Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il caso di Lola shamnalies: da un fratellastro, utilizzando una nuova tecnologia, un genetista scopre il presunto assassino

“La mia motivazione in tutto questo è stata la famiglia Chomnalez. Le sue condizioni mi hanno commosso così tanto”.. Lo ha espresso in una conferenza stampa tenuta da un genetista Natalie Sandberg Direttore del Registro Nazionale delle Impronte Genetiche presso il Ministero dell’Interno dell’Uruguay e ideologicamente per la tecnologia innovativa che avrebbe potuto essere individuata, attraverso una complessa ricerca del DNA, Al presunto assassino di Lula ChumnalisE L’adolescente argentino è stato assassinato a fine dicembre 2014 nella località di Barra de Valizas, nella provincia di Rocha.

“Questo è successo circa due anni fa. È stato un lavoro instancabile da parte dell’intero team della polizia scientifica, del giudice Juan Manuel Jimenez e degli investigatori. All’inizio, quando è nata l’idea, che fino ad allora era stata senza precedenti, L’ho consultato con vari colleghi provenienti da diverse parti del mondo e tutti mi hanno dato il loro sostegno. Mi ha dato la sicurezza scientifica per arrivare a questa conclusione”.Particolare Sandberg.

si chiese Sandberg apportare una modifica alle configurazioni di ricerca del programma dell’FBI utilizzato dalla polizia scientifica dell’Uruguay per abbinare il DNA criminale, Che non erano utili per condurre ricerche di familiarità. Lo specialista e il suo team di criminologi hanno dovuto trovare le tecniche necessarie “sfida” Per il programma e infine, trova l’imputato.

Il caso di Lola Chumnalis: la nuova tecnica per scoprire l’assassino

“in linea di principio, La principale linea di indagine è nata sulla base del principio che nel nostro database ci sono famiglie criminali. Finora abbiamo più di 80.000 file genetici. Si vede, dal punto di vista genetico, che esistono intere famiglie di criminali. Quindi ho cercato di utilizzare ciò che vedevo per poterlo trasformare in una scoperta genetica”, ha spiegato il direttore del National Genomic Fingerprint Registry.

READ  La "Guida Suprema" dei talebani appare pubblicamente per la prima volta in cinque anni

come dettagliato, Fin dall’inizio hanno attraversato ogni tipo di frustrazione, per non aver dato i risultati sperati, In aggiunta al fatto che si trattava di un caso con un gruppo familiare complesso all’orizzonte, che era ben lungi dall’essere una famiglia tipica, quindi i profili genetici erano incompleti. In questo senso, lo scienziato ha osservato: “La cosa più notevole è che non ci arrendiamo mai”.

I campioni, che alla fine hanno trovato un’identità Leonardo David Cena, un uomo di 39 anni con una storia di violenza di genere nel 2003 e stupro nel 2009, Sono stati trovati in una scia di sangue lasciata dal presunto assassino su un asciugamano e sulla carta d’identità di Lola, trovata in uno zaino che la ragazza aveva con sé quando le è stata tolta la vita.

Inizialmente, le prove sono state confrontate con il database forense del National Genomic Fingerprint Registry e non sono state trovate prove. Non ci sono dati positivi nel confronto. Questo perché il database è stato creato solo nel 2011, quando è stata promulgata la legge, due anni dopo l’ultima fedina penale registrata di Sina. Quindi, questi campioni di controllo sono stati confrontati con i profili che stavano entrando nel sistema.

Lola Chumenales, la giovane argentina uccisa nella località uruguaiana del ValleseArchivi

Per diversi anni, la causa è rimasta latente. Fino a quando non è finalmente entrato nel record Il profilo di Jenny sembra avere una sorta di connessione con questo profilo “fantasma”.. Inizialmente, è stata utilizzata la ricerca genetica i miei genitori, senza ottenere buoni risultati.

Ciò ha portato il genetista a proporre la ricerca attraverso la linea materna. In questo modo, i ricercatori sono stati in grado di trovare un file profilo femminile Probabilmente dalla madre di questo individuo. Hanno trovato nel database, ora, un uomo collegato al triplice omicidio di governanti a Cerro Pan de Azucar. Parte della sequenza cromosomica coincideva con la mappa genetica sconosciuta sull’asciugamano e l’ID di Lola. Questo prigioniero era la stessa madre del fantasma nel caso Shumenalis. Si stavano avvicinando.

READ  Kristalina Georgieva del Fmi ha sminuito le aspettative per un accordo veloce con l'Argentina: "C'è ancora molto da fare"

Hanno chiamato la madre di questo noto prigioniero. La donna ha volontariamente contribuito con un prelievo di sangue. La corrispondenza del DNA con la persona che ha lasciato il proprio sangue sulle cose di Lola è risultata positiva.

La donna, che appare in archivio come SMSS, ha detto alla polizia di avere 11 figli, tra cui Leonardo David Senna. Ha detto che lo ha dato in adozione e poiché era un bambino viveva con una famiglia a La Paloma o Rocha. Di questi, otto erano maschi e tre di loro avevano precedenti penali, ma le loro impronte digitali del DNA erano nel registro di Sandberg e erano già risultati negativi nel caso Shumenalis.

Infine, un altro evento accidentale ha spianato la strada: Cena ha dichiarato di essere stata vittima di un crimine in Chuy, al confine con il Brasile. La polizia è andata a cercarlo e lui ha negato qualsiasi collegamento con il caso e si è rifiutato di fornire un campione per i test genetici. Ma la sua casa è stata perquisita, biancheria intima e spazzolini da denti sono stati presi e sono stati ottenuti materiali per abbinare il DNA. Il suo risultato del test è stato positivo.

La genetista Natalia Sandberg
La genetista Natalia SandbergMinistero dell’Interno dell’Uruguay

“Il fatto di trovare la persona è stato davvero emozionante, soprattutto a livello personale. Il mio sogno era poter vedere i genitori faccia a faccia e dire loro che io e il mio team abbiamo lasciato tutto per le indagini”, ha detto Sandberg.

D’altra parte, il genetista ha ammesso che sono rimasti con A ‘strettamente confidenziale’ Ed è stato un compito molto delicato e molto complesso. L’idea era di non eccitare nessuno. Ha notato che anche i membri della famiglia non avevano accesso a determinati argomenti.

READ  Pedro Castillo sarà il prossimo presidente del Perù: influenze, promesse elettorali e priorità per il suo governo

“Questo è successo circa due anni fa. È stato un duro lavoro da parte dell’intero team di polizia scientifica, giudice e investigatori. Il lavoro durante questo periodo ha comportato di sbattere la testa contro un muro un milione di volte. C’era tutto”. È stato un processo molto complicato e oggi possiamo dire di averlo risolto“Ha finito.