all’ideologia dei regimi neonazisti e francamente fascisti con stati scomodi. ” Inoltrato dall’agenzia ufficiale BELTA.

Lukashenko non ha menzionato “l’operazione militare russa” in Ucraina, ma il riferimento agli eventi nel paese vicino non potrebbe essere più trasparente.

“Purtroppo, questa politica occidentale sta avvicinando il mondo all’orlo di una grande guerra in cui, come sapete, non ci saranno vincitori”, ha sottolineato in dichiarazioni all’esercito.

La flotta baltica russa effettua manovre nella regione di Kaliningrad

Circa 500 marines russi della flotta baltica stanno effettuando esercitazioni di fuoco nella regione baltica di Kaliningrad, in mezzo alle tensioni con la Lituania per un blocco parziale del transito delle merci a causa delle sanzioni sociali contro la Russia durante la sua campagna di guerra in Ucraina.

READ  La marcia contro la politica di Najib Bukele è iniziata in El Salvador

Secondo una dichiarazione della flotta baltica compilata da Interfax, anche fino a 30 unità di equipaggiamento militare stanno partecipando a esercitazioni di combattimento.

Gli esercizi si concentrano sulla pratica delle moderne abilità di combattimento delle armi combinate.

La dichiarazione ha spiegato che obiettivi che simulano veicoli corazzati efficaci vengono colpiti da veicoli corazzati, mitragliatrici, mitragliatrici leggere e lanciagranate.

La Russia stima che il numero di mercenari in Ucraina sia di 2.741

Oggi, il ministero della Difesa russo ha identificato 2741 il numero di mercenari in Ucraina, i quali, in caso di cattura, hanno avvertito di essere in attesa della massima pena detentiva.

Nella sua parte della guerra quotidiana, il portavoce militare, il tenente generale Igor Konashenkov, ha affermato che la Russia sta monitorando e registrando per nome tutti i mercenari arrivati ​​in Ucraina per prendere parte alle ostilità.

Ha affermato che nelle ultime tre settimane, “a seguito delle azioni offensive delle forze armate russe e delle unità della milizia popolare delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, il numero di mercenari in Ucraina è diminuito da 3.221 a 2.741”.

Ha sottolineato che in quel periodo, nonostante l’arrivo di altri 151 mercenari, 391 combattenti furono eliminati e altri 240 lasciarono il territorio ucraino.

La Russia afferma di aver distrutto i depositi di armi nei sistemi Mykolaiv e Harpoon a Odessa

Russia Today ha affermato di aver distrutto quattro depositi di armi ucraini nella regione di Mykolaiv nell’Ucraina meridionale e i sistemi missilistici antinave Harpoon a Odessa.

Sul lato bellicoso, il ministero della Difesa russo ha notato che oltre ai depositi di armi situati nella città di Makevka, è stato colpito un centro di riparazione corazzato delle forze armate ucraine vicino a Seversk nella regione di Donetsk.

Vicino ad Artyomovsk, sempre nell’est del Paese, gli attacchi russi con “armi ad alta precisione” hanno distrutto un punto focale per le truppe ucraine, uccidendo 180 persone.

Nel frattempo, nella regione meridionale di Odessa, i missili russi Iskander hanno colpito il sito del sistema Harpoon di fabbricazione statunitense, secondo la difesa russa.

Allo stesso modo, la difesa aerea dell’esercito russo ha abbattuto sette droni ucraini in un giorno, la maggior parte dei quali nella regione di Donetsk.

L’Unione Europea ha approvato un prestito di 1.000 milioni per aiutare l’Ucraina a breve termine

Martedì i paesi dell’Unione Europea hanno dato il via libera a concedere all’Ucraina un prestito di 1.000 milioni di euro per coprire i suoi bisogni finanziari a breve termine, che ammontano a 37.300 milioni solo per quest’anno.

Il prestito, approvato in una riunione dei ministri dell’Economia e delle Finanze comunitarie, costituirebbe la prima tranche di un pacchetto fino a 9.000 milioni di euro di aiuti finanziari complessivi che i 27 sperano di approvare una volta che la Commissione europea avanzerà una proposta per ottenere i soldi sul mercato.

READ  La Russia insegue l'ultima roccaforte ucraina del Donbass | Quasi l'intera provincia di Luhansk è sotto il controllo del Cremlino

“Continuare la nostra assistenza materiale e finanziaria non è un’opzione, ma un nostro dovere. Sono molto felice che abbiamo accelerato la decisione di fornire 1 miliardo di euro sotto forma di assistenza finanziaria totale. Questo darà all’Ucraina i fondi per coprire i suoi bisogni urgenti “, ha affermato il ministro delle finanze croato Zbenik Stangora, il cui paese presiede il Consiglio in questa classe, in una dichiarazione “Garantire il funzionamento delle sue infrastrutture critiche”.

Russia, Turchia e Ucraina si occuperanno dell’esportazione di grano ucraino

Un alto funzionario del ministero degli Esteri russo ha detto oggi a Interfax che esperti militari di Russia e Turchia, nonché rappresentanti dell’Ucraina e inviati delle Nazioni Unite, che sono osservatori, terranno consultazioni sull’esportazione di grano ucraino domani, mercoledì, a Istanbul.

Il direttore del Dipartimento delle organizzazioni internazionali del ministero degli Affari esteri, Pyotr Ilyichov, ha affermato che questo tipo di consultazioni a livello di esperti tra Mosca e Ankara si svolgono regolarmente e che il prossimo round si terrà mercoledì.

“Su tutte queste questioni si tiene un dialogo regolare tra l’esercito russo e quello turco. Il prossimo round di queste consultazioni di esperti è previsto per il 13 luglio a Istanbul. Rappresentanti dell’Ucraina, così come membri delle Nazioni Unite, dovrebbero unirsi come osservatori”.

Elishov ha affermato che la Russia ha ripetutamente affermato “a tutti i livelli” di essere pronta “a contribuire a garantire la navigazione delle navi mercantili straniere nel campo dell’esportazione di grano ucraino”.

Biden dà gli ultimi ritocchi alla ratifica dell’ingresso della Finlandia e della Svezia nella NATO

Lunedì il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha presentato al Senato il protocollo di adesione della Finlandia e della Svezia alla Nato per la firma da parte della Camera, compiendo così un passo decisivo nella ratifica da parte degli Stati Uniti dell’accesso di entrambi i paesi.

“Daranno un contributo netto all’alleanza, in termini di capacità e risorse, e condivideranno valori critici con gli Stati Uniti. L’adesione aiuterà a far avanzare le priorità dell’America all’interno della NATO”, ha affermato Trump nella sua lettera al Senato.

Al vertice di Madrid alla fine di giugno, i leader della NATO hanno deciso di avviare il processo di accettazione di Svezia e Finlandia. I due paesi, che hanno lo status di osservatore temporaneo, diventeranno membri a pieno titolo quando l’alleanza di 30 membri ratificherà i protocolli di accesso.

Il processo di ratifica varia da Stato a Stato: nel caso degli Stati Uniti è necessaria l’approvazione dei due terzi dei membri del Senato.

READ  Lo scioccante documentario di Netflix sull'uomo che ha violentato centinaia di vittime, massacrato e mutilato | Cronaca

Mosca avverte che gli Stati Uniti ei loro alleati stanno per entrare in conflitto con la Russia

La portavoce diplomatica russa Maria Zagarova ha avvertito oggi che gli Stati Uniti ei loro alleati sono sull’orlo di uno scontro militare aperto con la Russia, che sarà un “conflitto armato diretto tra potenze nucleari”.

“Provocando un’esacerbazione della crisi ucraina e scatenando un feroce confronto ibrido con la Russia, Washington e i suoi alleati stanno pericolosamente barcollando sull’orlo di uno scontro militare aperto con il nostro Paese, cioè un conflitto armato diretto tra le potenze nucleari”, disse Zakharova.

“Un tale conflitto comporta chiaramente il rischio di un’escalation nucleare”, ha osservato la portavoce in un commento pubblicato sul sito web del ministero degli Esteri russo.

E ha aggiunto Zagarova, il cui testo è arrivato in risposta alle dichiarazioni del primo ministro giapponese Fumio Kishida, sul reale pericolo che la Russia utilizzi armi nucleari in Ucraina.

Sette morti in un bombardamento ucraino nella provincia occupata dalla Russia

Oggi, le autorità di occupazione hanno riferito che sette persone sono state uccise e circa 60 ferite nel bombardamento ucraino di una città a Kherson, nel sud dell’Ucraina, occupata dall’esercito russo.

“Ci sono sette morti e circa 60 feriti” nel bombardamento della città di Nova Kakhovka, ha detto Vladimir Leontiev, capo dell’amministrazione civile e militare russa nella regione.

Il vice capo del dipartimento dell’occupazione, Ekaterina Gubareva, ha affermato che le forze ucraine hanno effettuato l’attacco con un lanciarazzi multiplo HIMARS.

Da parte sua, l’Ucraina ha dichiarato di aver attaccato obiettivi militari a Nova Kagovka, uccidendo 52 soldati russi e distruggendo un deposito di munizioni.

Erdogan offre supporto a Zelensky per avviare i negoziati con la Russia

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, durante una conversazione telefonica ieri sera con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, si è offerto di “fornire tutto il supporto necessario per avviare il processo negoziale tra l’Ucraina e la Federazione russa, compresa l’assistenza e la mediazione nel processo di Istanbul”.

A questo proposito, l’Agenzia d’informazione ucraina, Ukrinform, ha osservato che il leader turco ha sottolineato durante la conversazione che il più grande desiderio della Turchia è l’arrivo della pace in Ucraina.

Erdogan ha anche affermato che sono in corso i lavori sul piano preparato dalle Nazioni Unite per la fornitura di grano ucraino al mercato mondiale.

Il presidente turco ha affermato che la soluzione tra Ucraina e Russia “sarà comunque attraverso la diplomazia, quindi il tavolo delle trattative deve essere aperto”.