Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il conflitto tra Russia e Ucraina minuto per minuto | Affermano che più di 100 civili sono stati evacuati dalle acciaierie di Mariupol

La Repubblica Ceca aumenta le riserve di gas dopo il taglio russo

Il governo della Repubblica Ceca ha acquistato 2,4 terawatt di gas naturale da aggiungere alle sue riserve nazionali in caso di problemi di approvvigionamento. L’operazione, annunciata domenica dall’agenzia nazionale di prenotazione, è costata 8.500 milioni di corone (345 milioni di euro).

Questa è la prima volta che lo Stato acquista riserve di gas. L’importo è equivalente al 2 per cento del consumo nazionale nel 2021.

Nadal considera “ingiusto” escludere i tennisti russi e bielorussi da Wimbledon

Questa domenica, Rafael Nadal ha definito “ingiusta” la decisione di escludere da Wimbledon i tennisti russi e bielorussi. Lo spagnolo, che ha vinto 21 titoli del Grande Slam, crede che l’All England Club abbia scelto “l’opzione più rigorosa”.

“Non dovresti incolpare quello che succede con la guerra”, ha detto il tennista Majorcan, aggiungendo: “Mi dispiace per loro. Vorrei che non fosse così, ma alla fine sappiamo che è quello che è successo”. lui è.”

Affermano che ci sono già più di 100 civili evacuati dalle acciaierie di Mariupol

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato domenica che quasi 100 civili sono stati evacuati dallo stabilimento di Azovstal, una roccaforte delle forze ucraine nella città di Mariupol assediata dalle forze russe.

L’annuncio è arrivato dopo che le Nazioni Unite hanno confermato che “era in corso un’operazione di evacuazione” ad Azovstal, in coordinamento con la Croce Rossa, le forze russe e ucraine, senza entrare nei dettagli.

La zona industriale dell’Azovstal è l’ultima sacca della resistenza ucraina nella città portuale di Mariupol, nel sud dell’Ucraina, ora controllata dalla Russia.

READ  Allarme nel Regno Unito: avvertono che l'alternativa...

Le condizioni di vita nella rete di tunnel sotto l’acciaieria sono state descritte come spaventose. Finora, i precedenti tentativi di evacuazione sono falliti.

Incendio a una struttura militare nella regione russa di Belgorod

Il governatore locale Vyacheslav Gladkov ha affermato che domenica è scoppiato un incendio in una struttura militare nella regione russa di Belgorod, al confine con l’Ucraina.

“Un incendio è stato registrato ai confini di tre comuni – le regioni metropolitane di Borisov, Belgorod e Yakovlevsky – presso una struttura del ministero della Difesa russo”, ha scritto il funzionario sul suo account Telegram.

Il governatore ha indicato che una persona è rimasta ferita nell’incidente. “La ferita è lieve e la sua vita non è in pericolo. Vengono fornite tutte le cure mediche necessarie”, ha detto.

Ha sottolineato che “tutti i servizi operativi sono pronti e vengono prese tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza”.

Non ci sono stati dettagli dal governatore di Belgorod sulle cause dell’incendio che ha colpito la struttura militare in quella regione russa.

Continua l’evacuazione dei civili presso l’acciaieria Mariupol

Un portavoce delle Nazioni Unite a Ginevra ha affermato che l’evacuazione dei civili dal complesso siderurgico Azovstal a Mariupol, nell’Ucraina orientale, è “continuata” domenica.

“Le Nazioni Unite confermano che è in corso un’evacuazione presso il complesso di ferro Azovstal in coordinamento con il Comitato internazionale della Croce Rossa e le parti in conflitto”, Jens Laerke, portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari, detto domenica. .

Ha sottolineato di non poter fornire altri dettagli per motivi di sicurezza.

Avanza la mediazione turca tra Zelensky e Putin

Sabato il portavoce presidenziale turco Ibrahim Kalin ha incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky a Kiev. Ankara gioca un ruolo importante nei negoziati tra Russia e Ucraina.

READ  Evan Duque ha confermato di non avere nulla da nascondere prima della visita della Commissione interamericana sui diritti umani in Colombia

Il vicecancelliere Kalin era accompagnato da Sedat Unal. Finora non erano disponibili ulteriori dettagli sul contenuto dell’incontro a Kiev.

A marzo, la Turchia ha ospitato il primo incontro tra i negoziatori di Mosca e il KEV, e un altro tra il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, e il suo omologo ucraino Dmytro Kuleba.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan sta ora cercando di aprire la strada a un vertice a Istanbul tra i presidenti russo e ucraino Vladimir Putin e Zelensky.

In una telefonata giovedì, Erdogan ha detto a Putin che la Turchia cerca di “stabilire una pace duratura nella regione il prima possibile, sulla base dello slancio raggiunto nei colloqui a Istanbul”, ha affermato il suo gabinetto.