Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il conflitto tra Russia e Ucraina minuto per minuto | Le truppe russe sono entrate a Severodonetsk e sono vicine al controllo dell’intera regione di Lugansk

Il Cremlino nega che Putin sia malato

Lunedì, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che Vladimir Putin gode di buona salute e ha affermato che nessuno a suo giudizio “potrebbe vedere i sintomi della malattia” in lui.

“Il presidente Putin appare in pubblico ogni giorno. Puoi vederlo sugli schermi e ascoltare i suoi discorsi. Non credo che le persone sane possano apprezzare i sintomi della malattia di quest’uomo”, ha detto Lavrov.

Le accuse seguono i rapporti e le speculazioni degli ultimi mesi sulla presunta salute di Putin.

In un’intervista ai canali francesi TF1 e LCI, Lavrov ha difeso le azioni della Russia in Ucraina e ha insistito sull’obiettivo di “screditare” il Paese e difendere la lingua russa.

Lavrov ha criticato le azioni dell’Unione Europea in questa crisi, accusandola di agire sottomessa agli Stati Uniti e di pianificare sanzioni per molto tempo, anche prima di febbraio, quando i carri armati russi sono entrati in Ucraina.

Gli obiettivi della Russia, secondo Lavrov, sono “proteggere i civili nel Donbass, disarmare l’Ucraina e prevenire la presenza di armi che rappresentano una minaccia per la Russia.

Inoltre, il ripristino della lingua russa e la rimozione dell’esercito ucraino “dalle regioni di Donetsk e Lugansk” e dal resto delle terre dove ci sono persone “che non vogliono interrompere i rapporti con la Russia”, perché “si Sta alla popolazione decidere”.

Per Lavrov, le sanzioni dell’UE sono “isteriche” e “mostrano impotenza”, perché “l’Europa è il principale perdente in questa guerra”.

La Russia afferma di aver distrutto gli obici italiani forniti dall’Ucraina

Oggi il ministero della Difesa russo ha dichiarato di aver distrutto diversi obici da 155 mm forniti dall’Italia all’Ucraina.

Secondo l’entità militare, un drone russo ha individuato la posizione dell’esercito ucraino che azionava gli obici ed è stato distrutto dal fuoco dell’artiglieria.

L’esercito russo ha confermato di aver confermato i risultati del suo attacco con i droni e ha pubblicato il video.

La Russia ha ripetutamente avvertito che qualsiasi fornitura di armi all’Ucraina sarà considerata un “bersaglio legittimo” dell’esercito russo e ha riportato o pubblicato diversi video della distruzione delle armi occidentali.

READ  Argentina condannata per crimini contro l'umanità a spese della famiglia di Julian Grisonas | Sentenza della Corte Interamericana dei Diritti Umani

Almeno 6 morti e 20 feriti nell’attacco ucraino a Donetsk

Almeno sei persone sono state uccise lunedì in un nuovo attacco di artiglieria dell’esercito ucraino a DonetskLe autorità hanno detto che la regione separatista filo-russa in cui si trova quella città.

Lo ha detto il sindaco di Donetsk Alexei Kulmzin Tra le vittime c’era un ragazzo di 13 anni E quello L’attacco ha ferito 20 persone e distrutto tre scuole.

Secondo Kulemzin, L’esercito ucraino avrebbe utilizzato i sistemi di artiglieria forniti dagli Stati Uniti per attaccare.

I separatisti filo-russi controllano le aree delle due province dal 2014, dichiarando “repubbliche popolari” riconosciute dalla Russia pochi giorni prima dell’inizio della guerra.

Prima della guerra, circa 14.000 persone sono state uccise nel Donbass in otto anni di attacchi di artiglieria dell’esercito ucraino contro città controllate dai separatisti e nei combattimenti, secondo le Nazioni Unite.

La Russia è un meccanismo simile al meccanismo del gas per ripagare il proprio debito in valuta estera

Lo ha affermato il viceministro delle finanze russo Anton Siluanov Il governo prevede di implementare un sistema simile a quello utilizzato per addebitare le forniture di gas per ripagare il suo debito sovrano denominato in dollarial fine di evitare sanzioni per la guerra con l’Ucraina.

In un’intervista al quotidiano economico Vedomosti, il funzionario ha spiegato che la Russia Ai suoi detentori di Eurobond verrà offerta l’accettazione di un sistema di pagamento che aggira l’infrastruttura finanziaria occidentale.

La Russia ha offerto ai suoi acquirenti di gas di aprire un conto in dollari o euro nella sua terza banca più grande, Gazprombank, e la seconda in rubli, la valuta russa..

L’importatore paga il gas in dollari o euro e poi chiede alla banca di convertirlo in rubli.

Il sistema è stato creato dal presidente Vladimir Putin per evitare il rischio che i pagamenti in dollari vengano congelati come parte delle sanzioni occidentali contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina.

Un’autobomba esplode a Melitopol, accusando il governo ucraino

Un’autobomba è esplosa a Melitopol, ferendo due civili.Lo hanno riferito le autorità installate dalla Russia in quella città nella provincia di Zaporizhia, nel sud dell’Ucraina.

READ  Papa Francesco ha scherzato sul fatto che Giovanni XXIV gli sarebbe successo nel 2025: chi è?

È un cinico atto di terrorismo da parte del regime di KievIl sindaco Galina Danilchenko ha affermato che il suo “obiettivo di terrorizzare la popolazione della nostra città è diretto contro i civili”, confermando che è stata aperta un’indagine.

Le autorità di Melitopol ne hanno parlato in dettaglio L’autobomba è esplosa alle otto del mattino, ferendo due volontari che stavano distribuendo aiuti umanitari.

Le forze russe avevano catturato Melitopol nei primi giorni dell’offensiva contro l’Ucraina, iniziata il 24 febbraio.

L’11 marzo, le forze russe hanno arrestato il sindaco dell’Ucraina Ivan Fedorov prima di rilasciarlo pochi giorni dopo. Successivamente fu insediata nella città un’amministrazione filo-russa.

“È una situazione terribile e il regime di Kiev non può abituarsi all’idea che la gente di Melitopol non voglia sapere nulla di questa autorità di Kiev, vogliamo vivere una nuova vita, una vita pacifica”, ha affermato il sindaco.

Netflix non è più disponibile in Russia

piattaforma Netflix non è più disponibile in Russia. Da venerdì, emittente È stato ritirato dal mercato nell’ambito delle sanzioni imposte al Paese dalla guerra con l’Ucraina.

“Questo è il culmine del ritiro dal mercato russo”, ha detto un portavoce di Netflix, spiegando che la società aveva atteso fino alla fine del periodo di fatturazione per attivare la fine del servizio per i propri clienti.

Netflix è il leader mondiale nelle piattaforme di streaming, con 221,8 milioni di abbonati a fine 2021, anche se ha una presenza rara in Russia.

La società ha dichiarato ad aprile, in una lettera ai suoi azionisti, che Perderai circa 700.000 iscritti, Il primo calo globale degli abbonati dell’azienda in un decennio.

I russi entrano a Severodonetsk, l’ultima città che non controllano a Lugansk

L’esercito russo è già entrato nella città di Severodonetsk e all’interno della città si stanno svolgendo i “combattimenti di strada”, l’ultima per importanza non ancora controllata dai soldati inviati da Mosca nella regione ucraina di Lugansk, ad est del nazione. paese, ha menzionato il governatore della regione, Serhiy Haiday.

READ  La pandemia di COVID-19 ha superato i cinque milioni di morti in tutto il mondo

“Ci sono già combattimenti nelle strade di Severodonetsk. Il nemico sta avanzando”, ha detto il governatore, e ha confermato che tre medici che stavano guidando per la città in macchina come volontari erano scomparsi.

Come ha spiegato, “le infrastrutture vitali della città sono state distrutte di quasi il cento per cento, mentre il 90 per cento delle case è stato danneggiato, di cui il 60 per cento fatiscenti”.

“La città è piena di cadaveri russi, le strade stanno bruciando – in futuro questo potrebbe portare allo sviluppo di infezioni”, ha sottolineato il governatore.

Missili nella regione di Odessa

L’esercito russo, che ha concentrato i suoi attacchi sull’Ucraina orientale e meridionale, ha lanciato sporadici lanci di missili anche nell’ovest del Paese, nella città portuale di Odessa, dove ha distrutto ancora una volta molte infrastrutture alla foce del fiume Dnestr. vicino al Mar Nero.

Le forze russe hanno lanciato due attacchi missilistici che hanno colpito una strada e un ponte ferroviario a valle. Le infrastrutture sono già state danneggiate in precedenti attacchi, secondo le agenzie locali ucraine.

L’Ucraina condanna la tortura dei suoi soldati catturati

I soldati ucraini liberati che sono stati catturati dai russi hanno denunciato le torture ei maltrattamenti degli invasori, alcuni dei quali sono stati costretti ad avere rapporti sessuali, così come il difensore civico ucraino, Lyudmila Denisova.

Secondo l’agenzia ucraina Interfax, i metodi di tortura sono stati usati in modo particolarmente crudele contro ufficiali delle forze armate e combattenti del reggimento Azov, gli ultimi che hanno resistito all’assedio della città costiera di Mariupol.

Denisova ha aggiunto: “Durante una visita di ispezione a una delle istituzioni sanitarie dove l’esercito ucraino trattenuto dalla prigionia i liberati, hanno riferito di essere vittime di torture e maltrattamenti da parte di detenuti”.