Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il clamore in Italia per Retegui: il protagonista delle prime pagine dei giornali viene definito “animale volgare”

L’attaccante del Tigre, autore di gol contro Inghilterra e Malta, è nel mirino dei maggiori club di Serie A e ha scambiato due parole con il padre Carlos, allenatore chiave dell’Inter.

Irritazione Matteo Retegui È stata una sorpresa sia per i locali che per gli stranieri alla scelta dell’Italia. L’attaccante del Tigre ha deciso di lasciare l’occasione per difendere i colori dell’Argentina, nella quale ha iniziato fin dall’inizio un percorso inaspettato con gli azzurri: ha segnato contro Inghilterra e Malta all’inizio delle qualificazioni a Euro 2024. Organizzato in Germania.

Allenatore Roberto Mancini Ha scelto il nativo di San Fernando e il tempo gli ha dato ragione. Alcuni degli ambienti più conservatori della squadra europea, come ad esempio Mario Balotelli, hanno messo in dubbio la decisione dell’allenatore di scegliere un calciatore nazionalizzato piuttosto che un italiano di sangue.

L’allenatore non è stato colpito dalle critiche e ha anche ricevuto il sostegno dell’ex difensore Daniel Adhani, che è diventato famoso per i suoi resoconti emozionanti dell’Argentina durante la recente Coppa del Mondo.

“È un animale instabile, attacca obiettivi e luoghi come se non ci fosse un domani”, ha espresso la sua opinione su Retegui in una conversazione con il Corriere della Sera. Ha aggiunto sull’approccio di Mateo: “È ancora un calciatore grezzo: non sarà mai Van Basten, per intenderci, ma se gli metti la palla addosso, rimbalzerà contro il ginocchio del portiere lungo la strada. al di fuori. Non ha paura, c’è, nel senso che è molto runner, apre varchi.

Lele segue da vicino il campionato professionistico e ha spiegato quanto sia affamato di sviluppo l’attaccante. “Poteva tornare al Boca, ma ha scelto di restare anche quest’anno al Tigre e sarà in panchina alle spalle di Benedetto. Questo dimostra la sua voglia di crescere e la sua voglia di lavorare sodo: ha una grande etica del lavoro”. discusso.

READ  Sequestrati 5 milioni di euro in un'operazione di furto di slot machine italiane

“L’anno scorso ha segnato più di 20 gol, quest’anno ne ha segnati un po’ meno perché il Tigre non ha fatto bene. Ma le sue prestazioni sono sempre dovute alla fatica, alla fatica, al lavoro. Non voglio dire che non abbia ottima idea, ma se viene in Europa e lavora con allenatori che stanno ancora lavorando sui dettagli, ha margini di miglioramento”, ha detto Adani. .

Prima con un potente cross contro l’Inghilterra e poi con un preciso colpo di testa contro Malta, Mateo ha conquistato il cuore dei tifosi italiani che sognavano il ritorno nella capolista del continente dopo una botta con la Macedonia del Nord. Tazza.

“Secondo me serve anche dare un segnale. E questa Italia, che deve ripartire e ritrovarsi, non ha una di queste caratteristiche, a parte Belotti”, ha concluso Lele, credendo nel talento del Matador calciatore.

Intanto in Italia hanno iniziato a legarlo ai big della Serie A per fare il passo successivo nella sua carriera: lunedì mattina la Gazzetta dello Sport lo ha collegato all’Inter, il Corriere dello Sport ha parlato di legami con Lazio e Reppublica Napoli. curiosità

Carlos, suo padre e rappresentante, ha provato a calmare le acque dopo la vittoria di Malta: “Oggi ha la testa tutta rivolta al Tigre e agli Azzurri. Bisogna stare calmi e tenere i piedi per terra: non si pensa a altro che imparare e migliorare.

Saba ha vissuto una giornata di socialità al T’Gali National Stadium, ha scambiato parole con il braccio destro di Giuseppe Marotta (direttore sportivo dell’Inter) Dario Bazin e ha rilasciato un’intervista a Sportilia: “Sono molto felice e orgoglioso di essere Matteo. Parte della squadra italiana e di lui sono molto grato a Roberto Mancini, al suo staff tecnico ea tutti i suoi compagni che hanno ricevuto il massimo”.

READ  L’Italia salva Zoo